• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Napoli > Napoli, Zuniga: "Non so perché non gioco. Sarri lo capisco, ma la società..."

Napoli, Zuniga: "Non so perché non gioco. Sarri lo capisco, ma la società..."

L'esterno colombiano critica l'atteggiamento del club nei suoi confronti


Juan Camilo Zuniga ©Getty Images
Andrea Della Sala (Twitter: @dellas8427)

28/10/2015 12:33

SERIE A NAPOLI ZUNIGA / NAPOLI - Il Napoli sta vivendo un ottimo momento. Le idee di Sarri si vedono sul campo e la squadra vince e diverte, stasera le news Napoli vedranno gli azzurri di fronte al Palermo al 'San Paolo' alla ricerca della quinta vittoria consecutiva. Nello scorso calciomercato si è parlato tanto del futuro di Camilo Zuniga che sembrava a un passo dalla Sampdoria e poi vicino alla Fiorentina, ma poi è rimasto tra i partenopei. Il colombiano ha provato a chiarire la sua situazione, lasciando anche partire qualche stoccata verso il club.

Queste le sue parole nell'intervista rilasciare a 'El Tiempo': "Prima di tutto ci tengo a dire che sto bene, non ho nessuna lesione e ci tengo a chiarirlo. Mi sto allenando ma non sono tenuto in considerazione, non capisco eppure io sto bene fisicamente. Non so il motivo per cui non sono considerato dallo staff tecnico, quello che mi sta capitando è davvero molto strano. Il problema è con la società, perché il tecnico è appena arrivato e posso capirlo. Ho parlato con il direttore sportivo, loro come me stanno aspettando il mercato di gennaio. Ma se vogliono vendermi, così nessuno può vedere che sto bene; se la loro intenzione è di cedermi, è più facile farlo facendomi giocare".

Zuinga ha parlato anche dell'interesse della Fiorentina e di altri club: "Credo che club interessati a me ce ne siano. Io ho chiesto alla società di darmi una chance, ma loro non lo hanno fatto. Forse perché poi le cose sarebbero più complicate. Fisicamente sto bene, devo rimanere forte anche di testa, se no poi prendi decisioni di cui ti penti. Mi fa arrabbiare il  fatto non poter fare ciò che mi piace. Rispetto lo staff, io spero sempre di andare in panchina o quantomeno di sentirmi parte del gruppo. Il mio desiderio è quello di giocare, ho bisogno di andare in un club che mi valorizzi e abbia fiducia in me". 




Commenta con Facebook