• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Pagelle > PAGELLE E TABELLINO DI JUVENTUS-BARCELLONA

PAGELLE E TABELLINO DI JUVENTUS-BARCELLONA

Ottimi Morata e Marchisio. Barcellona eccellente con il tridente d'oro


Barcellona ©Getty Images
Davide Sperati (@DavideSperati1)

06/06/2015 22:50

ECCO LE PAGELLE DI JUVENTUS-BARCELLONA

 

JUVENTUS

Buffon 6 – Il Capitano di mille battaglie bianconere subisce il gol di Rakitic senza colpe particolari. Salva il risultato al 14' superandosi sul tiro Dani Alves che sembrava dentro. Nella ripresa ancora eccellente sul rasoterra di Suarez. Peccato per il tiro non trattenuto sul quale piomba come un falco proprio il Pistolero: un gol che alla fine indirizza la Coppa verso il Barcellona. 

Lichtsteiner 6,5 – Un po' come tutti i compagni di reparto, anche a lui spetta un arduo compito, ovvero quello di marcare Neymar. Sul gol subito marca troppo largo Jordi Alba. Per il resto tiene l'urto del talento brasiliano. Nella ripresa da un suo cross basso arriva il pareggio juventino.

Barzagli 6 – Al posto dell'infortunato Chiellini, tocca a lui giocare nello stesso stadio dove vinse la Coppa del Mondo. Con la forma non al top, riesce comunque a disputare una discreta partita. 

Bonucci 6 – Anche per un giocatore esperto come lui, questa è una gara molto difficile da affrontare. Con esperienza e senso tattico mantiene i pericoli lontani dalla zona centrale. Da evidenziare l'ottima chiusura difensiva al 39' che poi porta al tiro Suarez. 

Evra 5,5 – Se Lichtsteiner deve badare a Neymar, lui deve star attento a Messi. Ciò nonostante, a parte un piccolo errore alla mezz'ora, contiene alla meno peggio le incursioni di Messi sulla sua zona di competenza. Nella ripresa spinge di più, ma poi non è abbastanza lesto nell'allontanare la respinta di Buffon sul tiro di Messi che porta al gol Suarez. Dal 89' Coman s.v.

Marchisio 7 – Per coprire la difesa della Juve ci voleva una grande prova del Principino bianconero. Lui ci prova per ben due volte dalla distanza ma senza trovare mai la via del gol. Nella ripresa illumina la scena con un colpo di tacco che smarca Lichtsteiner per il gol del pareggio bianconero. All'ultimo minuto ci prova ancora ma il suo tiro viene deviato in corner.

Pirlo 5,5 – In difficoltà tra morsa del centrocampo avversario, non riesce a produrre quel gioco necessario per illuminare i compagni di squadra. Per il regista bianconero quella di stasera potrebbe essere l'ultima gara in bianconero. 

Pogba 5 – Il peggiore. Al centro dei rumors di mercato, il francese ancora una volta stecca la gara. Si fa rubare il tempo da Rakitic in occasione del gol e, a parte l'iniziativa al 19', non sfodera unmatch all'altezza della situazione. Chissà cosa dirà Raiola...

Vidal 5,5 – Si perde Iniesta sul gol di Rakitic e dopo pochi minuti, spreca una buona azione confezionata da Morata. Nervoso, viene ammonito al 14' e dopo tre minuti rischia anche l'espulsione. Corre molto sì, ma con troppa irruenza. Dal 78' Pereyra s.v.

Tevez 6 – Dopo un primo tempo al di sotto delle attese, nella ripresa da un suo tiro arriva il gol del pareggio. Potrebbe addirittura raddoppiare, ma il suo destro al 62' termina alto sopra la traversa.

Morata 7,5 – Il migliore. Gioca bene, impensierendo a più riprese e solo contro tutti, la fortissima retroguardia avversaria. Una sola palla gol durante la prima frazione, ma il suo sinistro a giro termina fuori bersaglio. Nella ripresa realizza di rapina il gol del 1-1. 5° gol in questa edizione della Champions League. Dal 84' Llorente s.v.

All. Allegri 6 – Senza Chiellini, preferisce Barzagli a Ogbonna, ma la partita si mette subito in salita dopo il gol siglato da Rakitic. Dopo mezz'ora inverte Marchisio con Pogba ma la musica non cambia. Nella ripresa la Juve entra con un altro piglio e raggiunge subito il pareggio grazie alla rete di Morata. Tatticamente incolpevole, non può fare nulla dinnanzi alle giocate incredibili di Messi che di fatto portano al gol Suarez per la rete del 2-1.

 

BARCELLONA 

Ter Stegen 6,5 – Il 23enne tedesco, portiere delle coppe che non ha giocato nemmeno un minuto nella Liga, si dimostra un portiere sicuro e attento. Dopo un primo tempo abbastanza tranquillo, è bravissimo nell'opporsi alla conclusione di Tevez, ma non può nulla sulla respinta che porta al gol Morata.

Dani Alves 6 – E' uno dei più in forma fra le fila del Barcellona e al 14' soltanto una grande parata di Buffon gli nega la gioia del 2-0. Nella ripresa per scalare su Tevez, lascia tutto solo Morata che realizza il punto del pareggio. Dopo non aver accettato la proposta di rinnovo contrattuale con i blaugrana, a questo punto Dani Alves è a tutti gli effetti uomo mercato.

