• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Juventus > Juventus, Pogba: "L'addio di Pirlo e Tevez mi ha responsabilizzato. Punto alla perfezione!"

Juventus, Pogba: "L'addio di Pirlo e Tevez mi ha responsabilizzato. Punto alla perfezione!"

Il centrocampista ha parlato anche del prossimo Europeo che si disputerà proprio in Francia


Paul Pogba © Getty Images

12/05/2016 18:57

JUVENTUS POGBA EURO 2016 FRANCIA / PARIGI (Francia) - Dopo aver conquistato lo scudetto con la Juventus, Paul Pogba vuole continuare ad essere protagonista anche in estate con la maglia della Francia. Intervenuto sulle frequenze di 'RMC Radio', il centrocampista ha stilato il bilancio della sua  stagione, oltre che parlare delle ultime news Juventus (cercando di tralasciare i rumors di calciomercato che lo coinvolgono sempre). Queste le sue dichiarazioni:

BILANCIO STAGIONE - "Sono soddisfatto: credo di essere cresciuto. Lo dimostrano le mie statistiche di gioco, i miei assist ed i traguardi raggiunti. Ho battuto tutti i miei record quest'anno. Sono abbastanza orgoglioso di me!".

NUOVO RUOLO ALLA JUVE - "Prendo più rischi, visto che rispetto al passato ci sono meno persone che possono farlo. Prima c'erano giocatori come Pirlo, Vidal e Tevez. Ero circondato. La loro partenza mi ha responsabilizzato, anche se alcuni giocatori esperti si sono uniti a noi quest’anno, come Khedira o Mandzukic. Però è vero che ho dovuto dare qualcosa di più alla squadra".

VOGLIA DI CRESCERE - "Quella c’è sempre. Ma quando gioco non cerco di impressionare il pubblico. Gioco il mio calcio. Sono sempre stato così. Mi è stato sempre detto che stavo facendo troppo, che volevo strafare. Ma questo sono io: Paul Pogba è così. Cerco di progredire sul fare la giocato al momento giusto: questo è quello in cui devo migliorare. Sono ancora giovane, ma cerco la perfezione e spero di raggiungere quel livello".

ESPERIENZA - "Ho molte più partite nelle gambe oggi. Comincio a sapere quando bisogna tenere la palla o quando cambiare ritmo. E su questo che sono cresciuto. Quest'anno ho avuto più responsabilità e queste mi hanno fatto crescere".

FRANCIA - "Io non sogno di essere il capitano della nazionale francese un giorno. Io sogno di avere una grande carriera e collezionare molte presenze in ‘Blue’ (ad oggi ne ha totalizzate 29, ndr). Voglio battere il record di Thuram (142 presenze, ndr), essere un grande giocatore della mia nazionale e vincere tutto".

EURO2016 - "Il mio obiettivo ora è quello di vincere l'Europeo. Voglio prendere tutto quest'anno. Se non vinciamo, sarà una delusione per tutti. Ma se non vinciamo è perché dovremmo crescere. Questa non sarà la fine del mondo, ma vedremo... Spero di vincere!".

RAPPORTO EVRA - "E' il fratello grande. Quando dico "Zio Pat" scherzo, ma è proprio così: è lo zio di tutti. E' sempre pronto ad aiutarti, ha molta esperienza e sa consigliarti. Lo considero mio fratello".

D.G.




Commenta con Facebook