• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Pagelle > PAGELLE E TABELLINO DI NAPOLI-LAZIO

PAGELLE E TABELLINO DI NAPOLI-LAZIO

Lulic spedisce la Lazio in finale, Higuain protagonista in negativo. Insigne è tornato


Senad Lulic (Getty Images)
Antonio Papa (Twitter: @antoniopapapapa)

08/04/2015 22:51

ECCO LE PAGELLE DI NAPOLI-LAZIO:

 

NAPOLI

Andujar 6,5 - Un paio di parate da ordinaria amministrazione, il suo momento arriva al 75', quando respinge con un riflesso felino il colpo di testa di Lulic da zero metri. Un intervento che vale un gol.

Maggio 6 - Concentratissimo su Felipe Anderson, difficilmente gli fa toccare palla riuscendo a tenerlo pure nello scatto. Lulic gli complica la vita e gli rovina la prestazione, ma ha dato tutto.

Albiol 5 - Ancora una volta si dimostra affidabile solo quando le cose vanno bene, poi perde la bussola e infila un paio di topiche preoccupanti. Sul gol di Lulic è sicuramente uno dei più responsabili.

Britos 5 - A difesa schierata si fa superare raramente, però eccede in qualche leziosismo di troppo e si fa prendere d'infilata con troppa semplicità. Da rivedere, anzi possibilmente no.

Ghoulam 5 - Tutto bene finché tiene a bada Candreva, poi scala Felipe Anderson e sono dolori. Umiliato in occasione del gol biancoceleste.

Gargano 5 - Il centrocampo azzurro tiene bene nel primo tempo, poi si accartoccia su sè stesso quando il livello inizia a salire. Nel naufragio viene coinvolto anche lui, che sbaglia anche qualche passaggio di troppo. Dall'85' Insigne 6,5 - Pochi minuti per far vedere che c'è, che ha voglia e che meriterebbe di tornare a pieno regime. Il coast to coast con salvataggio di Lulic meritava il gol, un vero peccato per lui e per i tifosi.

Inler 4,5 - Parte benissimo con aperture illuminanti e appoggi sempre corretti, poi perde un po' la bussola e sbaglia anche i passaggi elementari. Per 45 minuti si vede l'Inler abituale, quello che ha fatto consumare il fegato ai tifosi napoletani.

Gabbiadini 5,5 - Fa tremare il palo nel primo tempo con una punizione infida delle sue, con Berisha praticamente battuto. Poi viene coinvolto poco nel gioco della squadra, finendo per perdersi un po' fra le maglie della difesa laziale. Dal 72' Callejòn s.v.

Hamsik 6 - Pause molto lunghe ma anche momenti in cui sembra l'unico in grado di accendere la luce. Due palloni strepitosi a Gabbiadini e Higuaìn, un tiro che esce di pochissimo. Ad intermittenza, ma Hamsik c'è.

Mertens 6 - Dei tre alle spalle della punta è il più in palla, schizza un paio di volte palla al piede e mette in difficoltà la difesa. Dal 69' De Guzman 5,5 - Ingresso molto debole, che non cambia le cose.

Higuaìn 4,5 - Non dà palla ad Hamsik lanciato a rete nel primo tempo, un paio di errori non da lui anche nella ripresa. Sbaglia tutto ciò che è possibile sbagliare, per una volta fa la differenza in negativo.

All. Benìtez 5 - Così come contro la Roma, il Napoli non gioca malissimo ma ha delle amnesie spaventose e soprattutto non riesce più a raddrizzare la barca quando arrivano le cannonate. Tardivo l'innesto di Insigne, che in pochi minuti cambia il Napoli, ma dire che Pioli il doppio confronto lo abbia vinto solo sui cambi sarebbe ingeneroso nei confronti del bravo tecnico italiano. Ora si mette molto molto male per il Napoli, che se perde anche in Europa League non avrà più appigli. E il Wolfsburg arriva proprio nel momento peggiore.

 

LAZIO

Berisha 6 - Grossi tiri in porta del Napoli non ce ne sono, si limita a gestire la situazione tenendo d'occhio i palloni spioventi.

Basta 6,5 - La presenza di Mertens dalla sua parte gli crea qualche patema e ne limita la spinta offensiva, ma in copertura è attentissimo e non lascia passare nulla.

