• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Pagelle > PAGELLE E TABELLINO DI ROMA-JUVENTUS

PAGELLE E TABELLINO DI ROMA-JUVENTUS

Manolas e Keita veri gladiatori. Caceres commette un solo errore, ma e' fatale


Seydou Keita (Getty Images)
Stefano Carnevali

02/03/2015 22:59

ECCO LE PAGELLE DI ROMA-JUVENTUS.

 

ROMA

De Sanctis 6 – Nel primo tempo la Juve è più pericolosa della Roma, ma lui non deve compiere interventi troppo complessi. Graziato da Vidal in avvio di ripresa, resta di sasso sulla punizione di Tevez.

Torosidis 5 – Prudente. Dopo qualche brivido iniziale causatogli da Evra si riassesta preferendo controllare la fascia piuttosto che aggredire. Il secondo giallo è inevitabile e affonda la Roma. 

Manolas 6,5 – Torna su buoni livelli e mette a lungo la museruola a Tevez, costringendolo a giocare molto lontano dalla porta. Al 22' rischia l'autogol, ma salva su Morata dopo una diagonale perfetta. Crea anche l'unica palla gol per la Roma al 72'.

Yang-Mbiwa 5,5 – Sempre approssimativo. Allo strapotere fisico non accompagna sufficiente concentrazione. Incomprensibili le ripetute uscita palla al piede che portano a pericoli solo per la Juventus. Meglio in avvio di secondo tempo, quando si nota per alcuni anticipi e qualche chiusura importanti. 

Holebas 5,5 – Cerca di essere propositivo, ma lascia troppo campo alle proprie spalle. Cresce con il passare dei minuti.

Pjanic 5 – Attento e ordinato, ma non molto ispirato. Da lui ci si aspetta sempre la giocata illumunante, ma non si accende mai. Nel finale non tira più nemmeno le punizioni.

De Rossi 5,5 – Indiavolato. Meriterebbe un 'giallo' dopo 30'', ma interpreta comunque un bel primo tempo. Aggressivo e alto, è prezioso sia per i palloni che recupera, sia per come accompagna le azioni d'attacco della Roma. Dal 73' Nainggolan 6 - Piazzato in mezzo, ci mette i muscoli e contribuisce all'assalto finale. 

Keita 6,5 – Partita strana e delicata. Parte sul centro-sinistra, per dare equilibrio al centrocampo della Roma. Ha però spesso la licenza di 'buttarsi dentro', per sfruttare i movimenti di Totti. Non sempre efficace in questo meccanismo. E' comunque sempre utile. Fondamentale il gol nel finale. E' giocatore di grande livello.

Gervinho 5 – Non si guarda mai alle spalle (e Holebas non ringrazia per questo) e cambia continuamente fascia. Poco incisivo per tutto il primo tempo, non trova spazio nemmeno nella ripresa. Fa qualcosa solo nel finale. 

Totti 5,5 – Solita grande libertà di movimento. Non dà quasi mai riferimenti centrali ai compagni, ma offre sempre una buona possibilità di scarico al portatore di palla. Poche occasioni e poche invenzioni anche per lui. Dal 71' Iturbe 6,5 - Gironzola sulla trequarti senza coprire una posizione fissa, ma provandoci con convinzione.

Ljajic 5 – Piace per l'impegno che mostra anche in ripiegamento, ma non è in grande serata dal punto di vista della fantasia. Troppo molle nella ripresa: una sua palla sciaguratamente persa consente a Vidal di sfiorare il vantaggio. Nulla di buono nel secondo tempo. Dal 65' Florenzi 6,5 - Copre la corsia destra con maggiore personalità di Torosidis. Mette in difficoltà Evra e serve anche il gol a Keita.

All. Garcia 6 – Squadra estremamente aggressiva, conscia dell'importanza della partita e della necessità di scuotersi. Dopo un avvio arrembante, la partita rallenta e la Juve riesce a controllare e ripartire. Le enerige romaniste si esauriscono presto e lui, tatticamente, fa troppo poco per sbloccare la gara. La Roma non produce nemmeno un tiro in porta fino al quarto d'ora finale. Il pareggio, un po' estemporaneo, riaccende la squadra nel finale. Buona l'energia portata dai cambi.  Squadra troppo umorale

 

JUVENTUS

Buffon 6 – Primo tempo senza paure. Bella parata al 72' su Manolas. Nulla può sul gol di Keita.

Caceres 5 – Primo tempo ben gestito: dalla sua parte non si passa. Dormita gravissima sul gol di Keita: errore decisivo.

