• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Altro > Moto GP, Rossi penalizzato a Valencia: "Non so se correrò"

Moto GP, Rossi penalizzato a Valencia: "Non so se correrò"

Il 'Dottore' protagonista in negativo del contatto con Marquez sul circuito di Sepang


Valentino Rossi (Getty Images)
Giorgio Musso (Twitter: @GiokerMusso)

25/10/2015 10:06

MOTO GP MALESIA ROSSI PENALIZZAZIONE MARQUEZ / SEPANG (Malesia) - Valentino Rossi partirà all'ultimo posto sulla griglia di partenza a Valencia, ultima tappa del Mondiale della Moto GP. La decisione della race direction è arrivata al termine del Gran Premio di Malesia sul circuito di Sepang, dopo l'acceso duello culminato nel contatto tra il 'Dottore' e Marquez, che ha costretto lo spagnolo al ritiro durante il settimo giro. Rossi, che conserva sette punti di vantaggio in classifica sul rivale per il titolo Lorenzo, oltre alla retrocessione in griglia nella prossima gara è stato sanzionato con 3 punti in meno sulla patente pilota. Il campione di Tavullia, dopo il rigetto del ricorso Yamaha sulla penalizzazione, ha ammesso: "Non so se scenderò in pista a Valencia".

AGGIORNAMENTO ORE 10.15 - Valentino Rossi spiega la dinamica del contatto con Marquez: "Ho perso molto tempo con Marc e alla curva 14 sono andato largo per prendere una linea migliore. Poi io con Marquez avevo problemi, credo si sia avvicinato lui... - ha detto l'italiano come riporta 'Gazzetta.it' - È un peccato perché in una gara normale potevamo battagliare con Lorenzo e ora, invece, il campionato sarà molto più difficile". Il pilota Yamaha poi, appresa la notizia della squalifica, non si è presentato in conferenza stampa.

AGGIORNAMENTO ORE 10.25 - Jorge Lorenzo si è soffermato sulla penalizzazione a Rossi: "E' una decisione ingiusta, ha buttato fuori Marquez. Non meritava di conservare il terzo posto", ha dichiarato il pilota Yamaha in conferenza stampa.

AGGIORNAMENTO ORE 10.40 - La Yamaha ha presentato ricorso contro la sanzione a Valentino Rossi: una decisione definitiva da parte della race direction è attesa entro le 11 italiane.

AGGIORNAMENTO ORE 12.10 - Arrivano nuove dichiarazioni da Sepang da parte di Valentino Rossi: "Non volevo arrivare a questa fase, ma giocarmi il campionato solo con Lorenzo. Oggi Marquez ha dimostrato che quello che avevo detto in conferenza stampa era vero: dicendo quelle cose speravo di smascherarlo, che il mio avvertimento fosse chiaro, che si sarebbe comportato in maniera diversa - ha sottolineato il 'Dottore' come riporta 'Sky Sport' - Purtroppo non è servito, si è comportato peggio che in Australia. Non volevo farlo cadere, non era mia intenzione. Volevo solo farli perdere tempo e fuggire per lasciarlo dietro. Mi ha portato allo sfinimento, mi stava facendo da tappo. Mi sono allargato per rallentarlo, non gli ho dato assolutamente un calcio: ci mancherebbe, a quelle velocità la dinamica della caduta non sarebbe stata uguale. Nelle immagini dall'alto, poi, si vede benissimo: lui ha cercato di curvare, mi ha toccato col manubrio sulla coscia sinistra e il mio piede dalla pedana si alza solo quando lui sta già per vedere. Volevo solo dirgli: "Ora basta". E' brutto finire così, ma si è messo in testa che voleva decidere lui il Mondiale. Si è vista poche volte una situazione così nello sport; con questa sanzione ha vinto Marquez, non penso sia una decisione giusta. Mi voleva far perdere il Mondiale e ci è riuscito".

AGGIORNAMENTO ORE 12.20 - Non si è fatta attendere la replica di Marc Marquez a Rossi: "Valentino mi ha aspettato e, quando ero vicino, mi ha dato un calcio - ha dichiarato il pilota Honda in conferenza stampa - Nel calcio questo è cartellino rosso: io ero nel box e lui stava ancora gareggiando. In pista noi piloti ci giochiamo la vita".

AGGIORNAMENTO ORE 12.30 - La race direction rigetta il ricorso della Yamaha e conferma la penalizzazione a Valentino Rossi, che partirà ultimo nel Gp di Valencia. Confermati anche i tre punti in meno di sanzione sulla patente pilota.




Commenta con Facebook