• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Pagelle > PAGELLE E TABELLINO DI ROMA-SPEZIA

PAGELLE E TABELLINO DI ROMA-SPEZIA

Lo Spezia è eroico e passa ai rigori. Pjanic e Dzeko sono l'emblema del flop giallorosso


Canadjija e Ucan © Getty Images
Rocco Crea

16/12/2015 17:09

ECCO LE PAGELLE DI ROMA-SPEZIA:

 

ROMA

De Sanctis 6 – Respinge una conclusione da fuori di Situm, e sulla palla rimasta lì viene salvato da Castan che toglie all’accorrente Nenè la palla del possibile vantaggio ligure. Per il resto ordinaria amministrazione.

Maicon 4,5 – Non è il Maicon delle cavalcate straripanti, quindi si limita a qualche folata, ma oggi non è particolarmente ispirato. Male.

Castan 6 – Miracoloso su Nenè pronto a battere a rete approfittando di una corta respinta di De Sanctis. Lui ci arriva prima e salva la sua porta. Attento e preciso in ogni chiusura.  

Rudiger 6 – Contiene bene un contropiede pericoloso di Nenè al 60’, costringendolo a calciare defilato sull’esterno della rete. Fa altrettanto anche in altre circostanze, dimostrando di metterci la testa oltre che le capacità fisiche e tattiche.

Emerson 5 – Appare timido e poco propositivo, però non commette errori di disimpegno o di copertura. Crescerà. Dal 79’ Digne 5,5 – Più attivo e pretenzioso di Emerson, si rende subito pericoloso con una conclusione comunque facilmente bloccata dal portiere dello Spezia .

Pjanic 3,5 – Delude molto, specie in virtù del tasso tecnico di cui è dotato e che fra i ventidue in campo dovrebbe fungere da faro. Non incide mai in velocità sull’azione, anzi se possibile la rallenta. Sbaglia anche il rigore.

Vainqueur 5,5 – Non gli si chiede altro che recuperare palloni da appoggiare a Pjanic. Lui, però, si limita troppo nel compitino. Nel complesso prova sufficiente. Dal 64’ De Rossi 5 – Ci mette la sicurezza e la tranquillità del giocatore d’esperienza. Ma non basta.

Ucan 6 – Tiro molto insidioso al 25’, che termina di poco a lato del palo. Appare comunque il più attivo e propositivo dei suoi per tutto il primo tempo, giocando nel complesso la gara con discreta personalità nonostante qualche piccolo errore in fase d’appoggio. Dimostra di avere un buon piede anche col tiro a giro sul finale di partita, respinto da Chichizola.

Salah 5 – Si accende alla mezz’ora quando imbecca Dzeko in area ligure dopo un’azione velocissima che non fa capire nulla allo Spezia. Poi però il nulla nella prima frazione. Meglio nel secondo tempo, anche se lo Spezia è ben messo in campo e lo costringe a soluzioni personali al limite del possibile.

Dzeko 4,5 – Costretto troppo spesso ad allargarsi pur di giocare qualche pallone, prova a difenderne quelli che può e servire i compagni. Questi ultimi però non lo aiutano a svolgere il suo compito primario: ovvero segnare. Si impegna molto nel rincorrere gli avversari anche nella propria metà campo, ma questa volta non è sufficiente.

Iturbe 4 – Poca cosa l’argentino. In campo si nasconde, non compie progressioni e non sfrutta la sua velocità. Insidioso solo con una percussione nei primi minuti del secondo tempo, tuttavia Terzi lo limita molto bene. Dal 60’ Florenzi 5 – Più dinamico di Iturbe. Tuttavia anche lui non riesce a scuotere l’attacco giallorosso.

All. Garcia 3 – Malissimo, la Roma non gioca contro una squadra di categoria inferiore e soffre anche parecchio. I suoi cambi non recano alcuna miglioria nell’atteggiamento mentale e tattico. I giallorossi faticano a segnare e i giocatori non sembrano più seguirlo.

 

SPEZIA

Chichizola 6 – Compie buoni interventi, specie su Ucan e Salah.

