• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Milan > Calciomercato Milan, Raiola su Ibra rossonero: "La speranza è l'ultima a morire"

Calciomercato Milan, Raiola su Ibra rossonero: "La speranza è l'ultima a morire"

Il procuratore parla anche di Donnarumma e Mkhitaryan


Mino Raiola © Getty images

27/11/2015 16:46

CALCIOMERCATO MILAN RAIOLA IBRAHIMOVIC DONNARUMMA / MILANO - "La speranza è l'ultima a morire": Mino Raiola non vuole chiudere definitivamente il sogno di rivedere Ibrahimovic al Milan anche se ammette che le possibilità sono poche. 

"L'estate scorsa un suo ritorno al Milan era molto difficile - le parole del noto procuratore a 'Premium Sport' - per prima cosa perché c'era un accordo col Psg e Zlatan voleva rispettarlo. Adesso va in scadenza, vediamo cosa succederà. Un ritorno in Italia è difficile per il momento che sta passando il calcio italiano: siamo realisti, ci sono poche squadre che possono permettersi un top player come lui. Volendo l'affetto basta, ma quelle sono decisioni che prende il giocatore: se un giorno vorrà giocare gratis lo deciderà lui. Non c’è solo l'America, è ancora troppo presto per capire, ma è ovvio che un giocatore del suo spessore è padrone del suo destino. Se autorizzo i tifosi del Milan a sperare? La speranza è l’ultima a morire".

Raiola parla anche di Donnarumma: "E' un Modigliani, vale 170 milioni. Ha un grande avvenire, è un ragazzo straordinario e si fa ben volere da tutti. È già un piccolo campione, ma potrà diventare un grande campione".

Una battuta anche su Mkhitaryan dichiara: "A gennaio il Borussia non se ne priverà: era un giocatore importante prima e ora è fondamentale per i meccanismi della squadra. Inoltre il Dortmund non ha bisogno di soldi, se andrà via lo farà solo a luglio. Può essere un regista avanzato ma anche un regista arretrato. Ha le caratteristiche di Pirlo e qualche grande allenatore gli ha già consigliato questo cambio di ruolo. Scudetto? La Juve se gioca come contro il City può recuperare. Mi piace la Fiorentina, poi ci sono Inter, Napoli e Roma. E se Balo tornerà in fretta anche il Milan potrebbe dire la sua". 

B.D.S.




Commenta con Facebook