De Vrij 6,5 - Si conferma uno dei marcatori più affidabili del nostro campionato annullando di fatto Higuaìn, che pure non è nella sua miglior serata.

Mauricio 6,5 - Anche lui fra Gabbiadini e il Pipita ha il suo bel da fare, ma tiene egregiamente il campo impedendo problemi di sorta.

Braafheid 5,5 - Gabbiadini tende più ad accentrarsi che a puntarlo, e probabilmente sbaglia. Nelle occasioni che lo vedono coinvolto una volta regala un calcio d'angolo evitabile, un'altra rischia la frittata con un retropassaggio che per poco non manda Higuaìn a rete. Dall'82' Cavanda s.v.

Cataldi 6 - Ordinato, mai fuori posto, meno incisivo rispetto alla gara di andata ma comunque il suo lo fa ampiamente. Dal 55' Mauri 6,5 - Queste sono le partite del capitano, quelle in cui riesce ad incidere di più. Entra e cambia la partita con il movimento tra le linee che mette in crisi il Napoli, facendo perdere i parametri ai difensori. 

Biglia 6,5 - Imposta fin dalla difesa, scalando sulla linea dei marcatori a prendere il pallone per poi smistarlo. Raramente ne spreca uno.

Parolo 6,5 - Sfiora il gol nel primo tempo con un missile che sibila alla destra di Andujar, poi torna a fare legna in mezzo al campo, ovvero ciò che sa fare meglio. Prezioso.

Felipe Anderson 7,5 - Ogni volta che ha il pallone sul piede dà la sensazione di poter far male, ma i difensori azzurri riescono sempre a tenerlo a bada. Al minuto 80 però nessuno può nulla di fronte a quella scorribanda sulla destra che serve a Lulic un cioccolatino da scartare e mangiare. L'uomo della svolta, sempre e comunque.

Klose 5,5 - Marcato bene dai difensori avversari, riesce a liberarsi raramente e non punge. Ha visto giornate migliori.

Candreva 5,5 - Cerca spazi sulle linee laterali ma ne trova pochi. Una delle sue tipiche serate-no in cui non solo non gli riesce molto ma si tiene ben alla larga dal pallone. Dal 69' Lulic 7,5 - Anche lui come Mauri entra e cambia la partita, con il surplus del gol, al posto giusto al momento giusto, e la ciliegina di un salvataggio sulla linea nel finale che pesa quanto un altro gol. Un ritorno in grande stile, un acquisto fondamentale per il rush finale del campionato.

All. Pioli 7 - La sua Lazio viene a giocarsi la partita al San Paolo da big, assolutamente consapevole dei propri mezzi e pronta ad attendere il momento giusto per colpire. Arriva nel finale grazie al suo uomo migliore, Felipe Anderson, ma la gestione del match è semplicemente esemplare. Finale meritata, tutto sommato.

Arbitro: Orsato 5 - Nessun episodio da moviola fino al gol che decide l'incontro: Klose pizzicato in fuorigioco proprio nell'azione che propizia la rete di Lulic. Difficile da vedere in presa diretta anche per il direttore di gara, ma un errore che pesa come un macigno.

 

TABELLINO

NAPOLI-LAZIO 0-1 

Napoli: (4-2-3-1): Andujar; Maggio, Albiol, Britos, Goulham; Inler, Gargano (dal 85' Insigne); Mertens (dal 69' De Guzman) , Hamsik, Gabbiadini (dal 72' Callejòn); Higuain. All. Benitez.  A disp. Rafael, Colombo, Koulibaly, Strnic, Henrique, Zuniga, Jorginho, David Lòpez, Duvàn. 

Lazio: (4-3-3): Berisha; Basta, de Vrij, Mauricio, Braafheid (dal 83' Cavanda); Cataldi (dal 55' Mauri), Biglia, Parolo; Candreva (dal 69' Lulic), Klose, Felipe Anderson. All. Pioli.  A disp. Marchetti, Strakosha, Novaretti, Cana, Ciani, Pereirinha, Ederson, Ledesma, Perea. 

Arbitro: Orsato (sez. Schio) 

Marcatori: 79’ Lulic (L)

Ammoniti: 31’ Albiol (N), 49’ Mauricio (L), 91’ Parolo (L)




Commenta con Facebook