• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Pagelle > PAGELLE E TABELLINO DI LAZIO-GENOA

PAGELLE E TABELLINO DI LAZIO-GENOA

Male Biglia e Parolo, bene solo Klose. Perotti che classe, Grifone perfetto


Diego Perotti (Getty Images)
Marco Anselmi

09/02/2015 22:43

Ecco le pagelle di LAZIO-GENOA:

 

LAZIO

Marchetti 5,5 - Al 13’ risponde a Perin, la parabola di Niang viene respinta dal portiere biancoceleste. Espulso al 27’ per un fallo su Niang.

Basta  5,5 - Niang spesso si accentra e lui ha meno compiti del previsto. Quando tocca il pallone difficilmente sbaglia, ma in fase difensiva talvolta è disattento.

de Vrij 5,5 - Torna in campo e si riprende la difesa. L’olandese però sbaglia il tempo sulla verticalizzazione che porta Niang a tu per tu con Marchetti. Nel secondo tempo un po’ meglio ma non basta. In fase di appoggio sbaglia spesso.

Cana 5 - Prende il solito giallo, ma questa volta non se lo merita. Ritrova accanto a se de Vrij ma come a Cesena non sembra sicuro né in fase difensiva né in appoggio. Nel secondo tempo non migliora, si fa mettere in mezzo in diverse occasioni dall’attacco genoano.

Radu 5 - Statico e impacciato non sovrappone quasi mai e riceve pochissimi palloni giocabili. In fase difensiva non ha mai un punto di riferimento perché Iago cambia continuamente posizione. 

Parolo 5 - Si vede poco, sulla falsa riga di Cesena la Lazio non riesce a costruire azioni utili per l’offensiva laziale. Nel secondo tempo non cambia marcia ed il suo compagno di reparto non lo aiuta.

Biglia 4,5 - Ha su piede il gol del vantaggio ma sul suo calcio di punizione Perin si allunga e para a sulla sua destra. Per il resto del primo tempo prende pochi palloni e ne sbaglia altrettanti. E’ irriconoscibile.

Cataldi 5,5 - Ci mette la solita personalità e grinta ma in fase di costruzione sbaglia qualcosa di troppo. Dal 27’ Berisha 6 - Fermo sul rigore di Perotti perché spiazzato. In un paio di occasioni esce bene. Para su Iago ad inizio secondo tempo, poteva essere il doppio vantaggio ospite.

Candreva 5 - Corre molto sulla sua fascia creando qualche problema ad Edenilson per i primi 10’ poi scompare. Dal 46’ Felipe Anderson 6 - Ha un altro passo rispetto a tutti, ogni pallone si trasforma in oro. Rincon ne fa le spese quando viene superato con un tunnel.

Klose 6 - Subisce molti falli perché è sempre nel vivo dell’azione. Cresce il Genoa e lui ha maggiori difficoltà nel ricevere palloni. Nel secondo tempo gioca molto da sponda e manda in porta Mauri che però colpisce il legno.

Mauri 6 - Prende un giallo per un fallo di mano evitabile per il resto nel primo tempo cerca di impostare il gioco da trequartista ma senza successo. Al 67’ colpisce un palo su assist di Klose. A 10’ dalla fine in rovesciata va vicino al pareggio. Dal 81’ Keita 6 - Dà brillantezza alla manovra sulla corsia esterna e mette dentro più di un cross, ma non c’è nessuno a ricevere.

All. Pioli 5,5 - Sceglie soltanto uno dei due rientranti da infortuni: de Vrij è in campo, Felipe in panchina. La Lazio del primo tempo non ha la spinta di qualche settimana fa, è molto più vicina a quella di Cesena che a quella che ha battuto il Milan.

 

GENOA

Perin 6,5 - Al 7’ salva su un calcio di punizione di Biglia. Poteva essere il vantaggio biancoceleste. Due minuti dopo è ancora protagonista su Candreva che scarica un destro violento, l’estremo difensore ci mette la mano sinistra ed evita il gol.

