• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > TDM - Tattica del Mercato > TATTICA DEL MERCATO - Inter, Lucas Leiva: fosforo e grinta a centrocampo

TATTICA DEL MERCATO - Inter, Lucas Leiva: fosforo e grinta a centrocampo

L'analisi di Calciomercato.it sui protagonisti del mercato: occhi puntati sul centrocampista del Liverpool


Lucas Leiva (Getty Images)
Michele Furlan (Twitter: @MicheleFurlan1)

16/01/2015 15:00

TATTICA DEL MERCATO LIVERPOOL LUCAS LEIVA INTER MANCINI AUSILIO / ROMA - Sono passati esattamente dieci giorni dall'apertura del calciomercato e l'Inter di Erick Thohir è stata senza dubbio la società italiana più attiva. Roberto Mancini infatti ha potuto già accogliere elementi di spessore come il tedesco Lukas Podolski e lo svizzero Xherdan Shaqiri, prelevati per tentare l'assalto al terzo posto. La seconda fase del calciomercato Inter sarà focalizzata sull'arrivo di un centrocampista di spessore a cui, però, dovranno far fronte delle cessioni anche importanti. Uno dei nomi più seguiti è quello del brasiliano Lucas Leiva del Liverpool.

Conosciamolo meglio attraverso la nostra rubrica 'Tattica del Mercato'.

 

BIOGRAFIA DI LUCAS LEIVA, OBIETTIVO DELL'INTER PER IL CENTROCAMPO

Lucas Pezzini Leiva nasce a Dourados, in Brasile, il 9 gennaio 1987. Cresce nel settore giovanile del Gremio con cui debutta nel Brasileirao nel 2006 dopo aver vinto il campionato verdeoro di seconda divisione. Con il 'Tricolor dos Pampas' vince anche due campionati statali e viene insignito della Bola de Ouro e della Bola de Prata. Nel 2007 viene acquistato dal Liverpool di Rafa Benitez. La sua carriera in maglia 'Reds' vive alti e bassi. Si conquista presto il ruolo di titolare e lo mantiene anche con i nuovi manager Roy Hodgson e Kenny Dalglish. La rottura del legamento crociato del ginocchio però lo frena. Con l'arrivo di Brendan Rodgers perde il posto fisso in squadra ma rimane comunque una risorsa importante per la mediana del Liverpool, squadra con cui ha vinto un solo trofeo: la coppa di lega del 2012.

Lucas Leiva ha fatto parte della nazionale verdeoro under-20 che ha trionfato al campionato sudamericano di categoria nel 2007 insieme a giocatori del calibro di Willian, Pato, Luiz Adriano e Fernando. Ha preso parte all'Olimpiade del 2008 ed ha esordito con la maglia della 'Seleçao' nel 2007 sotto la gestione di Carlos Dunga. Può vantare 24 presenze con la maglia del Brasile con cui ha giocato la sfortunata Coppa America del 2011.

 

CARATTERISTICHE TECNICO-TATTICHE DI LUCAS LEIVA

Alto 1,79 per 73 kg, fisico compatto e normolineo, destro naturale. Lucas Leiva è un giocatore piuttosto completo che, però, non è mai riuscito a fare il salto di qualità che ci si aspettava. Tatticamente parlando è un 'volante', cioè un mediano che si piazza davanti alla difesa. Ha caratteristiche anomale per il calcio brasilian trovandosi alla perfezione invece con i canoni europei. Abbina infatti forza fisica e capacità di interdizione ad una buona tecnica individuale con cui riesce a far ripartire l'azione, anche se non può essere considerato un regista. Intelligente e disciplinato tatticamente, abile nell'appoggio, è molto grintoso. Può giostrare come schermo davanti alla difesa in diversi sistemi di gioco (4-3-3 o 4-2-3-1, ad esempio) garantendo fosforo e grinta. Ha tantissima esperienza internazionale anche se ultimamente è stato frenato da diversi problemi fisici.

 

LUCAS LEIVA E' UN GIOCATORE ADATTO ALL'INTER?

Nel 4-2-3-1 che Roberto Mancini sta progettando per la sua Inter, Lucas Leiva sarebbe senza dubbio un acquisto azzeccato. Il tecnico nerazzurro infatti ha intenzione di schierare Icardi supportato da un terzetto offensivo importante e, quindi, a centrocampo c'è bisogno di una diga. Il centrocampista brasiliano potrebbe svolgere alla perfezione il ruolo di interditore e, grazie alla disciplina e all'intelligenza tattica, potrebbe essere anche in grado di rilanciare l'azione una volta recuperato il pallone. L'ex Gremio è un elemento di grande esperienza ed ha appena compiuto 28 anni essendo quindi è  nel pieno della maturità calcistica. Potrebbe, dunque, dare una grossa mano all'Inter e rilanciarsi dopo alcune stagioni sfortunate magari attirando l'attenzione di quel Carlos Dunga che lo aveva fatto debuttare nella 'Seleçao' a soli vent'anni.

 




Commenta con Facebook