• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Pagelle > PAGELLE E TABELLINO DI BELGIO-ITALIA

PAGELLE E TABELLINO DI BELGIO-ITALIA

Candreva e De Sciglio si trasformano in azzurro, Florenzi sempre al top. In ombra Hazard ma De Bruyne e Batshuayi regalano una vittoria prestigiosa.


Batshhuay (Getty Images)
Davide Ritacco

13/11/2015 22:47

ECCO LE PAGELLE DI BELGIO-ITALIA

 

 

BELGIO

Mignolet 7 – Molto bravo in ogni occasione. Pecca in qualche uscita ma si era opposto bene a Pellè in occasione del gol ed è strepitoso su Candreva nel primo tempo e Pellè nel secondo.  

Cavanda 5 – Il peggiore in campo in assoluto. Soffre terribilmente Candreva (che pur dovrebbe conoscere) e sembra molto spaesato e inadatto per una nazionale così importante. Dal 63’ Denayer 5,5 – Il suo ingresso costringe Alderweireld a spostarsi sulla destra e il Belgio perde un equilibrio importante.

Alderweireld 6 – In occasione del gol tarda a chiudere sull’arrembante Candreva e non è quasi mai sicuro. Spostato a destra non migliora ma argina l’Italia.   

Lombaerts 6 – Lotta molto fisica con Pellè. Il suo gli consente di combattere ad armi pari ricorrendo anche a qualche fallo eccesivo.

Vertonghen 6 – Soffre il passo diverso di Florenzi ma con esperienza e grazie al gol del pareggio, porta a casa la sufficienza.

Witsel 6,5 – Il sogno di mercato del Milan si fa apprezzare per la suo logica calcistica e il senso tattico. Sempre elegante e ben posizionato è il faro del centrocampo di Wilmots. Un giocatore moderno e importante.   

Nainggolan 6 – Parte un pò con i remi in barca. Non è il solito mastino e patisce le ali veloci di Conte faticando nei raddoppi.

De Bruyne 7 – La sua prestazione lievita specialmente nella ripresa quando l’intensità dell’Italia cala e la sua classe e forza può uscire fuori. E’ bravo a  farsi trovare pronto per la rete della vittoria.  

Hazard 6 – Si vede poco e male nel primo tempo. Si accende a tratti e quando lo fa l’Italia si spaventa ma non è la sua serata migliore il che rispecchia il momentaccio con il Chelsea.  

Carrasco 6 – Alla ricerca del primo gol con la nazionale maggiore, sembra sbloccarsi ma la sua rete è in evidente fuorigioco. Nel duello con De Sciglio sulla corsia di competenza, ne esce sconfitto ma trova l’assist vincente del 3-1.  

Lukaku 5,5 – Poca incisività in avanti. De Sciglio gli regala una grande occasione ma si fa rimontare da Chiellini. Dal 63’ Batshuay 7 – Entra e cambia il volto del Belgio con una serie di tagli che mettono in difficoltà gli azzurri. Approfitta dell’appannamento fisico di Bonucci e Chiellini per inserirsi e battere Buffon.   

C.T. Wilmots 7 – La sua nazionale è senza ombra di dubbio la più talentuoso d’Europa e forse del mondo agli europei sarà chiamata a rispettare il ruolo da protagonista, non facile reggere la pressione ma stasera la prova è superata.

 

ITALIA

Buffon 6 – Viene superato dal colpo di testa ravvicinato di Vertonghen sul quale non può fare molto. Sorpreso anche da Batshuay, prima riesce a respingere ma arriva De Bruyne, sul secondo viene trafitto sul suo palo.   

Darmian 5,5 – Insieme a Florenzi lavora molto bene ma fra i due è il meno lucido e spinge meno. Cala vistosamente nella ripresa.  

Bonucci 5 – L’errore, seppur sia un infortunio, è troppo grave per non essere sottolineato. Fin lì aveva presieduto bene la propria zona e in area di rigore si era fatto rispettare. Dal 92’ Barzagli s.v.

Chiellini 6 – Si fa sorprendere dai blocchi belgi e dall’arrivo a fari spenti di Vertonghen che di testa trova il pareggio. Poco fluido ma l’intervento su Lukaku a fine primo tempo è eccezionale.  

