• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Milan > Torino-Milan, Mihajlovic: "Dobbiamo essere più furbi. Nessun problema con il presidente"

Torino-Milan, Mihajlovic: "Dobbiamo essere più furbi. Nessun problema con il presidente"

Il tecnico rossonero: "Sono pagato per fare scelte e mi prendo le responsabilità"


Mihajlovic © Getty Images
Silvio Frantellizzi (Twitter: @SilFrantellizzi)

17/10/2015 23:27

TORINO MILAN MIHAJLOVIC DIEGO LOPEZ/ TORINO - Il tecnico del Milan Sinisa Mihajlovic, ha commentato così l'1-1 ottenuto dai rossoneri in casa del Torino: "Devo ripetermi, regaliamo sempre un tempo a partita ai nostri avversari - ha dichiarato ai microfoni di 'Premium Sport' - abbiamo fatto un'ottima gara ma abbiamo smesso di giocare dopo il gol, è come se avessimo perso la serenità. Credo sia un problema di ansia, a fine gara sono costretto a dire sempre le stesse cose".

MODULO - "Con il 4-3-3 abbiamo fatto bene ma non esiste un modulo che ti fa vincere o perdere le partite, anche se oggi eravamo sicuramente più compatti anche grazie al lavoro degli esterni".

DELUSIONE - "Tifosi delusi? I primi ad essere delusi siamo noi, cercheremo di crescere e migliorare partita dopo partita. Il campioato è lungo, anche la Lazio ha perso 5-0 col Napoli ma poi ha vinto tre partite di fila".

FIDUCIA - "Se sento la fiducia della società? Il presidente è un imprenditore di calcio, con lui c'è un ottimo rapporto e non c'è mai stato alcun problema. Ho il piacere di confrontarmi con lui e Galliani ma le scelte devo farle io perché sono pagato per questo".

RESPONSABILITA' - "Io sono l'allenatore del Milan, sono pagato per fare delle scelte e mi prendo sempre le responsabilità - ha poi dichiarato ai microfoni di 'Sky Sport' - dovevamo essere più furbi, per me sono due punti persi e non uno guadagnato".

LA PARTITA - "Abbiamo fatto la gara che avevamo preparato. Dovevamo fare meglio in avanti, come diceva Boskov 'Chi tira mai sbaglia', dovevmao crederci di più. Nell'intervallo ho chiesto ai giocatori di crederci, purtroppo abbiamo tirato poco in porta con i centrocampisti".

BASELLI - "Se ho considerato Baselli un mio giocatore? Gli faccio i complimenti perché sta facendo molto bene, di solito non sono abituato a parlare di giocatori non miei. Magari poteva risparmiarsi il gol di stasera (ride, ndr)".




Commenta con Facebook