• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Juventus > Chievo-Juventus, Allegri: "Non mi interessano i record. Futuro? Ogni cosa a suo tempo"

Chievo-Juventus, Allegri: "Non mi interessano i record. Futuro? Ogni cosa a suo tempo"

L'allenatore bianconero ha parlato dopo il successo di Verona


Massimiliano Allegri ©Getty Images
Michele Furlan (Twitter: @MicheleFurlan1)

31/01/2016 14:35

CALCIO SERIE A CHIEVO JUVENTUS ALLEGRI / VERONA - Massimiliano Allegri è intervenuto ai microfoni di 'Mediaset Premium' dopo il 4-0 in casa del Chievo Verona che è valso il momentaneo sorpasso al Napoli (che giocherà con l'Empoli alle 15) e l'aggancio al record di Conte di 12 vittorie consecutive. Queste le parole del tecnico bianconeri: "Morata è tornato? Non si era mai perso, tutto ciò di cui necessitava era il gol. Pogba può ancora migliorare perché ha grandissime qualità. In questo momento la squadra sta facendo bene, siamo in buona condizione. Futuro? Con la società non ho mai avuto problemi. Pensiamo a fare bene in questa stagione, poi ogni cosa a suo tempo". Intervenuto a 'Sky Sport' Allegri ha aggiunto: "Bisogna continuare e cercare di migliorare perché mancano tante partite".

BAYERN MONACO - "La partita sarà il 23 febbraio e dobbiamo farci trovare pronti per quella data, ora abbiamo altre gare a cui pensare perché ogni vittoria serve per arrivare in fondo".

KHEDIRA - "A livello precauzionale l'ho fermato, non c'è niente di preoccupante".

CONTE - "In campo vanno i giocatori e le partite le vincono loro, io posso dare solo una mano. Non mi interessano i recod: mi dispiacerebbe fare magari 20 vittorie e poi perdere il campionato. Nell'albo d'oro rimane solo quello che vinci, il resto serve a poco".

PARTITA - "E' stata una bella partita sotto l'aspetto tecnico senza concedere. Sono stati bravi perché giocare qui non è mai semplice. La gara è stata piacevole a parte 2-3 minuti in cui abbiamo gigioneggiato, i ragazzi sono stati bravi e stanno crescendo anche dal punto di vista mentale. Abbiamo tirato molto in porta, l'immagine degli ultimi minuti col Carpi ce l'ho ancora in mente perché abbiamo rischiato di gettare via una rimonta. Non dobbiamo dimenticare dove eravamo dopo 10 partite".

MARGINI DI MIGLIORAMENTO - "Ci sono sia singolarmente che tecnicamente, fisicamente e mentalmente. Basti vedere l'ultima azione di Pogba, il campionato è lungo e bisogna vincerne ancora molte".

DERBY DI MILANO - "Sarà una partita affascinante e la guarderà, non guarderò il Napoli perché sarò in aereo".




Commenta con Facebook