De Sciglio 6 – Sembra un altro giocatore rispetto al Milan. Molto bene, specie nel primo tempo. A parte l’erroraccio che lancia Lukaku, col passare dei minuti prende sempre più confidenza, poi cala come tutta l’Italia. Dal 89’ Antonelli s.v.  

Florenzi 7 – Sempre sulla destra. Da una sua discesa nasce il primo gol dell’Italia, continua a martellare il povero Vertonghen che deve ricorrere a tutta la sua esperienza per arginarlo. Dal 80’ El Shaarawy s.v.

Marchisio 6,5 – Molto bene in mezzo al campo. Al cospetto di gente come Nainggolan e Witsel se la cava alla grande. Ha ragione Conte quando lo elogia definendolo un jolly fondamentale.

Parolo 6 – Meno positivo del collega di reparto ma comunque sufficiente. Il modulo forse preclude la sua migliore qualità: l’inserimento. Dal 60’ Soriano 6 – Appena entrato fa valere il suo affiatamento con Eder per offrirgli un assist al bacio. Ma deve essere più incisivo.

Candreva 7 – Un avvio di partita fantastico; un gol e un pezzo di bravura sull’ex compagno Cavanda che solo grazie ad un grande intervento di Mignolet non porta l’Italia sullo 0-2. E’ sempre nel vivo della manovra e sembra particolarmente ispirato.  

Pellé 5,5 – Entra nell’azione del gol impegnando Mignolet in una difficile deviazione che favorisce il tap-in di Candreva per il vantaggio azzurro. Poi tanto lavoro sporco.  Dal 80’ Okaka s.v.

Eder 6 – Si muove su tutto il fronte offensivo cercando di sfruttare l’intesa e il lavoro di Pellè. Forse un po’ troppo impreciso ma la traversa colpita grida ancora vendetta. Dal 80’ Zaza s.v.  

C.T. Conte 6 – La sua Italia ha un’identità precisa. Contro la migliore squadra del mondo per il ranking FIFA e non solo, gioca a viso aperto con la mentalità da grande squadra. La sua mano si vede e come. Utilizza gli uomini che quasi certamente andranno in Francia ed è un valore aggiunto per questa nazionale ma quando il Belgio accelera nel secondo tempo per l’Italia è notte fonda.   

 

Arbitro: Marciniak 6,5 – Amichevole fino ad un certo punto. Nel primo tempo deve estrarre per ben 4 volte il cartellino giallo per tenere sotto controllo il match. Molto meglio nella ripresa senza episodi importanti da segnalare.

 

TABELLINO

 

BELGIO-ITALIA  3-1

 

Belgio (4-2-3-1): Mignolet; Cavanda (dal 63’ Denayer), Alderweireld, Lombaerts, Vertonghen; Witsel, Nainggolan; De Bruyne, Hazard, Carrasco (dal 87’ Mirallas); Lukaku (dal 63’ Batshuay). A disp.: Sels, Defour, Vermaelen, Meunier, Gillet, Kums, Dembele, Depoitre, Benteke. C.T.: Wilmots.

Italia (4-4-2): Buffon; Darmian, Bonucci (dal 92’ Barzagli), Chiellini, De Sciglio (dal 90’ Antonelli); Florenzi (dal 80’ El Shaarawy), Marchisio, Parolo (dal 60’ Soriano), Candreva; Pellé (dal 80’ Okaka), Eder (dal 80’ Zaza). A disp.: Sirigu, Perin, Astori, Acerbi, Cerci, Montolivo,  Gabbiadini, Giaccherini, Bonaventura, De Silvestri, Padelli. C.T.: Conte.

 

Arbitro: Marciniak (POL)
 

Marcatori: 3’ Candreva (I), 13’ Vertonghen (B), 74’ De Bruyne (B), 86’ Batshhuay (B)

 

Ammoniti: 25’ Vertonghen (B), 27’ Eder (I), 33’ Lombaerts (B), 34’ Chiellini (I), 90’ Antonelli (I)

 

Espulsi:

 




Commenta con Facebook