Roncaglia 6,5 - E’ cattivo e determinato, davanti a se ha una leggenda ma non si spaventa quando c’è da chiudere lo fa senza troppi complimenti. Nel secondo tempo il suo fallo su Mauri regala una punizione pericolosa che non porta però al pareggio.

De Maio 6 - Molto falloso ad inizio gara, non riesce a trovare le distanze con il suo compagno di reparto e quando la Lazio va in verticale si distrae troppo.

Izzo 6 - Attento ed ordinato non sbaglia quasi nulla. Nel secondo come nel primo tempo offre poche occasioni agli attaccanti laziali.

Edenilson 6 - Sa attaccare gli spazi ma manca in fase difensiva. Candreva sulla sua fascia gli crea troppi problemi quando sale.

Rincon 6,5 - Fà legna ed aiuta Kucka servendogli sempre palloni puliti. Nel secondo tempo è ancora più prezioso: l’ingresso di Felipe sveglia un po’ la gara e lui si esalta.

Bertolacci 6 - Corre molto e perde pochi palloni. L’ex Roma sulla mediana è un moto perpetuo e riesce in qualche modo a giocare molti palloni.

Kucka 6,5 - Metronomo instancabile, sbaglia poco e riesce a non andare mai in difficoltà anche con la marcatura stretta dei centrocampisti laziali.

Iago Falque 6,5 - La sua velocità mette in difficoltà Biglia e Parolo che a turno devono provare a fermarlo. Dopo 6 minuti del secondo tempo si invola verso la porta di Berisha, super Cana in velocità e calcia fuori. Non passa un giro d’orologio che, liberato da Rincon, scarica di punta sul portiere albanese. Dal 75’ Tambè sv

Perotti 7 - Ha grande qualità ed ogni pallone che passa dai suoi piedi si trasforma in un pericolo. Segna il gol del vantaggio rossoblu con un perfetto calcio di rigore. La sua classe è indiscutibile. Dal 77’ Lestienne sv 

Niang 6,5 - Corre tanto e fa a sportellate con tutti i difensori della Lazio. La sua punizione non sortisce l’affetto desiderato: Marchetti para senza troppi problemi. L’ex Milan è incontrollabile, veloce e tecnico crea tanti problemi a Cana e de Vrij. Propizia il calcio di rigore del vantaggio genoano. Dal 71’ Pavoletti 6 - Entra e va a lottare al centro dell’attacco, utile.

All. Gasperini 6,5 - Lascia a casa Borriello e mette titolare Niang e non sbaglia. L’ex Milan è una spina nel fianco della difesa laziale. 

Arbitro Gervasoni 6,5 - Nei primi 18’ dispensa 3 cartellini gialli evitabili, soprattutto quello di Cana. Giusta invece la decisione su Marchetti: rigore ed espulsione. La gestione dei falli è discutibile ma a termine di regolamento è ineccepibile nel primo tempo.

 

TABELLINO

LAZIO-GENOA 0-1

LAZIO (4-3-3) Marchetti; Basta, de Vrij, Cana, Radu; Parolo, Biglia, Cataldi (dal 29’ Berisha); Candreva(dal 46’ Felipe Anderson), Klose, Mauri (dal 81’ Keita). All. Pioli. A disp. Strakosha, Konko, Cavanda, Novaretti, Maurício, Onazi, Ledesma, Felipe Anderson, Ederson, Perea, Keita.

GENOA (4-3-3) Perin; Roncaglia, De Maio, Izzo, Edenilson; Rincon, Bertolacci, Kucka; Iago Falque (dal 75’ Tambè) , Perotti (dal 77’ Lestienne), Niang (dal 71’ Pavoletti). All. Gasperini. A disp. Lamanna, Sommariva, Mandragora, Ariaudo, Laxalt, Bergdich. 

ARBITRO: Gervasoni (sez. Mantova)

Marcatori: 30’ Perotti (G).

Ammoniti: 14’ Mauri (L), 16’ Cana (L), 18’ Bertolacci (G), 44’ Candreva (L), 45 + 3 de Vrij (L), 50’ Roncaglia (G), 70’ De Maio (G), 89' Pavoletti (G).

Espulso: 27’ Marchetti (L).




Commenta con Facebook