• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > > IL PAGELLONE DI CALCIOMERCATO.IT: Dybala pazzesco, Migliaccio follia da record

IL PAGELLONE DI CALCIOMERCATO.IT: Dybala pazzesco, Migliaccio follia da record

Top e Flop della 15a giornata di Serie A secondo i voti dei nostri inviati


Juventus ©Getty Images
Emiliano Forte

07/12/2015 07:50

PAGELLONE, DYBALA MIGLIACCIO / ROMA - Dopo 15 turni, continuano gli avvicendamenti in vetta alla classifica di Serie A, a testimonianza di una prima parte di torneo all'insegna dell'incertezza e del grande equilibrio.
A sorridere questa volta è l'Inter che, grazie al 'solito' 1-0 firmato da un Ljajic in veste di trascinatore, torna davanti a tutti, a spese di un Napoli irriconoscibile che cade a Bologna. Tra gli azzurri male la difesa ed in particolare Koulibaly, messo alle corde da un Destro sontuoso come mai prima d'ora.
Continua la sua rincorsa alla quota Champions la Juventus, che batte anche la Lazio allo stadio 'Olimpico' grazie ad un Dybala in vena di magie e tallona la Roma quarta in classifica, distante ormai un solo punto. Tra i biancocelesti, che si confermano in grande difficoltà, da segnalare la brutta prova difensiva soprattutto del brasiliano Mauricio autore di due svarioni decisivi nel corso del primo tempo. Da record l'espulsione rimediata da Migliaccio in Atalanta-Palermo a poco più di 30 secondi dal suo ingresso.

 

TOP

 

5.Politano (Sassuolo) - Il suo movimento è continuo ed in coppia con Vrsaljko domina in lungo ed in largo sul settore di destra. Garantisce un supporto decisivo al gioco offensivo neroverde senza rinunciare ai duelli a metà campo. Suo l'assist per Acerbi che sblocca il risultato dopo 8 minuti. Inesauribile. VOTO 7,5

4.Mirante (Bologna) - Autore di una serie di parate tanto difficili quanto decisive, è insieme a Mattia Destro l'eroe di giornata in casa rossoblu. Solo nel finale, ad impresa ormai compiuta, si arrende per due volte ai colpi del 'Pipita'. La salvezza del Bologna passa anche dai suoi guanti. Fortezza. VOTO 7,5

3.Ljajic (Inter) - L'ex Roma è in grande condizione e Roberto Mancini sa che in questo momento non può farne a meno. Il ragazzo ha talento da vendere e quando le gambe girano a mille scappa via che è una meraviglia. Decide il match con una punizione velenosa che attraversa un groviglio di gambe in piena area prima di trafiggere un Perin immobile. Imprendibile. VOTO 7,5

2.Destro (Bologna) - È una prestazione enorme quella dell'ex attaccante di Inter, Roma e Milan che, nella sfida contro il Napoli, si scatena e gioca da leader. Addirittura da campione consumato. Impeccabile in zona gol, dove approfitta delle amnesie difensive partenopee, ed instancabile quando si tratta di ripiegare e fare il 'lavoro sporco' per aiutare i compagni. Gigante. VOTO 8

1.Dybala (Juventus) - Da un suo tiro-cross arriva l'autogol di Gentiletti che sblocca il risultato al primo vero affondo bianconero. È solo l'inizio di uno show personale in cui il gioiello argentino della Juventus porta a spasso i centrali biancocelesti frastornati dal suo talento. Il gol che vale il 2-0 (stop fuori area, palleggio e sinistro al volo che finisce nell'angolino) è un autentico capolavoro, una gemma che lancia i bianconeri in classifica e che certifica l'ascesa tra i grandi del nostro campionato dell'ex Palermo. Fenomeno. VOTO 8

 

FLOP

 

5.Padelli (Torino) - Nel corso della ripresa Pjanic porta in vantaggio i suoi con una punizione che rimbalza docile in area senza incontrare alcuna deviazione prima di finire in rete. Un gol chiaramente evitabile sul quale il portiere del Toro ha evidenti responsabilità, vista l'uscita suicida che lo manda fuori posizione e lo condanna alla figuraccia. Impallinato. VOTO 4,5

4.Koulibaly (Napoli) - Mai così male il gigante senegalese del Napoli da quando è partita la nuova stagione con Sarri in panchina. Spesso distratto e fuori posizione, ha responsabilità evidenti sull'1-2 rossoblu firmato Destro-Rossettini. Annebbiato. VOTO 4,5

3.Silvestre (Sampdoria) - Il Sassuolo per vie centrali fa il bello ed il cattivo tempo soprattutto nella prima parte di gara, quando va in gol per ben tre volte. Dal canto suo il centrale blucerchiato è regolarmente messo alle corde dagli avversari senza riuscire mai a reagire. Sul passivo finale pesano inevitabilmente le sue amnesie in fase di copertura. Annichilito. VOTO 4,5

2.Mauricio (Lazio) - Protagonista in negativo nelle azioni che permettono alla Juventus di uscire dallo stadio 'Olimpico' con i tre punti in tasca, il difensore brasiliano scivola ancora una volta in una notte da incubo. Imperdonabile ed incomprensibile il suo appoggio di testa che alla mezz'ora permette ad Asamoah di dare il via all'azione del 2-0 firmato Dybala. Impresentabile. VOTO 4,5

1.Migliaccio (Atalanta) - Entrato al posto di Kurtic, in poco più di mezzo minuto il centrocampista atalantino riesce nell'impresa di conquistare il primato tra le delusioni di giornata. Nei pochi secondi in cui rimane in campo, Migliaccio entra nel tabellino del match con un brutto intervento a gamba tesa su Chochev che gli costa il rosso diretto. Da censura. VOTO 4




Commenta con Facebook