• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Napoli > Napoli, da Sarri a Maradona. Lo scudetto non sarà una bestemmia, ma neanche un obiettivo

Napoli, da Sarri a Maradona. Lo scudetto non sarà una bestemmia, ma neanche un obiettivo

Gli azzurri continuano a guardare soltanto alla prossima gara


Lorenzo Insigne ©Getty Images
Luca Incoronato (@_n3ssuno_)

02/02/2016 19:57

NAPOLI SCUDETTO INSIGNE SARRI MARADONA HIGUAIN / NAPOLI - A inizio stagione la parola scudetto era equiparata, sul fronte news Napoli, a una bestemmia. Chiedendo a Sarri un parere in merito di certo il tecnico risponderà alla stessa maniera, nonostante il primo posto degli azzurri, ma in generale l'ambiente, e anche alcuni calciatori, iniziano a parlarne apertamente, o quasi. 

L'ultima volta che Sarri ha parlato della chance di vincere il titolo al termina della stagione, ha indicato la Juventus come favorita, dichiarando che il Napoli è primo soltanto perché i bianconeri hanno patito una partenza rallentata dai nuovi arrivi. Non così 'drastico' Insigne che, intervistato da 'Premium', non è più ricorso a quel 'no comment' di inizio stagione, rilasciato da tutti i tesserati del Napoli, così da non 'innervosire' il tecnico, parlando di una squadra che lotta, e di una Juve, forte dei quattro scudetti, che deve essere data per favorita.

Di certo meno diplomatico Maradona, che pare aver già in programma un volo a Napoli, qualora questa lotta contro la Juventus dovesse portare all'ambito scudetto. L'ex stella azzurra si è espressa con toni entusiasti da Dubai, dicendo che questo può davvero essere l'anno giusto. In tanti parlando di una squadra dipendente da Higuain, ma Maradona ha voluto precisare che questa squadra gioca bene, al di là dell'attaccante argentno.

Mancano due turni di campionato prima dell'atteso big match di Torino contro la Juventus. Gli azzurri sperano di arrivarci con due o più punti di vantaggio, ma le dodici vittorie dei bianconeri devono far riflettere Sarri e i suoi sulla difficoltà di restare in vetta. Occorrerà vincerle quasi tutte da qui al termine della stagione per coronare quel sogno che, come spesso ribadito, non rappresentava, e pare non lo sia neanche oggi, un obiettivo societario. Si lotterà per vincerlo, ma tornare in Champions, per giunta dalla porta principale, vorrebbe dire aver ottenuto quanto prefissato al termine dello scorso calciomercato.




Commenta con Facebook