• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > In evidenza > PAGELLE E TABELLINO DI FIORENTINA-PARMA

PAGELLE E TABELLINO DI FIORENTINA-PARMA

Gila punisce la sua ex squadra, Salah e Gonzalo ancora a segno. Male Capitan Lucarelli


Fiorentina-Parma (Getty Images)
Attilio Maria Frazzetta

18/05/2015 21:00

ECCO LE PAGELLE DI FIORENTINA-PARMA:

 

FIORENTINA

Neto 6,5 - In novanta minuti è chiamato in causa solo due volte: una su Palladino e una su Ghezzal e in entrambe le circostanze è decisivo. Per il resto spettatore non pagante.

Tomovic 6,5 - Gara più offensiva che difensiva, vista che Ghezzal prima, e Varela poi, non lo impensieriscono minimamente. Dialoga bene con Salah e mette in mezzo alcuni palloni interessanti.

G. Rodriguez 7 - Efficace in difesa, dove anticipa puntualmente l'isolato Palladino e decisivo in scivolata su Nocerino quando blocca un pericoloso contropiede gialloblù. In avanti è pericolosissimo: oltre al gol di testa in mischia, è sempre un incubo per i difensori crociati. Dall'87' Bagadur s.v.

Savic 5,5 - Il peggiore. Pur senza alcun particolare errore, è il meno positivo della retroguardia viola. Non approfitta mai dello spazio a disposizione, preferendo sempre l'appoggio al compagno più vicino. Rischia nella ripresa quando buca l'intervento su Ghezzal e lo lascia a tu per tu con Neto, che sventa la minaccia chiudendo in angolo.

Pasqual 6,5 - Mette in crisi spesso Varela con le sue discese sulla sinistra e per poco non realizza il terzo gol della sua stagione, ma nell'occasione Mirante si supera e mette in angolo. Bello l'assist, un cross rasoterra a rimorchio, per il tre a zero di Salah. 

Aquilani 6 - Presenza numero 250 in Serie A per l'ex Roma, che si limita al compitino a centrocampo e non approfitta della grande libertà di manovra di cui gode.

Pizarro 7,5 - Il migliore. Tutti i palloni passano dai suoi piedi e lui li distribuisce ai compagni con precisione ed eleganza. Complice la discreta libertà di cui gode in mezzo al campo, riesce ad orchestrare al meglio la manovra viola, con cambi di gioco millimetrici ed assist al bacio per gli attaccanti. In qualche caso prova anche la conclusione, ed infatti l'unica cosa che gli è mancata in questa partita è stata la rete. Dall'80' Badelj s.v.

Mati Fernandez 6,5 - Talento e piedi buoni, anche se a volte è troppo lento nella giocata. Suo l'assist da calcio d'angolo per il gol di Gilardino.

Ilicic 6,5 - Forse ha la testa ancora al rigore fallito contro il Siviglia, ma non è l'Ilicic visto nell'ultimo mese: schierato da trequartista, è a tratti svogliato e nonostante i ripetuti tentativi, non trova mai la via del gol. Decisamente meglio nella ripresa, dove mostra le sue armi migliori...peccato che la stagione volga al termine.

Gilardino 6,5 - Si vede poco per tutta la partita, ma quando gli capita la palla buona è letale: incornata vincente su angolo pennellato di Mati Fernandez e sigla il raddoppio viola.

Salah 7 - Quando prende il pallone sono sempre dolori per i difensori avversari e le sue sortite sono quasi sempre letali. Splendido il controllo a seguire che gli consente di segnare al 55' con un preciso diagonale di destro. Dall'81' Diamanti 6 - Entra e, nervoso, e si prende un giallo per due falli in pochissimi secondi. Ma poi fa tremare la traversa con un sinistro micidiale dal limite.

All. Montella 7 - Dopo la delusione europea vincere questa gara era di fondamentale per tenere a distanza le avversarie per l'Europa League. Gara amministrata alla grande dai suoi, che rischiano pochissimo e si affidano ai piedi fatati di Pizarro e Salah e ai gol di Gilardino e G. Rodriguez. Percentuale altissima di possesso palla e schemi da calcio piazzato sempre eseguiti alla perfezione. Adesso mancano due partite e il quinto posto è alla portata.

 

PARMA

Mirante 6,5 - Gli piovono palloni addosso e lui li respinge sempre con bravura, la parata su Pasqual merita una nota a parte. Sui gol può fare poco, le responsabilità sono dei compagni di reparto.

