• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Juventus > Juventus-Atalanta, Allegri: "Cesena ci servirà da lezione. Tevez fondamentale". E sul Borussia...

Juventus-Atalanta, Allegri: "Cesena ci servirà da lezione. Tevez fondamentale". E sul Borussia...

Il tecnico bianconero ha parlato in conferenza stampa alla vigilia del match


Massimiliano Allegri (Getty Images)

19/02/2015 12:00

JUVENTUS ATALANTA ALLEGRI / TORINO - Alla vigilia di Juventus-Atalanta, partita che arriva dopo il pareggio di Cesena che ha agitato le news Juventus nell'ultima settimana, il tecnico bianconero Massimiliano Allegri ha parlato alla stampa in conferenza a Vinovo: "Abbiamo un buon vantaggio sulla Roma ma mancano tantissime partite. Dobbiamo pensare partita per partita: domani c'è l'Atalanta, poi penseremo al Borussia. Ma abbiamo lasciato già troppi punti per strada. a Cesena non abbiamo fatto una buona partita. Ma anche se avessimo vinto non avremmo avuto lo scudetto garantito. Turnover? Per me è una parola che non esiste".

BARZAGLI - "Sta bene, è quasi pronto per scendere in campo, ha bisogno di un altro test. Pogba? Non faccio nessun calcolo, valuterò tra oggi e domani se impiegarlo domani, non penserò alla Roma".

CESENA - "C'è stato un errore nell'affrontare la partita. Sono io il responsabile di tutto. L'abbiamo rimessa in piedi ma non siamo riusciti a portarla a casa. Ci siamo adattati dopo 20 minuti al campo sintetico. Buffon ha dimostrato che è un fuoriclasse a livello caratteriale e tecnico, è un valore aggiunto per la Juventus".

AMBIENTE - "Quando dico che il campionato non è archiviato mi riferisco a tutto l'ambiente. Non è scontato che vinceremo lo scudetto: la Roma ha lasciato tanti punti per strada, ma noi dovevamo fare meglio".

MORATA - "Non ha vinto la titolarità nei confronti di Llorente. A Fernando mancano i gol, avere due giocatori per quel ruolo è molto importante".

TEVEZ - Poi Allegri ha parlato di Tevez, che alcune voci di calciomercato vorrebbero di ritorno al Boca Juniors l'estate prossima: "Non posso dire nulla su di lui, si sta allenando bene e la sua è un'annata straordinaria. A fine stagione vedremo cosa succederà, ma è un grande professionista e un grande uomo. Aveva bisogno di questi 10 giorni di riposo. Oltre ad essere tecnico è un giocatore caratteriale. E' fondamentale come Messi per il Barcellona e Ronaldo per il Real Madrid. Ma a Cesena dovevamo vincere comunque. Sturaro? Non è semplice calarsi in questa realtà, ma avrà sicuramente il suo spazio".

DIFESA - "Su 12 gol presi ne abbiamo presi uno a due su rigore, la maggior parte sono arrivati su ripartenza degli avversari". 

PIRLO - "E' in grado di giocare anche quando è marcato, non cambieremo modo di giocare. Lui è un punto di riferimento, dobbiamo sfruttarlo per quelle che sono el sue caratteristiche".

GRUPPO - "E' un gruppo molto responsabile, qualche cosina dopo Cesena ho detto, ma abbiamo capito tutti la caz..ta che abbiamo fatto, e ci servirà da lezione".

ATALANTA - "Dobbiamo fargli i complimenti, lavorano bene sul settore giovanile. E' la dimostrazione che nel calcio italiano ci sono giovani che possono giocare a livelli importanti. Non è una squadra semplice da affrontare".

SACCHI - "Non mi permetto di dare giudizi. E' un argomento, quello dei vivai, importante e delicato che non si può affrontare con una risposta".

BORUSSIA - "Ho detto che visto che sono due partite, la cosa fondamentale è non prendere gol in casa. Se non vinciamo è meglio fare 0-0 che 1-1, perchè ci vuole molta calma e equilibrio nel valutare le cose. Il nostro obiettivo è passare il turno. Se non prendi gol in casa sei un pezzo avanti.".




Commenta con Facebook