• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > > L'Editoriale di Marchetti - Nasce il Napoli più italiano: un acquisto per reparto

L'Editoriale di Marchetti - Nasce il Napoli più italiano: un acquisto per reparto

Consueto appuntamento con il nostro editorialista ed esperto di mercato di Sky Sport 24


Luca Marchetti
Luca Marchetti (@LucaMarchetti)

03/07/2015 12:00

EDITORIALE MARCHETTI NAPOLI PIÙ ITALIANO RINFORZI DALLA SERIE A / MILANO - Oggi, è vero, partono ufficialmente le avventure di Milan e Inter. Il derby sul calciomercato ha infiammato questo fine giugno. E della rivalità, rinnovata, delle milanesi abbiamo già scritto molto e continueremo a scrivere.

Ma in questi giorni anche il Napoli sta chiudendo le sue trattative, messe in piedi nelle settimane passate. Giuntoli ora è anche, ufficialmente, il nuovo direttore sportivo: passato il 30 giugno è caduto anche l'ultimo velo sul suo operato. Già era arrivato Valdifiori, ma le trattative con l'Empoli non sono finite qui, anzi. Ma andiamo per ordine. Reparto per reparto.

E non dimentichiamoci il portiere. Eh sì perché se è già arrivato Pepe Reina non è detto che sia l'unico. Anzi...A Giuntoli piace molto Sportiello: lo ha avuto a Carpi e ne conosce appieno le sue potenzialità. E allora a questo punto Sepe (che invece ha avuto Sarri lo scorso anno ad Empoli) potrebbe fare il percorso inverso e andare a Bergamo. Ipotesi di lavoro, per il momento.

In difesa la ricerca è per un centrale. I nomi preferiti di Sarri somo due giovani: uno è Rugani (appena finito alla Juventus), l'altro Romagnoli (che peraltro è cercato anche dal suo ex allenatore Mihajlovic). Sono due trattative ai limiti dell'impossibilità. Altri nomi? Astori, tornato al Cagliari, e Maksimovic, che piace anche al Milan. Contatti già avviati con i procuratori e con le società di appartenenza.
Difesa finito qui? Assolutamente no. Perché si sta lavorando sia per Darmian che per Vrsaljko. E non è detto che una escluda l'altro. Anzi. In mezzo naturalmente giocatori, otre che cash. Da una parte Jorginho, El Kaddouri e Zapata. Dall'altra solo l'attaccante colombiano per far abbassare il prezzo. Valutazioni? Per il granata almeno 20 milioni, per il neroverde si parte da 15.

Poi a centrocampo: vicinissima la chiusura per Allan. Ormai i due presidenti hanno poco da diris, offerta fondamentalmente arrivata. Si devono limare dettagli non insignificanti però. Il viaggio di Giuntoli a Londra per parlare con Pozzo è servito proprio a questo: valutare anche se Britos o Inler possono far parte della trattativa, per magari andare al Watford che sta costruendo una squadra con diversi "italiani". Esattamente come il Napoli. Tutti italiani. O "italiani".

Come anche per l'attacco. Qui il colpo più urgente è quello del trequartista. E anche qui si guarda in Italia. O all'Empoli, per Saponara. O al Genoa per Perotti. Qui sì che uno esclude l'altro. La spesa è simile, intorno ai 15 milioni di euro. Bisognerà capire quali delle due squadre ha più disponibilità alla cessione.
Quella disponibilità che il Napoli non ha in nessun modo per la cessione di Higuain. Rimane. Oppure trova qualcuno che paga la clausola. 97milioni e 736mila euro. Non certo un prezzo di saldo...




Commenta con Facebook