• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Pagelle > PAGELLE E TABELLINO DI SAMPDORIA-PARMA

PAGELLE E TABELLINO DI SAMPDORIA-PARMA

Varela è una freccia, Romagnoli e De Silvestri non bastano alla Samp


L
Andrea Della Sala

31/05/2015 22:50

ECCO LE PAGELLE DI SAMPDORIA-PARMA:

 

SAMPDORIA

Viviano 6 – Il Parma crea qualche fastidio di troppo alla Samp, soprattutto nel primo tempo. Il suo intervento su Nocerino evita ai blucerchiati di passare in svantaggio. Dopo il gol di Romagnoli, i gialloblù non riescono più a rendersi pericolosi. Sulla rete di Palladino, la difesa rimane scoperta, lui prova a uscire ma l’attaccante lo beffa con il pallonetto. Nel finale Varela lo beffa da fuori.

De Silvestri 6 – Dalla sua parte Varela e Gobbi si alternano e gli danno un bel da fare. Il terzino prova a contenerli, ma inizialmente subisce un po’ la foga dei gialloblù Prova qualche sortita, ma non crea pericoli con i suoi affondi. Poi riesce con un guizzo in area a riportare la Samp in vantaggio anticipando i difensori gialloblù.

Romagnoli 6,5 – In fase difensiva concede poco anche perché i pericoli creati dal Parma arrivano con tiri dalla distanza o con azioni nate dalle corsie laterali. Riesce anche a portare in vantaggio la sua squadra con un gol un po’ fortunoso ma che vale tre punti. 

Silvestre 6,5 – Praticamente perfetto fino al gol del Parma. Una sua chiusura su Varela evita un gol quasi fatto, è sempre puntuale negli anticipi e riesce anche ad uscire bene con la palla al piede. Poi probabilmente si fa trovare fuori posizione, un po’ troppo alto e Palladino lo castiga.  

Regini 6 – Partita tranquilla, il Parma preferisce la fascia opposta e dal suo lato si vede solo un paio di volte Cassani ma lui riesce a presidiare bene la sua zona. Dimostra di essersi definitivamente adattato al ruolo.

Duncan 6,5 – Sicuramente deve aggiustare la mira perché si crea le occasioni, ma poi le spreca malamente. C’è da dire, però, che ha grande capacità di inserimento, trova sempre i tempi giusti. Recupera palla e rilancia l’azione della squadra. Dall’87’ Palombo s.v.

Acquah 5 – Non riesce a entrare in partita. Vaga un po’ per il campo, senza mai dare il suo contributo. Di solito fa dell’agonismo e della grinta le sue caratteristiche, doti che sono mancate nella gara di stasera. Dal 46’ Correa 5,5 – Non riesce a invertire la rotta della squadra. Non ingrana e spesso porta troppo palla.

Obiang 5,5 – Per giocare davanti alla difesa ha bisogno ancora di tempo e di prove. Non è proprio a suo agio e spesso si alza troppo andando a intasare la zona offensiva dei blucerchiati. Non è il riferimento che servirebbe per azionare il gioco della squadra di Mihajlovic.

Soriano 5,5 – Parte dietro le punte e non innesca praticamente mai l’azione blucerchiata. Non riesce a buttarsi dentro tra le linee e non serve mai gli attaccanti. Riportato a fare la mezzala si trova meglio, ma non ha la solita propensione ad inserirsi, anche se riesce a far cambiare ritmo alla squadra.

Muriel 5 – Da lui ci si aspetta sicuramente di più. Si piace troppo e alla fine combina davvero poco. Brutto primo tempo, sembra azionarsi nella ripresa ma si spegne subito. Dal 77’ Bergessio 5 – Entra per cercare di mettere peso davanti in attacco, ma non combina nulla e non si rende mai pericoloso.

Eto’o 6 – Va a corrente alternata, ma quando si accende crea sempre qualcosa di importante servendo i compagni con buone intuizioni. Pecca forse di troppa generosità in alcune occasioni.

All. Mihajlovic 6 – Molto agitato in panchina, vuole sempre di più dai suoi giocatori. Conquistato il punto che gli consente di stare davanti all’Inter e di sperare ancora nell’Europa se il Genoa rimarrà fuori.

 

PARMA

Mirante 6 – Pochi i tiri da sventare, si fa trovare pronto su un paio di conclusioni di Eto’o e poco altro. Sul gol di Romagnoli può fare poco, anche se il tiro non è forte. Dal 71’ Iacobucci 6 – Sul gol subito non può fare nulla, De silvestri calcia da pochi passi.