Mendes 5 - Nervoso e disattento, nonostante la sua generosità sbaglia molti interventi e compie diversi falli. Prende un giallo per un fallaccio su Ilicic e rischia l'espulsione in altre due occasioni.

Feddal 6 - Il migliore della linea difensiva crociata, è autore di alcune belle chiusure e si impone con personalità, anche se il trio viola questa sera è in serata di grazia.

Lucarelli 4,5 - Il peggiore. La barca parmigiana affonda e il capitano affonda insieme a lei. Suo l'errore in occasione del primo gol quando non riesce a respingere una punizione di Mati Fernandez, ha delle colpe anche sul gol di Gilardino perché l'attaccante di Biella gli prende il tempo nello stacco. Partita da dimenticare.

Gobbi 5,5 - Si trova davanti clienti scomodi, come Salah e Ilicic, e si limita a difendere senza mai affacciare il naso nella metà campo avversaria.

Nocerino 6,5 - Il migliore. Al terzo minuto mette in porta Palladino con una palla al bacio all'interno dell'area viola, ma il compagno spreca malamente. Cerca di proporsi durante tutta la partita ed è l'ultimo ad alzare bandiera bianca. E' lui l'anima di questa squadra, un esempio per i più giovani. Dall'87' Broh s.v.

Jorquera 6 - Buone geometrie per il cileno, che ogni tanto cerca anche la conclusione in porta, ma è sempre murato dai difensori viola.

Mauri 5,5 -  Non la miglior prestazione della stagione per il gioiellino classe 1996 che si deve arrendere di fronte alla classe e all'esperienza di Pizarro, Aquilani e Mati Fernandez.

Varela 5,5 - Male per gran parte del primo tempo, poi riesce ad involarsi in qualche sortita offensiva, mettendo in mostra un buon tocco di palla, senza riuscire mai ad arrivare in fondo.

Palladino 5,5 - Spreca una palla d'ora al terzo minuto, spedendo a lato un filtrante di Nocerino, poi è bravo e sfortunato perché Neto fa una parata straordinaria sulla sua conclusione. Troppo isolato, difficile fare di più. Dal 77' Coda s.v.

Ghezzal  5,5 - Il più attivo del terzetto offensivo, cerca di dare una mano anche in difesa, ma tocca pochi palloni. Nel secondo tempo ha una buona occasione su un errore di Savic, ma è bravo Neto a chiudere. Dal 68' Haraslin 5,5 - Entra per provare a dare una scossa in avanti, ma non si vede mai.

All. Donadoni 6 - In una situazione del genere si possono fare i complimenti a un allenatore serio e preparato come lui. Cerca di coprirsi con la difesa a 4 e il ripiegamento difensivo delle ali d'attacco, ma nè Varela nè Ghezzal sono difensori e allora il Parma soffre molto sulle corsie esterne. La squadra potrebbe anche segnare in un paio d'occasioni, ma prima Palladino spreca e poi Neto fa un miracolo sullo stesso attaccante ex Juve. 

 

Arbitro: Tommasi 6 - Primo tempo senza particolari affanni, manca forse un giallo a Salah per un pestone al 23'. Nella ripresa giusta la valutazione sul contatto tra Ilicic e Mauri: lo sloveno tocca leggermente il giovane argentino, ma prende prima il pallone, giusto non concedere il penalty. Nel finale corretta la decisione di annullare per fuorigioco il gol a Gilardino.

 

TABELLINO

FIORENTINA-PARMA 3-0

Fiorentina (4-3-3): Neto; Tomovic, G. Rodriguez( dall'87' Bagadur), Savic, Pasqual; Aquilani, Pizarro (dall'80' Badelj), Mati Fernandez; Ilicic, Gilardino, Salah (dal 79' Diamanti). A disp. Tatarusanu, Rosati; Rosi, Basanta, Alonso; Badelj, Kurtic, Joaquin, Borja Valero; Gomez. All. Vincenzo Montella.

Parma (4-3-3) Mirante; Mendes, Feddal, Lucarelli, Gobbi; Nocerino (dall'87' Broh), Jorquera, Mauri; Varela, Palladino (dal 79' Coda), Ghezzal (dal 68' Haraslin). A disp. Bertozzi, Iacobucci; Cassani, Ravanelli, Prestia; Galloppa, Lodi, Mariga, Esposito. All. Roberto Donadoni.

Arbitro: Dino Tommasi di Bassano del Grappa.

Marcatori: 12' G. Rodriguez (F), 30' Gilardino (F), 55' Salah (F)

Ammoniti: 77' Mendes (F), 81' Diamanti (F)

Espulsi:




Commenta con Facebook