• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Inter > Inter-Roma, Mancini: "Loro e il Napoli favoriti". Poi risponde a Icardi

Inter-Roma, Mancini: "Loro e il Napoli favoriti". Poi risponde a Icardi

Il tecnico nerazzurro: "La gara di domani non sarà decisiva. La Juve può rientrare"


Roberto Mancini © Getty Images
Silvio Frantellizzi (Twitter: @SilFrantellizzi)

30/10/2015 15:00

INTER ROMA CONFERENZA STAMPA MANCINI LIVE/ MILANO - Il tecnico dell'Inter Roberto Mancini, interviene in conferenza stampa alla vigilia del big-match di campionato che vedrà i nerazzurri secondi in classifica ospitare al 'Meazza' la Roma capolista. Calciomercato.it segue per Voi in diretta le dichiarazioni di Mancini.

MAICON - "E' stato ed è ancora uno dei più grandi terzini al mondo. Abbiamo avuto la fortuna di averlo qua nei suoi anni migliori ed è stato uno degli artefici di quella grande squadra".

SFIDA SCUDETTO - "Sarà una sfida tra due squadre di vertice e solo questo basta per darti la concentrazione necessaria. A volte l'Inter può pensare di poter gestire le partite ma è difficile parlo".

AUTOSTIMA - "Noi un po' di autostima ce l'abbiamo ma dobbiamo migliorare molto rispetto ad una Roma che ha avuto difficoltà all'inizio e poi si è ripresa. La Roma è una squadra forte con giocatori che giocano insieme da tre anni".

SCUDETTO - "Credo che Roma e Napoli siano le squadre favorite per lo Scudetto, sono le più attrezzate. Per il Napoli vale lo stesso discorso della Roma: giocano insieme da tre anni ed hanno preso un nuovo allenatore ma molto esperto. Penso comunque che la Juventus possa rientrare".

IMPORTANZA - "Siamo ancora all'undicesima giornata di campionato quindi non possiamo parlare di sfida decisiva - ha spiegato Mancini, protagonista odierno delle News Inter - sarà comunque una partita importante perché in caso di vittoria ci darebbe una grande spinta".

ICARDI - "Le parole di Icardi dopo Bologna? Le ho lette, non le ho sentite. Ha detto praticamente quello che avevo detto io: gli attaccanti cercano sempre delle scuse. Ma non è vero che avuto 4 palloni in 10 partite, ne ha avuti 4 solo col Palermo... Lui e Jovetic hanno giocato troppe poche partite insieme per essere consapevoli di quello che possono fare. Poi è anche vero che i giocatori quando non arrivano i palloni se li vanno a cercare, credo sia solo una questione di tempo".

DUBBI DI FORMAZIONE - "Se ho ancora dei dubbi di formazione? No, è tutto chiaro, l'unico dubbio è tra Samir (Handanovic) e Berni (ride, ndr). Medel giocherà al cento per cento: si è riposato, sta bene e giocherà".

GIU' LA MASCHERA - "Se sarà la partita giusta per tirare giù la maschera e vedere la vera Inter? Sì, può esserlo, giochiamo contro una grande squadra e la partita può darci la consapevolezza di poter lottare sempre in alto. Battere la Roma significa battere la squadra più forte del momento insieme al Napoli che affronteremo tra un mese. Se riuscissimo a vincere con entrambe e restare in alto, credo che la situazione per noi si farebbe carina".

VITTORIE E GIOCO - "Se uno vince è contento, quando ci riesci è difficile farlo senza meritarlo. Le partite che abbiamo vinto le abbiamo meritate avendo problemi nel far gol, una cosa stranissima, ma con una difesa che ha retto bene".

FAVORITI - "Roma favorita? Ci può sare, sono primi in classifica ma anche noi siamo una grande squadra. In campo non ci sarannno certo il Barcellona contro l'ultima della classe".

PROBLEMI IN AVANTI - "I problemi in attacco? Questo è un mistero, in alcune partite avremmo potuto segnare anche tre o quattro gol ma non ci siamo riusciti e non capisco perché visto che abbiamo tanti attaccanti di qualità in rosa".

LJAJIC - "Motivazioni in più per Ljajic? Ce l'avrà come in tutte le altre partite, non credo cambi il fatto di dover affrontare la sua ex squadra. Lui e Jovetic non hanno ancora giocato insieme per via degli infortuni ma è una coppia che proporrò".

DZEKO - "Chi temo di più nella Roma? Dobbiamo fare attenzione a Dzeko, in questo momento non sta segnando molto come Icardi ma credo sia uno dei centravanti più forti al mondo e arriverà sicuramente a quota 15 gol".




Commenta con Facebook