• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Juventus > Juventus-Empoli, torna la coppia 'pesante' in attacco

Juventus-Empoli, torna la coppia 'pesante' in attacco

Allegri deve fare a meno di Dybala, Morata e Mandzukic già pronti


Morata e Mandzukic ©Getty Images

01/04/2016 12:51

JUVENTUS EMPOLI ALLEGRI MORATA MANDZUKIC DYBALA / TORINO - Con l'infortunio di Paulo Dybala, la Juventus potrebbe cambiare modo di giocare contro l'Empoli. Allegri in conferenza ha annunciato l'assenza del talento argentino per la gara di domani sera, in attacco dovrebbe quindi esserci la coppia 'pesante' composta da Morata e Mandzukic. Saranno loro a guidare l'attacco bianconero verso l'ennesima vittoria di questo campionato.

Non sarà la prima volta per i due bomber. Già nel match di andata, Allegri scelse questo tipo di attacco, che portò al 3 a 1 finale. La coppia si è epressa molto bene anche in Coppa Italia contro l'Inter, quando Morata fu protagonista di una bella doppietta. Contro il Bayern, invece, l'ingresso in campo dello spagnolo al fianco di Mandzukic diede l'ulteriore scossa che spinse i bianconeri ad acciuffare il 2 a 2 finale. L'ultima volta che hanno giocato insieme è stata in casa del Torino, con lo spagnolo autore di un'altra doppietta nel 4 a 1 finale.

L'attacco Morata-Mandzukic spingerà la squadra a giocare molto di più sulle fasce per poi crossare in area, dove i due campioni si divideranno le zone. La loro prestanza fisica, a cui si aggiungono le enormi qualità tecniche, sarà di grande aiuto anche nei calci piazzati. L'Empoli potrebbe soffrire la loro fisicità andando in difficoltà nel gioco aereo. Morata dovrebbe agire più da seconda punta rispetto a Mandzukic. L'assenza di Dybala potrebbe non farsi sentire.

 

M.D.A.




Commenta con Facebook