• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Udinese > Udinese, Iachini: "Calciomercato? Ho le mie idee su quel che serve"

Udinese, Iachini: "Calciomercato? Ho le mie idee su quel che serve"

Il nuovo tecnico dei friulani che prende il posto di De Canio, è stato presentato oggi alla stampa


Beppe Iachini ©Getty Images

19/05/2016 18:23

UDINESE PRESENTAZIONE IACHINI CALCIOMERCATO DI NATALE / UDINE - Il nuovo tecnico dell'Udinese, Giuseppe Iachini, è stato presentato ufficialmente oggi alla stampa. Queste le principali dichiarazioni rilasciate in conferenza dal 52enne trainer di Ascoli Piceno e riportate dal sito ufficiale del club bianconero: "Ci tenevo a ringraziare la famiglia Pozzo e tutta la società, che ha avuto fiducia in me; ha manifestato apprezzamento per il lavoro che in questi anni abbiamo fatto ovunque siamo stati. E' chiaro che il risultato sportivo che va osservato in quel di Palermo non deve essere limitato all'ultima stagione, ma ai 2 anni e 6 mesi che sono stato lì, con dei record, un buon gioco espresso e la valorizzazione di elementi che ora rappresentano il meglio del calcio italiano. Sono contento di essere arrivato qui, in una piazza stimolante, con un grande stadio e un grande pubblico che merita le giuste soddisfazioni. Ho davvero molto entusiasmo, perché la società è molto organizzata e il gruppo è composto di giocatori molto validi. La squadra non ha rispettato le aspettative nell'ultima stagione, ma sono sicuro che questo gruppo darà grandi soddisfazioni ai tifosi, così come lo farà la famiglia Pozzo".

Iachini si è poi soffermato sulla trattativa che ha portato alla fumata bianca: "La società è seria e lavora nel rispetto dei ruoli e degli uomini. Appena ho saputo di questo interessamento ho accettato, nonostante avessi avuto altre richieste. Subito dopo il colloquio avuto con la dirigenza, ho avuto davvero pochissimi dubbi nello sposare questo progetto. A grandi linee abbiamo accennato le dinamiche del progetto tecnico, poi nei prossimi giorni cercheremo di capire quali saranno gli eventuali ritocchi che serviranno. Da parte mia e della società c'è grande voglia di fare bene e iniziare questa avventura. Sono certo che arriveranno risultati positivi. Quali obiettivi mi è stato chiesto di centrare? "Per il momento abbiamo parlato di lavorare su questo tipo di progetto di squadra, andando a valutare tutte le componenti. Dopo aver valutato il gruppo, cercheremo di fare un campionato tranquillo senza rinunciare all'ambizione di fare qualcosa in più. Dobbiamo cercare di essere veloci a infondere le nostre conoscenze al gruppo, per ritrovare le caratteristiche dell'Udinese degli ultimi anni".

Dopo una brutta annata, il club bianconero deve risollevarsi. Per farlo sarà necessario operare sul calciomercato. Iachini sembra avere le idee chiare: "Ogni allenatore ha le sue idee. Cercherò di trasferirle alla mia società e di conseguenza si andrà ad agire sul mercato. L'Udinese deve tornare a scovare giovani talenti o affidarsi a giocatori esperti? Io penso sempre che il giusto mix fra giocatori esperti e giovani possa essere la formula ideale per costruire un gruppo e raggiungere risultati. L'Udinese storicamente è sempre stata molto brava a reperire talenti per il mondo. Nell'organico e in giro per il mondo ci sono molti giovani di proprietà dell'Udinese  che possono essere decisamente interessanti, ma ciò non toglie che non staremo attenti anche a qualche elemento più esperto per questo mix di cui parlavo prima. Italiani? Anche a Palermo c'erano molti stranieri, ma anche italiani che facevano da collante per chi arrivava da fuori. Anche qui si cercherà un mix equilibrato. La partenza dei vari Domizzi, Pasquale e Di Natale, che hanno dato tantissimo, ci potrà spingere a trovare altri profili che soddisfino tali caratteristiche per creare questa sinergia tra elementi diversi".

Iachini ha poi parlato di Di Natale e del possibile ruolo da dirigente che potrebbe andare a ricoprire: "Totò è stato gran parte di storia dell'Udinese, ma è una domanda che andrebbe girata al Presidente, sottolineando come non ci sia per me nessun problema a un suo ruolo dirigenziale, ci mancherebbe".

F.S.




Commenta con Facebook