• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Inter > Calciomercato Inter, da Brozovic a Jovetic: gli addii rimandati

Calciomercato Inter, da Brozovic a Jovetic: gli addii rimandati

A gennaio probabili le partenze anche di Yao, Gnoukouri, Melo e Santon. E occhio a Eder e Ranocchia


Stevan Jovetic ©Getty Images
Lorenzo Polimanti (@oldpoli)

01/09/2016 09:14

CALCIOMERCATO INTER BROZOVIC JOVETIC / MILANO - Sono rimasti praticamente tutti, dai big che avrebbero dovuto portare le plusvalenze ai tasselli che partono indietro nelle gerarchie di Frank de Boer passando per diversi giovani che sembrava dovessero volare in prestito per fare esperienza. La rosa dell'Inter ora è lunghissima, soprattutto dal centrocampo in su, e nonostante l'impegno Europeo che si aggiunge al campionato in diversi faticheranno a trovare spazio. Per questo molti addii, anche solo in prestito, sembrano solo rimandati alla prossima sessione.

A partire da Stevan Jovetic, per il quale nell'ultimo, frenetico giorno non si è trovato l'accordo con la Fiorentina e visti gli arrivi di Candreva e Gabigol nel reparto avanzato le trattative per l'uscita del montenegrino dovrebbero riprendere più avanti. Ma occhio pure a Eder, che con de Boer sta trovando spazio ma le voci su un possibile trasferimento in Cina, anche per far quadrare i conti dopo i grandi investimenti, non si sono mai del tutto fermate. Stesso discorso per Felipe Melo, fin qui poco visto dal nuovo tecnico, oppure il veterano Rodrigo Palacio, che a febbraio compirà 35 anni e potrebbe decidere di trovare spazio altrove, magari di nuovo in patria. Poi Marcelo Brozovic, il cui sacrificio sembra solo rimandato: ora firmerà il rinnovo, poi i discorsi per la cessione (all'estero) dovrebbero riprendere in maniera concreta più avanti. Da valutare le posizioni di Davide Santon, ad un passo dall'addio già tre volte quest'estate ed ora ritrovatosi titolare dopo i forfait di Nagatomo e Ansaldi e l'addio di Erkin, e Andrea Ranocchia, che non convince ed in caso di arrivo di un nuovo centrale a gennaio saluterebbe. Per i giovani Yao e Gnoukouri, invece, potrebbero aprirsi nuove porte in prestito.




Commenta con Facebook