• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Pagelle > PAGELLE E TABELLINO DI TORINO-EMPOLI

PAGELLE E TABELLINO DI TORINO-EMPOLI

Clamoroso autogol di Padelli che spiana la strada all'Empoli. Saponara in gran spolvero, il Toro si sveglia con Bruno Peres


Bruno Peres (Getty Images)
Lorenzo Bettoni @lorebetto

06/05/2015 17:01

ECCO LE PAGELLE DI TORINO-EMPOLI:

 

TORINO

Padelli 4 - Incomprensibile e goffo il suo tentativo di rinviare di prima il pallone con il mancino, invece di stoppare e calciare. Ne scaturisce uno degli autogol più incredibili di sempre, dal quale l'estremo difensore ci mette un po’ per riprendersi. Prima della fine del primo tempo, pasticcia anche su Saponara: nel mezzo qualche buon intervento, ma il suo errore grossolano condiziona irrimediabilmente il risultato.

Maksimovic 6 – A volte soffre Zielinski, che quando può si accentra. Per sua fortuna Mario Rui non si butta troppo in avanti, almeno nel primo tempo. Nel complesso meglio lui degli altri due difensori granata.

Glik 5,5 - Il primo tempo del capitano è uno dei peggiori della stagione. Si perde spesso dietro a Saponara, che ha la meglio in ogni duello che sia di fisico o in velocità. L’apoteosi della superiorità odierna di Saponara arriva a metà della prima frazione, quando l’ex Milan si traveste da Suarez ed il povero Glik da David Luiz, prendendosi un tunnel al limite dell’area.

Moretti 5,5 - Suo il retropassaggio che Padelli 'spara' in porta, ma l’autorete non è certo colpa sua. Non prende quasi mai Vecino, che proprio dopo l’autogol iniziale, lo salta secco e prende il palo opposto.

Darmian 6 - Spesso nella terra di nessuno, dove non può né attaccare né difendere. Almeno nella prima frazione non è il miglior Darmian della stagione. Nel secondo tempo prende un po’ più di fiducia e pur attaccando con maggiore continuità, non mette dentro cross pericolosi.

Gonzalez 5 - Non si vede praticamente mai. Ampiamente insufficiente in entrambe le fasi visto che l’Empoli è padrone assoluto del centrocampo. Dai suoi piedi non nasce nemmeno uno spunto interessante.

Gazzi 5,5 - Praticamente lasciato da solo ad avere compiti di interdizione, dal momento che Gonzalez è un oggetto misterioso ed El Kaddouri fa il collante tra attacco e centrocampo. Lui però si schiaccia troppo, lasciando sempre ampio spazio di manovra a Saponara.

El Kaddouri 5,5 - L’unica occasione che il Toro produce nel primo tempo arriva dai suoi piedi ma Sepe è bravo a deviare la conclusione a lato. Per il resto della partita non trova le giuste distanze con le punte granata e lui si vede solo a sprazzi. Dal 77’ Farnerud 6 – Ci prova, giocando ancor più a ridosso dell’area toscana rispetto ad El Kaddouri.

Molinaro 5,5 – E’ il primo ad uscire ma, paradossalmente, non è il peggiore dei granata nel primo tempo. Macina chilometri lungo tutta la fascia, ma quando arriva dalle parti di Sepe perde sempre di lucidità. Dal 54’ Bruno Peres 6,5 – Nettamente il migliore del Toro, nonostante entri in campo dopo quasi un’ora di gioco. Salta spesso l’uomo e crea quelle situazioni di superiorità numerica che possono permettere alla squadra di rendersi pericolosa in area avversaria. Si guadagna un calcio di punizione dal limite che Quagliarella scarica sui pugni di Sepe. Prende un giallo sciocco nel finale per proteste.

Quagliarella 6 – Primo tempo in sordina, seppur il “Quaglia” si faccia in quattro pur di mettere in difficoltà i centrali azzurri. I primi 45 minuti sono avari di conclusioni. Meglio nella ripresa: Sepe, però, gli dice sempre no.

Martinez 5 – Di palle in avanti non ne arrivano tante, ma lui fa anche poco per andarsele a cercare. Non trova il giusto feeling con Quagliarella e tantomeno calcia mai in porta. Dal 56’ Maxi Lopez 5,5 – Parte bene, mettendo in difficoltà Barba, almeno dal punto di vista dell’intensità, visto che Maxi non molla una palla. Col passare del tempo però si spegne un po’ e calcia solo una volta in porta.

All. Ventura 5 – I suoi sembrano non credere al traguardo europeo, visto che regalano il primo tempo all’Empoli ed appaiono scarichi per tutta la partita. Lui ci mette del suo tenendo in panca Bruno Peres che invece dimostra di star bene fisicamente e di avere gamba. Non riesce a modificare l'inerzia della partita con i cambi. Ora ci vuole un miracolo per replicare il piazzamento in Europa League dello scorso anno.

