• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Pagelle > PAGELLE E TABELLINO DI REAL MADRID-ROMA

PAGELLE E TABELLINO DI REAL MADRID-ROMA

Salah e Dzeko tradiscono la Roma, C.Ronaldo è una tassa James una beffa


James Rodriguez © Getty Images
Davide Ritacco

08/03/2016 22:42

ECCO LE PAGELLE DI REAL MADRID-ROMA

 

REAL MADRID

Navas 6,5 – Per almeno tre volte i giocatori della Roma gli si sono presentati davanti e per assurdo non ha dovuto nemmeno sporcarsi i guantoni. Giusto per spiegare l’imprecisione degli attaccanti giallorossi. Per impensierirlo ci vuole Florenzi. Riesce a mantenere l’imbattibilità casalinga anche sul tiro a botta sicura di Perotti, grazie anche all'ausilio del palo.  

Danilo 6,5 – Spinge con tanta forza e continuità. Sfugge spesso alle spalle di El Shaarawy che però gli dà anche qualche grattacapo. Meglio quando attacca piuttosto che quando difende.

Pepe 6 – Il portoghese, recupero dell’ultimo minuto ‘invocato’ da Ronaldo, gioca la solita gara di spessore con la cattiveria necessaria.

Sergio Ramos 5,5 – Non una gara impeccabile. Nonostante Zidane lo sproni a condurre la difesa, il capitano dei blancos appare timido e a tratti in difficoltà sulle accelerazioni di Salah.  

Marcelo 6,5 – Lui che terzino non è, lascia tanto spazio a Salah ma come detto non è un vero terzino ed infatti si trova spesso in avanti a concludere sfiorando anche il gol.

Modric 7 – Primo tempo da maestro a dettare tempi, incantare col pallone fra i piedi ma determinato anche nei ripiegamenti difensivi. Nella ripresa tira i remi in barca ma è comunque fra i migliori della partita. Dal 75’ Jesè s.v.

Casemiro 6 – E’ l’anello debole del centrocampo ultra qualitativo dei blancos. Eppure è l’uomo d’ordine e d’equilibrio del quale non può fare a meno Zidane e il Real stesso. Dal 83’ Kovacic s.v.  

Kroos 6 – Poco movimento da parte della teutonica mezz’ala. Tocca tanti palloni con qualche conclusione dalla distanza ma non impensierisce più di tanto.

Bale 6 – Qualche accelerazione delle sue ma non è ancora al top e si vede. Non ha i 90 minuti nelle gambe e Zidane lo richiama in panca dopo un’ora. Dal 61’ Vazquez 6,5 – Vivacità e qualità sulla corsia di destra che destabilizza Digne in occasione dell’assist che porta al gol.

James Rodriguez 6,5 – Anche in una serata in cui non brilla riesce a trovare il pertugio giusto per chiudere la partita e annichilire la Roma.

Ronaldo 7 – Parte in sordina con qualche giocata ad effetto che non riesce poi però, da fenomeno qual è rialza la testa e mette alle corde la Roma mettendo la quarantesima firma sulla sua stagione come al solito stratosferica e offrendo l’assist per Rodriguez.   

All. Zidane 6,5 – Il suo Real Madrid ha grosse lacune dal punto di vista difensivo e per questo si affida sempre a Casemiro ma allo stesso tempo ha l’imbattibilità interna in Champions e soprattutto può contare su un attacco determinante. Ci mette del suo rinvigorendo la fascia destra con l’ingresso di Vazquez che regala l’assist del vantaggio.  

 

ROMA

Szczesny 6,5 – Tiene viva la Roma specialmente ad inizio ripresa quando si oppone più di una volta alle conclusione del Real anche nella stessa azione. Non può nulla sull’apparizione di Ronaldo mentre sul gol di James poteva stare più attento.    

Florenzi 6 – Fino al 60’ aveva retto bene contro i vari Bale, Ronaldo o Marcelo di turno che si affacciavano dalla sua parte. Si presenta anche al tiro sfiorando il gol ma affonda dopo il gol di Ronaldo come tutta la Roma.

Manolas 6 – C. Ronaldo è ovviamente un bruttissimo cliente e lo capisce bene quando lo brucia in occasione del gol. Fin lì era stato molto attento e arroccato a presidiare l’area. Anche lui ha avuto la sua occasione da gol.   