Martic 6 – Contributo semplice ma efficace. Non sbaglia nulla e contribuisce a creare densità.

Valentini 7 – Gioca da gladiatore contro Dzeko, lottando e provando spesso l’anticipo sull’attaccante giallorosso. Autore di una buonissima gara, sempre attenta e precisa.

Terzi 7,5 – Molto bravo ad inseguire e chiudere lo spazio della conclusione ad Iturbe nei minuti iniziali del secondo tempo, salvando lo Spezia da una situazione di pericolo. Per il resto in coppia con Valentini non lascia passare nessuno.

Migliore 6 – Contribuisce a chiudere gli spazi in supporto alla coppia di centrali e talvolta prova a correre anche sulla fascia. Non sempre però riesce a combinare granchè in fase offensiva.

Misic 6 – Il meno incisivo degli esterni liguri, specialmente se paragonato a Situm. Tuttavia autore di una buona gara, fatta di tanta corsa. Dal 77’ Ciurria 6,5 – Freschezza e dinamicità, corre molto e pressa su tutti i palloni.

Brezovec 6,5 – Pressa molto i portatori di palla giallorossi, e si propone senza timore anche in fase da appoggio, concludendo talvolta anche in porta. Tutto sommato la mira non risulta essere sempre delle migliori. Ma buona la sua prova. Dal 67’ Juande 6 – Si piazza li e svolge senza affanni il ruolo di Brezovec.

Canadjija 6,5 – Corre e funge da schermo, piazzandosi come filtro tra la difesa ed il centrocampo. Gioca una buona gara.

Situm 6,5 – Una spina nel fianco sulla fascia di Maicon, ma per fortuna della Roma non sempre è preciso nei cross. Ad ogni modo si rende pericoloso con un tiro da fuori respinto da De Sanctis nel primo tempo, oltre che ad accompagnare sempre le azioni d’attacco dei suoi.

Catellani 6,5 – Qualità e tecnica al servizio delle ripartenze. Catellani guadagna calci di punizione preziosi, che danno anche la possibilità ai suoi di rifiatare. Gioca bene in coppia con Nene, perché sa stargli vicino pronto a dare supporto. Dal 98’ Acampora 7 – La sua freschezza nel dar man forte al centrocampo è decisiva.

Nene 7 – Ci mette il fisico e l’esperienza, facendo a sportellate con i centrali della Roma. Spende tantissimo sotto l’aspetto fisico non risparmiandosi neanche ai supplementari.

All. Di Carlo 8 – Ottima la prestazione dei suoi, a Roma lo Spezia si rende autore di una gara eroica. Passa meritatamente il turno.

 

Arbitro: Di Bello 6 – Buona la sua interpretazione. Ammonisce quando deve, favorito comunque dai ritmi di gara decisamente bassi.

 

TABELLINO

Roma-Spezia 0-0 (2-4 d.c.r.)

Roma (4-3-3) De Sanctis, Maicon, Castan, Rudiger, Emerson (dal 79’ Digne), Pjanic, Vainqueur (dal 64’ De Rossi), Ucan, Iturbe (dal 60’ Florenzi), Dzeko, Salah. A disposizione: Nainggolan, Iago Falque, D’Urso, Gyomber, Lobont, Szczesny, Di Livio, Manolas, Umar. All. Garcia

Spezia (4-4-2): Chichizola, Martic, Valentini, Terzi, Migliore, Situm, Canadjija, Brezovec (dal 67’ Juande), Misic (dal 77’ Ciurria), Catellani (dal 98’ Acampora), Nene. A disposizione: Postigo, Tamas, Piccolo, Sluga, Coric, Errast, Milos, Dentello, Rossi. All. Di Carlo

Marcatori:

Arbitro: Marco Di Bello (Sez. di Brindisi)

Ammoniti: 19’ Ucan (R), 34’ Terzi (S), 35’ Nene (S), 39’ Vainqueur (R), 90’ Rudiger (R)

Espulsi:

Note: Pjanic (NO GOL), Terzi (GOL), Dzeko (NO GOL), Nene (GOL), De Rossi (GOL), Digne (GOL), Juande (GOL), Acampora (GOL)




Commenta con Facebook