• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Juventus > Juventus-Chievo, Allegri: "Per adesso ci godiamo Pogba. Normale la rabbia di Vidal"

Juventus-Chievo, Allegri: "Per adesso ci godiamo Pogba. Normale la rabbia di Vidal"

L'allenatore bianconero soddisfatto dopo il 2-0 rifilato ai clivensi


Massimiliano Allegri (Getty Images)
Giorgio Musso (Twitter: @GiokerMusso)

25/01/2015 17:30

JUVENTUS CHIEVO ALLEGRI / TORINO - La Juventus si sveglia nella ripresa. Ci ha pensato un 'super' Pogba a sbloccare la gara e a lanciare momentaneamente a +8 in classifica la squadra di Massimiliano Allegri: "Pogba ha fatto un gol straordinario e un aggancio incredibile sul secondo. Come in tutte le cose ci sono le categorie: per vincere le partite ci vogliono giocatori forti e bravi,  altrimenti non ci sarebbero i campioni che valgono 100 milioni - ha spiegato il tecnico bianconero a 'Sky Sport' - Paul è intelligente, pacato ed equilibrato, vuole migliorare e lo dimostra in partita e soprattutto in allenamento. Tutto nella vita ha un prezzo, la società deve valutare, non è un problema da analizzare adesso. E' difficile sostituire i grandi giocatori, Pogba ha almeno ancora dieci anni di grande carriera davanti, però sono le situazioni del calcio. Per il momento ce lo godiamo, insieme a lui vogliamo raggiungere dei grandi obiettivi".

PARTITA - "Nonostante un primo tempo in cui abbiamo sbagliato tanto tecnicamente, abbiamo creato tre-quattro occasioni per andare in vantaggio. Nel secondo tempo siamo cresciuti molto e grazie alla giocata di Pogba siamo andati in vantaggio: poi è stato tutto più facile. Abbiamo subito un'occasione solo nel finale, per una distrazione, anche se il Chievo ci ha messo in difficoltà, è stata una delle poche squadre che ci ha dato fastidio in casa".

VIDAL - "E' normale che fosse arrabbiato, l'ho tolto quando stava giocando meglio, altrimenti avrei dovuto sostituirlo nel primo tempo, cme tanti altri. L'ho tolto anche perchè era ammonito visto che è meno riflessivo rispetto a Marchisio, anche lui con un giallo".




Commenta con Facebook