• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Pagelle > PAGELLE E TABELLINO DI GENOA-BOLOGNA

PAGELLE E TABELLINO DI GENOA-BOLOGNA

Perin e Mirante provano a bloccare il tabellino, Perotti e Diawara la combinano grossa


Antonio Mirante ©Getty Images
Antonio Russo (Twitter @tonyrusso93)

12/12/2015 17:01

ECCO LE PAGELLE DI GENOA-BOLOGNA

 

GENOA

Perin 6,5 – Tocca il primo pallone dopo un’ora di gioco su un’incornata di Rossettini da calcio d’angolo sulla quale risponde da gran campione.

De Maio 6 – In fase difensiva non compie grandi sbavature. Si fa notare in avanti per i suoi inserimenti di testa da palla inattiva. Solo un grande Mirante gli nega il gol.

Burdisso 5,5 – Lotta con Destro e quando c’è l’occorrenza lo mette in fuorigioco. Sbroglia diverse situazioni intricate. Negli ultimissimi minuti sporca la sua gara con un’ingenuità, che per poco regala il vantaggio al Bologna.

Ansaldi 6,5 – Mette la museruola allo spauracchio Mounier. Organizza la manovra dalle retrovie con buoni lanci a scavalcare il centrocampo.

Izzo 6 – All’occorrenza arretra sulla linea difensiva per dare una mano ai compagni e trasformare la retroguardia da 3 a 4. In fase propositiva si limita al compitino e bene fa viste le sue peculiarità.

Rincon 6 – Spinge di meno rispetto a Laxalt e recupera qualche buon pallone sulla trequarti. Non compie giocate trascendentali, ma è prezioso in fase di contenimento.

Tino Costa 5,5 – Meno appariscente rispetto al compagno di reparto. Tocca pochi palloni e non riesce a fare la differenza da palla inattiva. Dal 54’ Perotti 4,5 – Su quella fascia crea subito lo scompiglio appena entrato. Rovina la sua buona prestazione con un’inutile gomitata che costringe i suoi a giocare in 10 gli ultimi minuti del match.

Tachtsidis 6 – Con lo scorrere del tempo tocca sempre più palloni e diventa il padrone del gioco genoano. Suggerisce bene per i compagni.

Laxalt 6,5 – Molto propositivo si spinge spesso in avanti per creare, con i suoi inserimenti, lo scompiglio nella difesa avversaria. Quando ne ha l’occasione però arretra il suo raggio d’azione per dare una mano ai compagni.

Gakpé 5,5Gioca alle spalle di Pandev e svaria su tutto il fronte d’attacco. Quando il macedone si allarga, lui prova la penetrazione centrale. Cala nella ripresa. Dall’83’ Ntcham s.v.

Pandev 6 – Gioca da prima punta, ma quando può si allarga per lasciare spazio ai compagni che centralmente si inseriscono da dietro. Nella prima frazione di gioco ha due grandi occasioni, sulla prima sbaglia lui, sulla seconda è straordinario Mirante a negargli la gioia del primo centro stagionale. Dal 71’ Capel 6 – Entra con il piglio giusto e duetta bene con i compagni. Nel finale, in emergenza per l’inferiorità numerica del Genoa, gioca da prima punta.

All. Gasperini 5,5 – Il Genoa parte subito fortissimo, e anche se in maniera confusionaria, attacca con veemenza. I rossoblù pressano il Bologna non lasciandolo respirare, recuperando tantissimi palloni sulla trequarti. Male il secondo tempo dove i ragazzi di Gasperini sono crollati nel finale subendo anche il gol che ha costretto i liguri alla sconfitta.

 

BOLOGNA

Mirante 7 – Per mezzora non si sporca i guanti, poi alla prima occasione buona è semplicemente miracoloso su Pandev. Poco dopo compie un altro grandissimo intervento su un colpo di testa di De Maio. Nella ripresa ipnotizza anche Burdisso.

Rossettini 6,5 – Resta più basso rispetto a Morleo. Laxalt lo fa letteralmente a fette da quel lato. Con l’ingresso di Ferrari viene spostato a fare il centrale, e la sua prestazione migliora. Nel finale con un’incornata regala la vittoria al Bologna.

