• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Milan > Calciomercato Milan, Brocchi e la nuova rivoluzione estiva: da Locatelli a... Di Francesco!

Calciomercato Milan, Brocchi e la nuova rivoluzione estiva: da Locatelli a... Di Francesco!

Il Milan cambia allenatore e rosa anche quest'anno. Ecco tutte le novità possibili


Milan ©Getty Images
Matteo Torre (@torrelocchetta)

12/04/2016 11:30

CALCIOMERCATO MILAN BROCCHI MIHAJLOVIC LOCATELLI / ROMA - Cristian Brocchi nuovo allenatore del Milan al posto di Sinisa Mihajlovic, esonerato: è questa la grande notizia di giornata nel calciomercato Milan. Silvio Berlusconi in persona ha deciso di sollevare dall'incarico l'ex Ct della Serbia: una scelta maturata da un rapporto mai realmente sbocciato tra i due e dai risultati che non hanno convinto in pieno la dirigenza e la proprietà rossonere. Adesso Brocchi, promosso dalla Primavera, ha la possibilità di persuadere il club a puntare su di lui anche la prossima stagione, attuando un'altra mini-rivoluzione estiva per riportare il Milan ai palcoscenici che gli competono storicamente. Andiamo ad analizzare dunque come cambia il calciomercato Milan con l'esonero di Mihajlovic e Brocchi nuovo allenatore.

 

PANCHINA MILAN, BROCCHI GIA' SI GIOCA IL FUTURO: DI FRANCESCO IN POLE

Il 'nuovo' Milan di Brocchi si potrà ammirare, eventualmente, solo dalla prossima stagione, ma in questo finale l'ex centrocampista è chiamato a stravolgere le scelte tecniche e tattiche del suo predecessore. Non è un mistero che Brocchi abbia due preferenze di modulo: il 4-3-3 e il 4-3-1-2, con tanto fraseggio e possesso palla finalizzato alle rapide verticalizzazioni offensive. La più grande novità è forse rappresentata da Manuel Locatelli, promettentissimo centrocampista classe 1998 che, come Donnarumma, può già entrare stabilmente tra i titolari di uno dei club più titolati al mondo – a discapito, gradualmente, di Riccardo Montolivo.
Sulla panchina di Brocchi aleggia però lo spettro di Di Francesco: il suo addio al Sassuolo si fa sempre più probabile, con i Della Valle intenzionati ad affidargli la panchina della Fiorentina dato l'imminente addio di Sousa. Un valzer di allenatori in cui Brocchi cercherà di non essere coinvolto in queste partite che gli rimangono, con la finale di Coppa Italia ideale 'passepartout' per la conferma anche nella stagione 2016-17. Berlusconi gli ha affidato la panchina dopo avergliela a lungo promessa, ma non smette di guardarsi intorno per il prossimo anno: già nel corso delle ultime settimane aveva tentato di 'soffiare' Conte al Chelsea, dimostrando la volontà di ripartire a luglio con una figura di grande carisma e provata affidabilità.

 

CALCIOMERCATO MILAN, RIVOLUZIONE ESTIVA: BEN ARFA, KOVACIC E...

E sul calciomercato? Uno degli obiettivi più ghiotti è Hatem Ben Arfa: talento puro francese classe 1987, carattere che fa le bizze, svincolato la prossima estate ma capace di segnare 13 gol in 31 partite quest'anno col Nizza. Sarebbe perfetto per il modulo a rombo. In attacco piace Zaza, che può finire in un intreccio di mercato con la Juventus che porterebbe De Sciglio a Torino. A centrocampo Witsel si allontana col forcing della Roma, ma la rivoluzione più grande del Milan passerà dalla mediana, dove si pensa di dare un'altra chance a Bertolacci e di tornare a spingere per Rabiot. E la pazza idea in attacco conduce all'interista Jovetic. Balotelli si sta giocando il riscatto in queste ultime partite. E per Niang si fa più forte il pressing di Leicester e Borussia Dortmund. La cabina di regia, a sua volta, può essere trasformata: c'è un altro calciatore dal 'sangue nerazzurro', Mateo Kovacic, per cui il Milan ha effettuato sondaggi. Con Kovacic per il Milan non tramontano Vazquez né Lo Celso. Diego Lopez è in uscita, il futuro di Bacca resta in bilico, complice la volontà di Berlusconi di fare del suo Milan una squadra sempre più azzurra, puntando Berardi e Pavoletti. E il mercato estivo non è neanche cominciato...

 




Commenta con Facebook