• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Milan > Milan, Montolivo: "Inzaghi, che progressi! Terzo posto? A una condizione..."

Milan, Montolivo: "Inzaghi, che progressi! Terzo posto? A una condizione..."

Il centrocampista rossonero è rientrato dopo un lungo infortunio


Riccardo Montolivo (Getty Images)
dall'inviato Matteo Zappalà (@matteobegbie)

02/01/2015 14:32

MILAN MONTOLIVO INZAGHI TERZO POSTO / MILANELLO - Intervistato da 'sportmediaset.it', il capitano rossonero Riccardo Montolivo ha parlato delle ultime news Milan in vista della ripresa del campionato e della riapertura del calciomercato. Il centrocampista è tornato da poco a disposizione di Filippo Inzaghi, dopo il lungo infortunio, e si è da subito dimostrato una pedina fondamentale per lo scacchiere rossonero.

INFORTUNIO - "Tornare in campo è stato come un secondo esordio in Serie A. L'emozione è stata tanta, così come l'attesa, dopo aver scoperto che la tibia si era rotta. Con questa rosa possiamo competere per i primi posti, ma dovremo restare umili, lavorare duro e non prescindere da uno spirito operaio e di sacrificio".

OBIETTIVI - "La sfida più importante di questo Milan è con noi stessi. Non possiamo prescindere dal nostro spirito operaio e dal sacrificio. Solo così potremo andare lontani".

INZAGHI - "Lui è bravissimo a caricarci, un motivatore vero. Impara in fretta e fa grandi passi in poco tempo. E' come una spugna".

TERZO POSTO - "Credo che il Milan, con questa rosa, possa competere per le prime posizioni ma, ripeto, dobbiamo mantenerci umili e lavorare duro".

MENEZ - "Sta dimostrando di poter segnare con regolarità e forse c'è lo zampino di Inzaghi. Per noi sta diventando fondamentale".

NAZIONALE - "Un mio grande orgoglio è vestire la maglia azzurra, ma prima dovrò riconquistare il Milan".

LE DIFFICOLTA' DEI GIOVANI - "Quando uno è giovane, spesso capita che faccia un exploit arrivato in prima squadra. Poi, però, ci sono anche dei momenti di down dove uno deve trovare l’equilibrio. El Shaarawy e De Sciglio, per esempio, hanno fatto molto bene subito, adesso sono in una fase di adattamento e spero che trovino il loro equilibrio per tornare a fare bene".




Commenta con Facebook