 

EMPOLI

Sepe 6,5 - L’unico intervento degno di nota nella prima frazione è quello su El Kaddouri che cerca di sorprenderlo con un tiro a girare sul secondo palo: lui risponde presente. Nella ripresa replica due volte su Quagliarella. Attento ed efficace.

Hysaj 6 - Molinaro gli dà qualche grattacapo in un paio di occasioni e dalla sua parte i granata creano l’unica palla gol del primo tempo. In generale però, gioca una partita attenta, anche se Bruno Peres dalla sua parte è un funambolo.

Rugani 6,5 - Il prossimo anno questo potrebbe essere il suo derby. Le prove generali gli vengono bene, visto che Rugani chiude con sicurezza le poche fiammate dell’attacco granata.

Barba 6,5 - Affidabile sostituto di Tonelli, tiene a bada le 'bocche da fuoco' di Ventura.

Mario Rui 6 - Ottimo in fase di contenimento, non osa spingersi troppo in fase offensiva. Ammonito, salterà il derby di Toscana contro la Fiorentina in programma nel prossimo turno.

Vecino 6,5 – Corre da pazzi, senza togliere qualità al centrocampo toscano. Quando punta Moretti lo mette spesso in difficoltà e, nel primo tempo, poco dopo l’autogol di Padelli, colpisce un palo clamoroso che poteva quasi chiudere il match. Dal 70’ Signorelli 6 – Si limita a contenere.

Valdifiori 6,5 – Ritmo compassato, ma solita partita attenta e precisa. L’atteggiamento del Toro gli dà anche una mano perché Gonzalez non gli crea quasi mai fastidio, mentre Gazzi dovrebbe pensare sia a lui che a Saponara che imperversa per gran parte del match. E’ pronto per una big?

Zielinski 6 – Meno ficcante di Vecino, ma come l’altra mezzala azzurra corre tanto ed infatti esce esausto. Dal 63’ Croce 6 – Prova fotocopia rispetto a quelle di Zielinski.

Saponara 7 - Di gran lunga il migliore in campo. Sotto la guida del suo 'mentore' Sarri, la seconda parte di stagione è stata da top player. Ha tecnica, velocità e visione di gioco. Non a caso tutte le azioni pericolose dell’Empoli passano da lui. Sfiora il gol in più di un’occasione e si incastra benissimo nei meccanismi offensivi dei toscani. Nel finale ha anche il fiato per andare a soffocare gli acuti granata.

Pucciarelli 5,5 - Si sacrifica molto per la squadra, giocando più vicino al centrocampo che non a Maccarone, con il risultato che dal punto di vista offensivo si vede poco, se non mai. Sarri gli dà il compito di giocare largo per aprire le maglie della difesa del Torino, lui gira a largo dal centro del campo, ma non salta mai l’uomo.

Maccarone 6,5 – Prestazione di sostanza. Agisce quasi da unica punta perché Pucciarelli è costretto praticamente in posizione di esterno. Corre tantissimo ed aiuta la squadra a salire, trovando spesso la giusta sintonia con Saponara. Dal 75’ Mchedlidze 6 – Qualche conclusione dalla distanza che toglie pressione ai suoi.

All. Sarri 7,5 – L’Empoli non vinceva in casa del Toro dal 2008, ma la vera impresa è la salvezza della squadra, matematica ed ufficiale dopo i tre punti guadagnati oggi contro i piemontesi. Nessuno ad inizio stagione avrebbe scommesso sulla permanenza in A dei toscani, figuriamoci con quattro giornate di anticipo. Il tutto, tra l’altro, arriva anche grazie ad un gioco sempre fluido ed organizzato e all’utilizzo di quasi tutti giocatori italiani. Chapeau, mister Sarri.

Arbitro: Dino Tommasi 6,5 – Partita senza grossi acuti da gestire, ma prende tutte decisioni giuste.

 

TABELLINO

TORINO-EMPOLI 0-1

Torino (3-5-2): Padelli; Maksimovic, Glik, Moretti; Darmian, Gonzalez, Gazzi, El Kaddouri (dal 77’ Farnerud), Molinaro (dal 54’ Bruno Peres); Martinez (dal 56’ Maxi Lopez), Quagliarella. A disp. Ichazo, Castellazzi, Silva, Bovo, Jansson, Basha, Benassi, Amauri. All. Ventura.

Empoli (4-3-1-2): Sepe; Hysaj, Rugani, Barba, Mario Rui; Vecino (dal 70’ Signorelli), Valdifiori, Zielinski (dal 63’ Croce); Saponara; Pucciarelli, Maccarone (dal 75’ Mchedlidze). A disp. Bassi, Biggieri, Laurini, Somma, Gemignani, Piu, Croce, El Hadji, Tavano. All. Sarri.

Arbitro: Tommasi di Bassano

Marcatori: 3’ aut. Padelli (E)

Ammoniti: 59’ Glik (T), 65’ Mario Rui (E), 66’ Gonzalez (T), 91’ Bruno Peres (T)

Espulsi:




Commenta con Facebook