• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Serie A > Calcio, Tommasi: "La classe dirigenziale deve crescere. Vicenda Parma ancora complicata"

Calcio, Tommasi: "La classe dirigenziale deve crescere. Vicenda Parma ancora complicata"

Il presidente dell'Assocalciatori fa il punto sulla situazione del nostro calcio


Damiano Tommasi (Calciomercato.it)
Jonathan Terreni

23/04/2015 11:22

CALCIO TOMMASI SERIE A / ROMA - Intervenuto ai microfoni di 'Tele Radio Stereo 92.7' il presidente dell'Associazione Italiana Calciatori, Damiano Tommasi, ha fatto il punto sulle news Serie A, sul bilancio del nostro calcio dopo l'approdo della Juventus in semifinale di Champions League e sulla situazione ancora instabile del Parma: "Calcisticamente parlando per il nostro calcio quest'anno si può stilare un bilancio abbastanza positivo, non tanto per la lotta al titolo, quanto perché con la vittoria con largo anticipo della Juventus si è evidenziato purtroppo ancora un grosso divario tecnico che può far scemare l'appeal del campionato. La lotta per i posti in Champions League e per l'Europa League è aperta e ancora incerta e nelle coppe le nostre squadre si sono fatte valere e questo è molto importante per tutto il movimento. Le basi che la Roma ha messo lo scorso anno facevano ben sperare e davano ulteriori conferme per una competitività che poi è venuta meno. Purtroppo il cammino in Europa doveva essere diverso. Per il resto ci sono tanti problemi. Bisogna crescere a livello manageriale; Il calcio italiano deve maturare e ha urgenza di farlo".

CRISI PARMA - Poi parla della questione legata alle vicende del Parma dopo che ieri il Tribunale di Parma ha dichiarato il fallimento della società ducale: "La vicenda Parma è ancora sospesa a un filo purtroppo. Entro il 30 del mese bisognerà presentare il piano di esercizio provvisorio per consentire alla società ducale di arrivare a fine stagione, ma tutto va ancora verificato. Il calcio per andare avanti ha bisogno della professionalità di dirigenti che quando operano nel mondo del calcio e nel calciomercato, non tanto di quella dei calciatori che di per sé è ottima. Questo discorso non si limita solo al Parma. Realtà come Savoia, Varese, vivono momenti altrettanto gravi".




Commenta con Facebook