• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Napoli > Calciomercato Napoli, Emery: "Serie A un sogno, ecco perchè ho detto no a De Laurentiis"

Calciomercato Napoli, Emery: "Serie A un sogno, ecco perchè ho detto no a De Laurentiis"

Il tecnico spagnolo: "Chissà che nel futuro non ci sarà un'aventura insieme, ma ora come ora la mia priorità era il Siviglia"


Emery e Castro (Getty Images)
Marco Di Federico

09/07/2015 08:13

CALCIOMERCATO EMERY SARRI DE LAURENTIIS SIVIGLIA / NAPOLI - Unay Emery è stato uno degli obiettivi del calciomercato Napoli per rimpiazzare Rafa Benitez. Il tecnico che ha appena vinto l'Europa League con il Siviglia ha però deciso di restare in Andalusia per giocare quella Champions League che gli azzurri, al contrario, non disputeranno. Ai microfoni del 'Corriere dello Sport', il tecnico ha parlato di calciomercato e non solo, affrontando molti tempi che riguardano anche la Serie A. "Sono rimasto qui perché ho pensato che più esperienza fai allenando squadre che giocano le competizioni europee e più ti avvicini ai trionfi. - le sue parole - Ci siamo qualificati per la Champions e insieme al Barcellona siamo l'unica squadra spagnola che giocherà una finale. Io sono riconoscente al Siviglia, lo rispetto e ringrazio per l'interesse mostrato da altre società, anche perché conoscere gente del calcio è sempre importante, è una cosa che ti arricchisce".

NAPOLI - "De Laurentiis è un presidente che ha manifestato per me e per il mio lavoro grande interesse, mi ha fatto piacere conoscerlo, abbiamo avuto un bel colloquio e Napoli offre molto ad un allenatore per crescere: un campionato che mi attrae e buoni giocatori. Chissà che nel futuro non ci sarà un'aventura insieme al Napoli, ma ora come ora la mia priorità era il Siviglia perché ha una cosa che il Napoli non ha: la Champions".

SERIE A - "L'Italia ha sempre avuto un campionato molto competitivo, io la vedo da qui come una "liga" attraente, bellissima e molto esigente. Ci sono 5-6 squadre molto forti oltre alla grandezza della Juventus, è perfetta per crescere e fare grandi cose. Insieme a Premier, Liga e Bundes è il miglior campionato d'Europa: ci saranno momenti in cui una è meglio delle altre, ma il campionato italiano resta il sogno di ogni allenatore"




Commenta con Facebook