Bonucci 6,5 – Super lavoro da subito. Deve ricorrere a tutto il repertorio difensivo per non soccombere all'aggressività giallorossa. Più tranquillo con il passare dei minuti.

Chiellini 6 – E' molto bravo nel contenere la velocità di Gervinho, mentre è più sicuro contro Ljajic. Sembra sempre sul punto di essere saltato, ma alla fine ha ragione lui.

Lichtsteiner 6 – In avvio è molto propositivo e riesce spesso a sorprendere Holebas. Dopo il grande inzio di gara cala un po'. Dal 90' Padoin SV -.

Vidal 6 – Tiene il centro-sinistra, ma si nota più per l'intensità con cui fa filtro, rispetto a quando si inserisce. Nella ripresa cresce: al 5' del secondo tempo ha la palla per sbloccare la partita, ma sfiora il palo alla sinistra di De Sanctis. Poco dopo provoca l'espulsione di Torosidis.

Marchisio 6,5 – Lucido. Rischia poco e gestisce il pallone con rapidità. Recupera e rilancia con precisione e continuità.

Pereyra 6,5 – Più di sciabola che di fioretto. Tanto lavoro sporco, ma anche efficacia ridotta nelel incursioni. Al 22' crea la prima grande occasione per la Juve. Molto bravo anche al 42'. E' la miglior fonte di gioco della Juventus per tutto il primo tempo. Nella ripresa un po' meno positivo. 

Evra 5,5 – Il gioco si svolge prevalentemente dall'altra parte. Lui imposta la gara con ordine spingendo solo quando non rischia. In difficoltà nel finale. 

Tevez 6,5 – Fatica contro Manolas e, anche per questo, si abbassa molto per cercare palloni giocabili. Si vede poco, ma calcia una punizione perfetta che forse decide il campionato. 

Morata 5 – Un po' avulso dal gioco, anche se dà spesso una sensazione di poter colpire. Scompare nel secondo tempo. Dall'83' Coman SV -.

All. Allegri 6 – Complice il KO di Pirlo e le condizioni precarie di Pogba, opta per la riproposizione della difesa a 3. La Juve sceglie di aspettare e ripartire e nel primo tempo ha le occasioni migliori. Nella ripresa le cose addirittura migliorano. L'unico vero errore difensivo costa il pareggio concesso e qualche brivido nel finale. Manca il killer-instinct.

 

Arbitro: Orsato 6,5 – Dopo 30'' sceglie di non ammonire De Rossi, ma sembra avere torto. Grazia anche Totti al 17'. Il metro di giudizio sembra coerente. Al 19' non può esimersi dal mostrare il giallo a Torosidis. Al 23' conferma la tolleranza su Chiellini che ferma con le cattive il contropiede di Totti. Proteste romaniste al 28' per un presunto mani di Pereyra a ridosso dell'area juventina: il centrocampista tocca con il braccio, ma a seguito di un rimpallo con Totti. Il fallo da giallo per De Rossi è simile a quello di Chiellini, ma è il secondo intervento duro del '16' romanista. Più severo, ma giustamente ed equamente, nel secondo tempo. Espulsione di Torosidis: il secondo giallo pare corretto. Per quanto il fallo del greco non sia violento, va ad atterrare Vidal lanciato verso la porta. Vede bene anche al 73': Keita fa fallo su Caceres, prima di essere 'abbattutto' in area. Manca un giallo evidente a Vidal, al 75'. Giustissima l'ammonizione per Chiellini due minuti dopo.

 

ROMA-JUVENTUS 1-1

ROMA (4-3-3): De Sanctis; Torosidis, Manolas, Yanga-Mbiwa, Holebas; Pjanic, De Rossi (73' Nainggolan), Keita; Gervinho, Totti (71' Iturbe), Ljajic (65' Florenzi). All. Garcia

JUVENTUS (3-5-2): Buffon; Caceres, Bonucci, Chiellini; Lichtsteiner (90' Padoin), Vidal, Marchisio, Pereyra, Evra; Tevez, Morata (83' Coman). All. Allegri

Arbitro: Orsato di Schio

Marcatori: 64' Tevez (J); 78' Keita (R) 

Ammoniti: 19' Torosidis, 32' De Rossi, 57' Pjanic, 60' Yanga-Mbiwa, 79' Nainggolan (R); 41' Evra, 54' Morata, 71' Marchisio, 77' Chiellini, 84' Vidal (J)

Espulsi: 62' Torosidis (R) 

Note: 




Commenta con Facebook