Oikonomou 5,5 – Va in grande difficoltà nel tenere Pandev e spesso è costretto a fare fallo per fermare il macedone.

Gastaldello 5,5 – Lento e macchinoso, va in grande difficoltà di fronte alle sfuriate dei genoani. Viene sostituito nell’intervallo perché lamenta un infortunio. Dal 45’ Ferrari 5,5 – Appena entrato tiene abbastanza bene botta. Poi con l’ingresso di Perotti, da quel lato per lui cominciano i dolori. L’argentino lo mette letteralmente in crisi.

Morleo 5,5 – Sulla carta doveva essere il terzino di spinta del Bologna, ma quest’oggi è abbastanza timido. Non attacca mai lo spazio e bada di più a difendere. Dal 71’ Mbaye 6 – Su quella fascia tiene bene Izzo. Col suo ingresso il Bologna sistema i suoi problemi sul lato sinistro.

Taider 5,5 – Praticamente non si vede mai. Tachtsidis lo mette in grande difficoltà con i suoi inserimenti. La sua gara è abbastanza anonima.

Diawara 5 – Tenta di rompere il gioco rossoblù, ma il più delle volte finisce per farsi prendere dall’irruenza e compie interventi fallosi. Nel concitato finale si fa espellere pregiudicando la sua già non eccellente prestazione.

Brienza 6 – Parte a centrocampo, poi Donadoni, con l’ingresso di Brighi, lo sposta in attacco a fare l’ala destra. Si disimpegna bene e mette buoni cross al centro.

Mounier 5,5 – Si posiziona sulla sinistra e prova con le sue serpentine a mettere in crisi Ansaldi. Con lo scorrere dei minuti si eclissa definitivamente e non tocca più palla.

Destro 5,5 – Resta abbastanza isolato lì davanti. Galleggia sulla linea del fuorigioco per provare a sorprendere la difesa rossoblù alle spalle. Non ci sono palloni giocabili per lui quest’oggi.

Rizzo 6 – Si muove bene e si fa notare per uno spettacolare coast to coast che coglie impreparati i compagni. Lascia anzitempo il terreno di gioco per un problema fisico. Dal 31’ Brighi 6 – Viene posizionato a centrocampo. Non fa grossi errori e si disimpegna bene in quella posizione.

All. Donadoni 7 – Il Bologna appare quasi subito impaurito dall’atteggiamento aggressivo del Genoa. I felsinei sul finire del primo tempo soffrono tantissimo i ragazzi di Gasperini. Meglio nella ripresa dove gli emiliani riescono a creare anche qualche grattacapo ai genoani. Con un po’ di fortuna arriva il gol al fotofinish che cambia la storia del match. Dall’arrivo di Donadoni questo Bologna ha un rendimento da zona Europa League. Incredibile.

 

Arbitro Di Bello 5,5 – Partenza molto pericolosa perchè grazia Diawara per una bruttissima entrata a piedi uniti: il centrocampista del Bologna, meritava almeno il giallo. In generale però arbitra bene e lascia giocare molto: corrette le due espulsioni nei minuti finali.

 

TABELLINO

GENOA-BOLOGNA 0-1

Genoa (3-5-2): Perin; De Maio, Burdisso, Ansaldi; Izzo, Rincon, Tino Costa(dal 54’ Perotti), Tachtsidis, Laxalt; Gakpé(dall’83’ Ntcham), Pandev(dal 71’ Capel). A disp.: Ujkani, Lamanna, Munoz, Cissokho, Lazovic, Diogo Figueiras. All. Gasperini.

Bologna (4-3-3): Mirante; Rossettini, Oikonomou, Gastaldello(dal 45’ Ferrari), Morleo(dal 71’ Mbaye); Taider, Diawara, Brienza; Mounier, Destro, Rizzo(dal 31’ Brighi). A disp.: Crisetig, Pulgar, Acquafresca, Zuculini, Da Costa, Crimi, Donsah, Stojanovic, Falco. All. Donadoni.

Arbitro: Marco Di Bello di Brindisi

Marcatori: 91’ Rossettini (B)

Ammoniti: 25’ Gastaldello (B), 73’ Mounier (B), 80’ Diawara (B), 93’ Diawara (B)

Espulsi: 80’ Perotti (G), 93’ Diawara (B)




Commenta con Facebook