• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Inter > Inter-Parma, Mancini: "Serve una rivoluzione. Annullata la pausa, ci alleniamo anche a Pasqua"

Inter-Parma, Mancini: "Serve una rivoluzione. Annullata la pausa, ci alleniamo anche a Pasqua"

Le parole dell'allenatore nerazzurro dopo il pareggio interno con gli emiliani


Roberto Mancini (Getty Images)
Lorenzo Polimanti (@oldpoli)

04/04/2015 17:39

INTER PARMA MANCINI / MILANO - Dopo il pareggio per 1-1 contro il Parma, il tecnico dell'Inter Roberto Mancini interviene ai microfoni di 'Sky': "Mi prendo la responsabilità di questa situazione. Sono il primo responsabile se siamo qua. Sono dispiaciuto, anche per tutto quello che gira attorno all'Inter. Penso sempre in modo positivo perché quando ci sono trenta punti a disposizione speri che le cose cambino. Le ultime settimane sono state molto brutte per i risultati, oggi nel secondo tempo anche per il gioco. E' mancato lo spirito, poi alla prima occasione prendiamo gol. Concediamo troppo. Forse sono io che non so spiegarmi bene. E' difficile vincere quando subisci tanti gol. Abbiamo lavorato bene, sapevamo che questa era una partita in cui avevamo tutto da perdere. L'abbiamo presa bene all'iniziio e fatto gol nonostante la troppa lentezza. Dovevamo spingere ed invece a volte non abbiamo neanche la cattiveria che serve".

Mancini, poi, prosegue: "Sì, ho annullato la pausa di domani. Ci alleniamo anche a Pasqua. La stagione non era iniziata bene, chiaramente prenderla in corsa è stato un rischio, ma non ho alcun rimpianto. Invece di migliorare la situazione è peggiorata, mi prendo la responsabilità. Abbiamo avuto tanti giocatori in nazionale tornati tra martedì e giovedì, ma avevamo parlato già da settimana scorsa di questa partita. Ci sono delle annate che iniziano male e finiscono peggio. Puoi pensare di raddrizzarle e poi invece vanno così. Noi ce la stiamo mettendo tutta per cercare di evitare che ciò accada. Shaqiri? Non mi ha convinto come tanti altri. Hernanes doveva entrare un po' prima. Puntare allo scudetto il prossimo anno? A volte servono le rivoluzioni per poter fare qualcosa".

Alla 'Rai', infine, parla del suo futuro: "Deciderà l'Inter. Io sono un dipendente e starà a loro dire se saranno soddisfatti o meno. Io non lascio sicuramente, credo in questo progetto e sapevo che ci sarebbe stato da soffrire".




Commenta con Facebook