Mascherano 7 – Nel primo tempo da segnalare soltanto l'ottima chiusura in scivolata al 19' sul cross basso di Pogba. Nei primi venti minuti della ripresa la Juve sprinta e qualche apprensione la vive anche lui. Poi, dopo la rete di Suarez, torna la calma nella difesa spagnola che lui gestisce alla perfezione.

Piqué 7 – Uno dei giocatori più amati e colonna portante della difesa del Barcellona, è sempre puntuale sulle palle alte e attentissimo alla marcatura su Tevez. Sfiora il gol del 3-1 a dieci minuti dal termine.

Jordi Alba 6 – Il terzino della nazionale spagnola, fresco di rinnovo contrattuale con l'assurda clausola rescissoria di 150 milioni di euro, mette lo zampino sulla prima rete spagnola con un notevole passaggio al volo per Neymar. Nella ripresa, soltanto il colpo di tacco di Marchisio poteva mandarlo fuori posizione in una gara giocata molto bene.

Rakitic 7,5 – Il croato definito da Marca come giocatore todocampista, acquistato l'estate scorsa per essere l'erede di Xavi, anche stasera si comporta da campione, siglando solo dopo 180 secondi il gol del vantaggio spagnolo. Classe, senso tattico e passaggi filtranti, fanno di questo giocatore un vero fuoriclasse. Dal 91' Mathieu s.v.

Busquets 7 – Ottimo filtro davanti alla difesa, Busquets è bravo a recuperar palloni e nell'addormentare il gioco quando serve, in fase di non possesso prima marca Vidal, per poi finire con Pereyra. Perfetto.

Iniesta 7 – Il capitano del Barça scende regolarmente in campo, nonostante i fastidi muscolari patiti nella finale di Coppa del Re contro l'Athletic Bilbao e già dopo 3 minuti colleziona l'assist dell'uno a zero. Dal 77' Xavi 6 – Con la presenza di stasera, diventa il giocatore con più presenze in Champions League (151) superando Casillas. Giusto tributo per un calciatore che rappresenta la storia del Barcellona.

Messi 6,5 – Un campione impossibile da marcare. Nel primo tempo bello il lancio per Neymar al 12' che però non ci arriva per un soffio. Incontenibile dall'inizio alla fine, dai suoi piedi partono le azioni che danno il via alle reti del Barcellona. Meno lucido del solito sotto porta. 

Suarez 7,5 – Incontra Evra dopo quattro anni, in quella brutta storia che gli valsero ben 8 giornate di squalifica. Settimo gol segnato in questa Champions, anche stasera si è dimostrato un giocatore molto altruista, sempre al servizio della squadra. Dal 94' Pedro s.v.

Neymar 7 – Nemmeno il tempo di prendergli le misure, che il talento brasiliano sforna un passaggio filtrante impossibile per Iniesta che poi serve Rakitic. Come Messi, anche lui a tratti è davvero difficile da marcare, realizza la rete del 3-1 all'ultimo minuto di gioco.

All. Enrique 7,5 – Formazione tipo per il tecnico di Gijón che recupera Iniesta sull'out di destra, proponendo il famoso tridente delle meraviglie da 120 gol. La partita inizia nel migliore dei modi grazie al gol messo a segno da Rakitic. Dopo un primo tempo dominato, soffre un po' troppo nella ripresa ma grazie ai suoi campioni riesce a portare a casa uno storico Triplete.


Arbitro: Çakır 6,5 – Per la prima finale di Champions che si disputa nel mese di giugno, viene scelta per la prima volta nella storia una squadra arbitrale turca, che vede nel 38enne di Istanbul, uno dei migliori fischietti in circolazione. Il Barcellona reclama un penalty per un tocco di mano di Lichtsteiner su cross di Neymar ma crediamo che la palla tocchi prima la coscia dello svizzero. Sul finire del primo tempo, non fischia un fallo abbastanza netto ai danni di Pogba al limite dell'area mentre invece sanziona con il giallo un'entrata del francese ai danni di Messi. Nella ripresa grazia Bonucci per un brutto fallo da dietro, poi nega il rigore alla Juve sul contatto Dani Alves-Pogba. Al 70' annulla giustamente la rete di Neymar per un colpo di testa che poi sbatte sulla mano del brasiliano.


TABELLINO
JUVENTUS-BARCELLONA 1-3

Juventus (4-3-1-2): Buffon; Lichtsteiner, Barzagli, Bonucci, Evra (dal 89' Coman); Marchisio, Pirlo, Pogba; Vidal (dal 78' Pereyra); Tevez, Morata (dal 84' Llorente). A disp: Storari, Ogbonna, Padoin, Sturaro. All. Massimiliano Allegri 

Barcellona (4-3-3): Ter Stegen; Dani Alves, Mascherano, Piqué, Jordi Alba; Rakitic (dal 91' Mathieu) , Busquets, Iniesta (dal 77' Xavi); Messi, Suarez (dal 94' Pedro), Neymar. A disp: Bravo, Bartra, Adriano, Rafinha. All. Luis Enrique

Arbitro: Cüneyt Çakır (TUR)

Marcatori: 3' Rakitic (B), 54' Morata (J), 68' Suarez (B), 94' Neymar (B) 

Ammoniti: 11' Vidal (J), 41' Pogba (J), 69' Suarez (B)

Espulsi: 

 




Commenta con Facebook