• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Parma > Parma, Donadoni: "Nessun alibi, i responsabili devono pagare"

Parma, Donadoni: "Nessun alibi, i responsabili devono pagare"

La conferenza stampa del tecnico della formazione emiliana alla vigilia della sfida con i granata


Roberto Donadoni (Getty Images)

21/03/2015 14:48

PARMA TORINO CONFERENZA STAMPA DONADONI / PARMA - Domani c'è Parma-Torino, ma in casa emiliana, nonostante la sfida di campionato, è impossibile non parlare del fallimento e della situazione societaria. Il tecnico Roberto Donadoni, intervenuto in conferenza stampa, spiega: "Una situazione tragicomica. Il pensiero di poter arrivare a questo punto dopo aver sentito per mesi che era impossibile che questa società fallisse ci fa capire quante bugie sono state dette. Il fatto che ci siano i curatori fallimentari almeno fa capire che c'è una linea da seguire. Continueremo a fare del nostro meglio, ce lo siamo imposti tutti. Sto cercando di continuare a fare il mio dovere grazie a questi ragazzi. Tutto quello che si è creato intorno e che si è detto dall'esterno mi ha sempre lasciato indifferente. Dal punto di vista umano è stata una grandissima delusione. Veramente è estremamente fastidioso rendersi conto che il mondo che ci ha circondato negli ultimi mesi è fatto soprattutto da persone che hanno cercato solo di fare l'interesse personale e poco pensando agli altri. Questo mi ha tolto parecchie energie. Non deve più succedere. Non ci sono alibi, quelli che hanno messo in ginocchio la società e la città devono pagare le conseguenze. Siamo stati presi e raggirati non solo da Manenti, ma dal pregresso del Parma e delle istituzioni. Sono persone non degne del mondo civile, del mondo sportivo. Manenti è dovue è giusto che sia. Tutto quello che sarà necessario fare da parte mia affinchè questo club esista ancora lo farò. Già domani possiamo continuare a far vedere la nostra professionalità, anche se non è una realtà normale".

L.P.




Commenta con Facebook