Zukanovic 5,5 – Paradossalmente è uno dei pochi che nella ripresa non spegne il cervello. La sua partita è però clamorosamente piatta.  

Digne 5,5 – Vazquez lo punta con efficacia e lui è ingenuo a portarsi dentro l’area l’avversaria concedendogli troppo spazio. Secondo tempo in difficoltà.

Keita 5,5 – Tanta esperienza con molti break utili per limitare il palleggio tambureggiante del Real Madrid. Si trova meglio con Pjanic nel primo tempo, poi cede fisicamente come il resto della squadra. Dal 86’ Maicon s.v.

Pjanic 5,5 – Poco coraggioso nel trovare le linee di passaggio utili per scatenare gli attaccanti. Gestisce qualche buon pallone senza grandi sbocchi. Deve abbandonare la partita per infortunio. Dal 46’ Vainqueur 5 – Il suo ingresso ovviamente abbassa il livello tecnico della Roma che da lì a poco capitola sotto il colpi di Ronaldo e Rodriguez.

Salah 4,5 – Con la velocità mette spesso in crisi la retroguardia di casa. Tre occasioni nel giro di mezz’ora però al Santiago Bernabeu, in una gara da rimontare, non succede spesso e l’egiziano forse stupito da tanta grazia, le spreca tutte. Ma se è possibile nella ripresa gli capita un’occasione ancora più facile e sbaglia.  

Perotti 6 – Ignorato da Salah in una delle tante azioni in ripartenza, l’argentino è sempre al posto giusto al momento giusto. Sa giostrare la palla e transitarla con la giusta velocità dalla propria metà campo all’area del Real. Peccato per il palo nel finale.

El Shaarawy 5,5 – Si sacrifica poco e si fa sfuggire troppo spesso Danilo che gli parte sempre alle spalle. La sfida è comunque aperta anche se il faraone è poco incisivo. Dal 74’ Totti 6 – Entra per prendersi gli applausi di tutto il Bernabeu.

Dzeko 4 – La prima vera occasione è sua ma lo stralunato bosniaco si emoziona davanti a Navas e calcia malamente. Non solo, la squadra con lui in campo, non sembra esprimersi ai livelli adeguati e a cui ci ha abituato in queste ultime giornate.

All. Spalletti 5,5 – E’ di sicuro una Roma diversa anche a livello Europeo. Resta il rammarico per il black out della ripresa e per le tante occasione sprecate. A mente fredda, forse, non ripartirebbe con Dzeko titolare.   

 

Arbitro: Marciniak 6 – Il Real protesta subito per un fallo di mano di Zukanovic ma è evidente che sia del tutto involontario. La squadra di Zidane protesta ancora al 27’ quando Digne atterra Danilo e spalanca un contropiede alla Roma. Era giusto assegnare il fallo e poteva starci anche il giallo al francese per fallo tattico. Protesta anche alla fine del primo tempo per un altro presunto fallo di mano di Florenzi in area ma anche qui è giusto sorvolare. Ripresa molto più agevole, dove ammonisce giustamente Zukanovic.   

 

TABELLINO

REAL MADRID-ROMA 2-0

Real Madrid (4-3-3): Navas; Danilo, Pepe, Sergio Ramos, Marcelo; Modric (dal 75’ Jesè), Casemiro (dal 83’ Kovacic), Kroos; Bale (dal 61’ Vazquez), James Rodriguez, Ronaldo. A disp.: Casilla, Varane, Carvajal, Isco. All.: Zidane.

Roma (4-2-3-1): Szczesny; Florenzi, Manolas, Zukanovic, Digne; Keita (dal 84’ Maicon), Pjanic (dal 46’ Vainqueur); Salah, Perotti, El Shaarawy (dal 74’ Totti); Dzeko. A disp.: De Sanctis, Torosidis, Castan, Falque. All.: Spalletti.

Arbitro: Szymon Marciniak (Polonia)

Marcatori: 64’ C. Ronaldo (RM), 68’ J. Rodriguez (RM)

Ammoniti: 37’ Danilo (RM), 76’ Zukanovic (R)

Espulsi: -




Commenta con Facebook