Cassani 6 – Non è sempre continuo, ma si fa vedere sulla corsia di destra. La sua non è una spinta costante, ma quando si propone prova a creare pericoli.

Lucarelli 6 – Si fa valere, spesso anche con le cattive maniere. Soffre se puntato in velocità, cerca però sempre di mettere davanti il fisico. Prova a salire sui calci piazzati, ma non trova gloria.

Feddal 5,5 – Buona prestazione, visto che concede poco agli attaccanti della Samp. Poteva, forse, dimostrarsi più reattivo in occasione del gol di De Silvestri.

Gobbi 6 – Parte con grande voglia e riesce ad alternarsi con Varela sulla sinistra. Dietro rischia poco e niente, si sacrifica quando il Parma soffre e prova a spingere quando la squadra deve recuperare.

Varela 7 – Ha qualità e lo dimostra con un’altra buona prestazione. Crea sempre pericoli quando affonda sulla destra e decide poi di stringere in mezzo. Nel finale trova anche la rete del pareggio con una precisa conclusione da fuori.

Josè Mauri 6,5 – Chiude bene una stagione che lo ha consacrato come una delle sorprese positive di questo campionato. Nonostante la giovane età gioca sempre con grande maturità, fa sempre la cosa giusta. Colpisce una traversa con un gran tiro da fuori. Dall’81’ Mariga s.v.

Jorquera 5,5 – Fatica un po’ in cabina di regia. Non è abituato a giocare davanti ai difensori e a dover impostare l’azione. Però ha qualità e probabilmente lavorandoci potrebbe anche essere il suo ruolo in futuro.

Nocerino 6,5 – Non si ferma mai e forse proprio per questo motivo non è lucido quando arriva sotto porta. Viviano gli nega il gol, ma lui cerca sempre l’inserimento. Da una sua ripartenza nasce il pareggio di Varela.

Lila 6 – Si sbatte parecchio, cercando di affondare sulla corsia di destra ma anche contrastando e recuperando spesso palla. Dal suo lato arrivano un paio di buoni cross, si spegne però nel secondo tempo. Dal 57’ Ghezzal 5 – Entra e rischia di rovinare tutto cercando di deviare in rete la palla di Palladino che se non fosse stata già in rete sarebbe stata annullata per fuorigioco. Non entra con lo spirito giusto.

Palladino 7 – Il gol dell’1-1 è davvero di splendida fattura, si porta dietro quasi tutta la difesa doriana e poi beffa Viviano con un bel pallonetto. Sa sacrificarsi e colpisce poi al momento giusto.

All. Donadoni 7 – Merita i complimenti perché il Parma, nonostante tutto, va ancora in campo con grande grinta e determinazione e per larghi tratti della partita è davvero padrone del gioco. Chiude al meglio una stagione da dimenticare per fatti extracalcistici.

 

Arbitro: Massa 6,5 – Nessun episodio dubbio in una gara corretta che fila via liscia. Riesce a gestire al meglio la gara utilizzando un solo cartellino. Vede bene in occasione di tutti gli episodi di fuorigioco, ben aiutato dai suoi collaboratori.

 

TABELLINO

SAMPDORIA-PARMA 2-2

SAMPDORIA (4-3-1-2): Viviano; De Silvestri, Romagnoli, Silvestre, Regini; Duncan (dall’87’ Palombo), Acquah (dal 46’ Correa), Obiang; Soriano; Muriel, Eto’o. A disp.: Romero, Okaka, Muñoz (dal 77’ Bergessio), Rizzo, Coda, Djordjevic, Marchionni, Wszolek, Cacciatore. All.: Mihajlovic.

PARMA (4-5-1): Mirante; (dal 71’ Iacobucci) Cassani, Lucarelli, Feddal, Gobbi; Varela, Josè Mauri (dall’81’ Mariga), Jorquera, Nocerino, Lila (dal 57’ Ghezzal); Palladino. A disp.: Bertozzi, Mendes, Prestia, Galloppa, Costa, Haraslin, Broh, Esposito, Coda. All.: Donadoni.

Marcatori: 53’ Romagnoli (S), 74’ Palladino (P), 79’ De Silvestri (S), 88’ Varela (P)

Arbitro: Massa di Imperia

Ammoniti: 78’ José Mauri (P)

Espulsi:




Commenta con Facebook