• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Il punto di CM.IT > Calciomercato Serie A, da Garcia a Montella: rebus panchine per il nuovo campionato

Calciomercato Serie A, da Garcia a Montella: rebus panchine per il nuovo campionato

Le venti società italiane preparano la stagione 2015-2016


Rudi Garcia (Getty Images)
Stefano D'Alessio (Twitter: @SDAlessio)

02/06/2015 11:30

CALCIOMERCATO SERIE A GARCIA MONTELLA ANCELOTTI EMERY REBUS PANCHINE PER IL NUOVO CAMPIONATO / ROMA - Il campionato di Serie A 2014/2015 è terminato da poche ore ma le venti società italiane sono già al lavoro sul calciomercato per preparare la nuova stagione. Tra Ancelotti, Garcia, Emery e Montella, dal Milan al Napoli passando per Fiorentina e Roma sono tante le squadre di Serie A in attesa di certezze in panchina per preparare il calciomercato.

Da Garcia a Montella: le panchine in bilico della Serie A

Chi potrebbe sconvolgere il calciomercato Serie A è la Roma. Tutta da valutare, infatti, a Trigoria, la situazione di Rudi Garcia: la dirigenza giallorossa non ha affatto gradito la conferenza stampa dell'allenatore francese alla vigilia del match col Palermo ("Siamo primi del nostro campionato perché la Juventus era fuori concorso. Hanno l’abitudine di vincere e una potenza economica e sportiva molto più importante della nostra. Al momento è irraggiungibile. I giornali hanno fatto della Roma un candidato allo scudetto, ma la stagione ha dimostrato che questa divisa è troppo grande per noi. Non serve illudere i nostri tifosi; anche la città non fu fatta in un anno. C’è grande differenza tra obiettivi e ambizioni. Il gap sarà superiore l’anno prossimo, loro possono vincere la Champions e hanno preso tanti soldi; in più hanno il loro stadio. Quando sarà pronto il nostro cambierà tutto. Il gap può essere ancora più importante perché noi siamo anche costretti dal fair play finanziario sul calciomercato ma le nostre ambizioni non cambiano: io sono qua per vincere e sono ambizioso").

Sabatini e gli emissari giallorossi stanno sondando profili italiani stranieri (individuati in Unai Emery e Antonio Conte) come possibili alternative a Rudi Garcia il cui futuro verrà definito dopo l'incontro con James Pallotta in programma giovedì. La conferma sembra probabile visto il contratto importante ma non è da escludere un addio anticipato. L'attuale tecnico del Siviglia è un nome caldissimo anche per il Napoli: il viaggio di Aurelio De Laurentiis in Spagna non ha portato al sì di Unai Emery ma il tecnico spagnolo non ha chiuso la porta al club azzurro, anzi ha ascoltato l'offerta presentata dal patron partenopeo (un triennale da 3,5 milioni di euro l'anno) e si è preso qualche giorno di tempo prima di dare una risposta definitiva. In casa partenopea si è raffreddata intanto la pista Sinisa Mihajlovic, che potrebbe prendersi un anno sabatico dopo l'addio alla Sampdoria. Il club blucerchiato ha individuato in Walter Zenga il suo erede.

Grande attesa anche in casa Milan e Fiorentina. Silvio Berlusconi e Adriano Galliani attendono la risposta definitiva di Carlo Ancelotti, fresco d'addio al Real Madrid. L'impressione generale è che l'allenatore Campione d'Europa 2014 pronunci un cordiale "No, grazie" e si prenda un po' di mesi di riflessione per decidere la sua prossima squadra. La pista alternativa più battuta, al momento, dalla dirigenza rossonera conduce a Roberto Donadoni (da non trascurare, però, l'ipotesi del tandem Lippi-Brocchi).

In casa Fiorentina, invece, si attende entro i prossimi giorni la decisione di Vincenzo Montella sul proprio futuro: le probabiltà che resti in Toscana, ad oggi, si assestano attorno al 40%. L'eventuale erede potrebbe essere Ventura, ora al Torino.

Da Allegri a Pioli: le certezze sulle panchine della Serie A

Alcune società di Serie A hanno già le idee chiare sul nome dell'allenatore futuro: l'Atalanta ha confermato in panchina Edy Reja e altrettanto hanno fatto il Carpi con Castori, il Chievo con Maran, il Frosinone con Stellone, l'Inter con Mancini, la Juventus con Allegri, la Lazio con Pioli, il Palermo con Iachini.

Molto probabile la conferma sulla panchina del Toro di Ventura, a meno di sorprese in arrivo da Firenze. Sembrano destinati a durare anche i matrimoni Gasperini-Genoa, Sarri-Empoli, Di Francesco-Sassuolo e Mandorlini-Verona. Dopo la separazione ufficiale tra Udinese e Stramaccioni, in Friuli aspettano Colantuono.




Commenta con Facebook