• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Juventus > Juventus-Fiorentina, Allegri: "E' uno scontro diretto. Morata? Le cose verranno decise in futuro"

Juventus-Fiorentina, Allegri: "E' uno scontro diretto. Morata? Le cose verranno decise in futuro"

Il tecnico bianconero ha presentato la sfida di domani sera contro i viola


Massimiliano Allegri ©Getty Images
Jonathan Terreni

12/12/2015 11:25

JUVENTUS FIORENTINA CONFERENZA ALLEGRI / TORINO - E' la vigilia di Juventus-Fiorentina e Massimiliano Allegri ha presentato la sfida dello 'Juventus Stadium'. Calciomercato.it ha seguito in tempo reale le parole in conferenza stampa del tecnico bianconero da 'Vinovo': "In campionato arrivare a marzo a ridosso delle prime vorrebbe dire avere un finale in cui possiamo giocarci le nostre chanches di vittoria. Veniamo da un periodo positivo. Domani è uno scontro diretto, una partita importante contro una Fiorentina che gioca molto bene. Possiamo accorciare la classifica ma ci sono ancora tante partita da giocare. Il pareggio? Giochiamola intanto. Poi vedremo. Nel calcio ci sono poche cose da inventare. L'aspetto psicologico è importantissimo perché i giocatori devono essere motivati per farli rendere al massimo. A livello tattico non si nasconde più nulla ormai".

KHEDIRA & Co. - Alcune news Juventus di formazione: "Khedira sta discretamente bene. Così come Mandzukic, Evra, Padoin e Zaza. Dovrebbero essere tutti a disposizione. Rugani l'ho visto bene, come sempre. E' pronto per giocare, se non domani mercoledì o col Carpi. Da qui alla sosta avrà il suo spazio".

MORATA - "Morata ha un contratto con la Juventus. Le cose verranno decise in futuro. Le critiche sono eccessive. In Champions ha sempre fatto gol o avuto occasioni e non è poco. A Siviglia anche se non ha segnato ha fatto una buona prestazione, deve stare tranquillo perché è un giocatore determinante a livello europeo. Non abbiamo saputo gestire bene la gara in alcuni momenti. In Europa c'è molta più qualità e tutti giocano per vincere. Martedì abbiamo abbassato la guardia e questo non deve accadere".

SOUSA E LA VIOLA - "I risultati gli danno ragione. E' un allenatore che avrà un futuro importante poi nel calcio si sa, contano i risultati. Al primo anno in Italia non era certo facile. Un conto è fare il giocatore, un altro fare l'allenatore. Hanno Ilicic, Borja Valero e Kalinic che ha le caratteristiche del grande bomber. Marcatura a uomo? No. I viola giocano un buon calcio e non ha le pressioni per dover vincere per forza il campionato. Sarà una partita molto complicata. Sono lassù con pieno merito anche se qualcuno non se lo sarebbe aspettato".

 

 

Entra a far parte della nostra cerchia, clicca G+




Commenta con Facebook