• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > esclusivo > L'ALTRO CALCIO - Triestina-Padova, ESCLUSIVO Ilari: "I tifosi ci hanno spinto alla vittoria"

L'ALTRO CALCIO - Triestina-Padova, ESCLUSIVO Ilari: "I tifosi ci hanno spinto alla vittoria"

La rubrica di Calciomercato.it che approfondisce la passione del calcio dilettantistico


Tifosi Padova a Trieste (Twitter Biancoscudati Padova)
ESCLUSIVO
Michele Furlan (Twitter: @MicheleFurlan1)

17/03/2015 16:05

L'ALTRO CALCIO TRIESTINA BIANCOSCUDATI PADOVA ESCLUSIVO ILARI GIULIANOVA / ROMA - Il calcio è passione, a qualsiasi livello. Il mondo del pallone non è costituito solamente dalla ricca cornice degli scenari professionistici. La sublimazione di questo sport, la si trova anche dalla Serie D in giù, dove di soldi ne girano pochi ma di storie interessanti ce ne sono a volontà.

Nuovo appuntamento per la rubrica di Calciomercato.it alla scoperta di quello che abbiamo rinominato 'L'Altro Calcio', per dar visibilità anche a chi, mediaticamente, ne ha molta meno. Questa settimana spazio al 'Derby del Paron' tra Triestina e Biancoscudati Padova e alla difficile situazione societaria del Giulianova.


'DERBY DEL PARON' ALLA BIANCOSCUDATI PADOVA: PARLA ILARI IN ESCLUSIVA

Domenica il 'Nereo Rocco' di Trieste si è vestito a festa per essere degno teatro del 'Derby del Paron'. La Triestina padrona di casa, infatti, ha ospitato la Biancoscudati Padova in una sfida valida per la Serie D, girone C. Una partita che, per blasone, porta alla mente ben altri scenari nel mito di Nereo Rocco, allenatore triestino che ha fatto sognare entrambe le città. La gara è terminata 3-1 per la Biancoscudati Padova che si è imposta grazie alle reti di Petrilli, Ilari e Zubin rendendo inutile la marcatura dell'alabardato Giannetti. Marco Ilari, centrocampista esterno classe '89 e punto fermo della squadra, è intervenuto in esclusiva ai microfoni di Calciomercato.it per raccontare la gara: "E' stata una partita complicata, sapevamo che sarebbe stata dura perché la Triestina era in forma e sulle ali dell'entusiasmo per gli ultimi risultati positivi. Il primo tempo è stato chiuso e siamo andati in vantaggio grazie ad un gran gol di Petrilli. Nella ripresa l'avevamo indirizzata dalla nostra parte grazie al mio gol ma la segnatura di Giannetti ha ridato loro speranza. Fortunatamente nonostante il forcing non sono riusciti a pareggiare. Con il 3-1 di Zubin ci siamo potuti tranquillizzare. I tifosi sono stati veramente fantastici e ci hanno spinto a trovare la vittoria". Ilari è a Padova solamente da questa stagione ma gli è stato subito raccontato il significato della gara con la Triestina: "Sapevamo che era una partita particolare, molto sentita dall'ambiente. Durante il match abbiamo assaggiato l'atmosfera dello stadio, che è bellissimo. Sicuramente non è una gara da Serie D".

La Biancoscudati Padova vola in vetta alla classifica del girone C, con 8 punti di vantaggio sull'Altovicentino. Il merito è soprattutto di Carmine Parlato, guida tecnica biancoscudata. Tuttavia i veneti non si devono rilassare, parola di Ilari: "Ora abbiamo due partite in casa da sfruttare a tutti i costi. Non è facile fare due vittorie casalinghe, gli avversari vengono all'Euganeo' e fanno la partita della vita. Dovremo stare attenti e tenere l'andatura per chiudere il prima possibile i conti. Il mister? E' una grande persona e riesce a gestire benissimo il gruppo, nonostante le difficoltà dettate dalla categoria. Devono infatti convivere elementi esperti e giovani. Lui è bravo a gestire tutto questo ed è sicuramente un buon motivatore oltre che un lavoratore meticoloso: non lascia nulla al caso. Personalmente sono soddisfatto, ho raggiunto il numero di gol segnati lo scorso anno (7, ndr) e finora è stata un'annata davvero positiva. Sarebbe bello ripetere la prima stagione col Pisa, quando centrammo subito la promozione dalla D alla Serie C".

 

 

GIULIANOVA, CAOS IN SOCIETA': SCONTRO TRA GIOCATORI ED EX PRESIDENTE

Gli occhi del calcio italiano sono impegnati a seguire la difficilissima situazione del Parma, ma in tutta la penisola sono tante le società che stanno vivendo enormi problemi a livello finanziario. Una di queste è il Giulianova, compagine abruzzese dal passato solido ma dal futuro incerto. Pochi giorni fa, infatti, sono arrivate le dimissioni del presidente Antonio Esposito che ha però ribadito tramite un comunicato stampa la disponibilità nel cedere le proprie quote. Non farà, però, parte dell'eventuale nuova società che si andrà a formare per motivi di incompatibilità. I calciatori del Giulianova hanno risposto con un altro comunicato in cui hanno 'denunciato' il mancato pagamento degli emolumenti e la difficoltà anche nell'effettuare le ordinarie spese quotidiane di famiglia. Proprio per questo il capitano giallorosso sarà autorizzato a trattenere l'incasso delle partite casalinghe per far fronte alle necessità, invitando la cittadinanza a riempire l'impianto 'Rubens Fadini'. A questa presa di posizione netta e decisa ha risposto nuovamente l'ex presidente Esposito che ha ribadito come la società non abbia ricevuto alcuna richiesta circa la destinazione dell'incasso e che dal mese di ottobre sono state saldate tre mensilità e tutti i costi di gestione. Tuttavia l'ex numero uno, sentitosi offeso, sospenderà ogni supporto economico, garantito anche dopo le dimissioni in vista di un possibile acquisto da parte di una cordata. In un quadro così complesso la squadra allenata da Francesco Giorgini ha mantenuto grande dignità in campo pareggiando 2-2 la partita con la Fermana e garantendosi una posizione tranquilla, almeno in classifica.




Commenta con Facebook