• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Sugoni > L'Editoriale di Sugoni - L'ala giusta per volare alto: Thomas Touré

L'Editoriale di Sugoni - L'ala giusta per volare alto: Thomas Touré

Nuovo appuntamento con il nostro editorialista ed esperto di SkySport24


Thomas Tourè (Getty Images)
Alessandro Sugoni

06/01/2015 10:56

EDITORIALE ALESSANDRO SUGONI / MILANO - Il cognome è impegnativo. Ma lui non è né KoloYaya. Lui è un giovane attaccante di movimento che promette però di arrivare ai livelli degli omonimi più famosi. Questo Touré di nome fa Thomas, e con gli altri due condivide le origini ivoriane (ma è nato in Francia ed ha ovviamente passaporto francese).

Ad inizio stagione, nessuno avrebbe messo il suo nome tra le possibili sorprese di questa Ligue1. Invece dopo quattro mesi di campionato è diventato uno dei punti di forza del suo Bordeaux, ed è pronto a rinnovare per altri quattro anni il suo contratto in scadenza. Giornata dopo giornata, giocata dopo giocata, il giovane Touré ha stupito – e conquistato – tutti. Già oltre mille minuti giocati, dopo le sole due presenze della scorsa stagione: due gol, quattro assist e tanto movimento all’attivo.

Numeri già significativi, ma che possono crescere molto. Soprattutto quelli relativi ai gol. Perché il limite di Thomas – per ora – è proprio la poca concretezza. Il punto di forza invece è la sua grande imprevedibilità. “Gli avversari non sanno mai cosa aspettarsi da lui, per questo nessuno ha ancora capito come marcarlo”, ecco l’investitura del suo allenatore Sagnol, che ora dovrà cercare di farlo diventare più continuo.

Durante la partita ama muoversi molto e riesce spesso a saltare l’uomo con facilità (anche più di una volta nella stessa azione) – insomma una specie di ala classica declinata in versione moderna. Il problema è che spesso finisce per perdersi nei suoi stessi numeri, al punto quasi da sparire dal match per alcuni minuti. Se riuscirà a ridurre al minimo quelle pause e ad allungare il periodo in cui riesce ad incidere sulla partita, potrà diventare un giocatore devastante.

 

- LA SUA SCHEDA:

THOMAS TOURE’

Squadra: Bordeaux

Età: 21 anni

Ruolo: Attaccante

Nazionalità: francese e ivoriana

Valutazione: 2 milioni

Dove lo vedrei bene: Sampdoria, Genoa, Sassuolo




Commenta con Facebook