• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Pagelle > PAGELLE E TABELLINO DI INTER-UDINESE

PAGELLE E TABELLINO DI INTER-UDINESE

Thereau decisivo; Pasquale incerto. Icardi c’è, Palacio errore choc.


Cyril Thereau ©Getty Images
Raniero Mercuri

07/12/2014 22:47

ECCO LE PAGELLE DI INTER-UDINESE

 

 

INTER

 

Handanovic 6 – Nel primo tempo non lo impensieriscono mai. Poi, nella ripresa, prima si oppone al destro ravvicinato di Di Natale, poi nulla può sulla botta da fuori di Fernandes, che regala all’Udinese l’uno a uno.

 

Nagatomo 6 – Disciplinato e propositivo. Quando si mette in moto, crea evidenti difficoltà a Pasquale, suo diretto rivale sulla corsia esterna. Soffre, come tutta la squadra, in fase difensiva. 

 

Ranocchia 5,5 – Nel primo tempo dirige la difesa nerazzurra con ordine e personalità. Elegante in alcune chiusure su Di Natale, affonda con tutta la squadra nella seconda frazione.

 

Juan Jesus 5,5 – Attento, sbaglia poco o nulla in chiusura sui tentativi offensivi degli ospiti. Questo vale per il primo tempo. La ripresa è tutta sofferenza, ma non è il solo. 

 

Dodò 5 – Spinge bene ma soffre un po’ troppo in fase difensiva, come testimonia il suo deludente secondo tempo, quando si fa infilare più volte da Widmer e dai movimenti di Fernandes. Ha un grande futuro davanti, ma deve crescere ancora molto, infortuni permettendo ovviamente. Dal 44’ st Bonazzoli s.v.

 

Guarin 6,5 – La palla che offre ad Icardi al 44’ pt per il vantaggio interista vale il prezzo del biglietto: chirurgico tocco in verticale, l’argentino solo davanti a Karnezis, l’Inter in vantaggio. Prima, al 21’ pt, regala anche a Kovacic la palla giusta, ma il talento nerazzurro la spedisce sulla traversa.

 

Medel 6 – Ci mette la solita combattività, spesso troppa. Ruba un gran numero di palloni e rilancia la squadra in avanti. Ma non chiedetegli anche ottimi piedi però, sarebbe ingeneroso. Dal 44’ st D’Ambrosio s.v.

 

Kuzmanovic 6 – Sembra uno di quelli a cui Mancini non intende mai rinunciare. Cattura molti palloni, ha discreti piedi e buona visione di gioco. Prezioso.

 

Kovacic 6 – Si muove da trequartista dietro a Palacio ed Icardi. Ci sembra la posizione più adatta per sfruttare il suo grande talento. Si muove molto creando disagi evidenti a Guilherme e compagni. Al 21’ pt però spreca un’ottima occasione: assist di Guarin, lui da due passi centra la traversa.

 

Palacio 4,5 – Il peggiore. Solito gran movimento per tutto il primo tempo. Gioca da seconda punta, come spalla di Icardi ma in realtà spazia per tutto il fronte offensivo. Qualche volta però, sembra correre tanto senza incidere troppo. Sulla sua gara però, pesa come un macigno il folle passaggio arretrato che manda in porta Thereau per l’uno a due friulano.

 

Icardi 6,5 – Il migliore. Il gol decisivo gli vale il premio di migliore in campo. E’ il 44’ pt, l’argentino sfrutta un assist d’oro in verticale di Guarin, lui scatta all’istante giusto, sul filo del fuorigioco, e solo davanti a Karnezis insacca con freddezza. Da grande bomber. Che forse ancora non è, ma che probabilmente diventerà. Dal 21’ st Osvaldo 5,5 – Si muove molto ma combina davvero poco.

 

All. Mancini 5,5 – L’inter gioca benino nel primo tempo. Organizzata e soprattutto propositiva. Poi, nella ripresa, il crollo. Si, c’è ancora molto da lavorare.

 

 

 

UDINESE

 

Karnezis 6 – Sul gol di Icardi non ha colpe, trovandosi il bomber argentino a tu per tu. Per il resto, qualche buon intervento.

 

Heurtaux 6,5 – Nel primo tempo salva in più di un’occasione la porta di Karnezis. Un esempio? 21’ pt, Kovacic centra la traversa da due passi, palla che finisce a Palacio, pronto a colpire a botta sicura, arriva Heurtaux e in scivolata manda in angolo. Un miracolo? Forse sì.

 

Danilo 6 – Un po’ in sofferenza nella prima parte di gara, ritrova sicurezza nella ripresa.

 

Piris 6,5 – Sorprendente la sua buona prova nell’inedita posizione di centrale sinistro di una difesa a tre. Nel secondo tempo in particolare, concede pochissimo alle punte nerazzurre.

 

Widmer 6,5 – Timido nel primo tempo, spavaldo nella ripresa. Manda più volte in tilt Dodò, che non sa come arginarlo.

 

Badu 6,5 – Lotta come un leone a centrocampo. Spesso si getta anche in avanti a cercar fortuna.

 

Guilherme 6 – Parte male, contratto. Soffre in particolare la posizione di Kovacic, che non riesce quasi mai a contenere. Migliora nella ripresa, come tutta la squadra.

 

Allan 6,5 – Tampona e riparte, offrendo sempre un ottimo contributo ai compagni di reparto. Anche per lui grinta da vendere, ma non è certo una novità. Dal 35’ st Pinzi 6 – Ci mette tanta esperienza.

 

Pasquale 6 – Il peggiore. Nel primo tempo soffre le discese di Nagatomo. Appare incerto e a volte spaesato. Nel secondo tempo va un pochino meglio, riuscendo a limitare le discese nerazzurre dalla sua parte. Nel complesso però, forse è il bianconero più sottotono.

 

Fernandes 7 – Un grande secondo tempo. Entra come una lama nel burro nella difesa interista. Al 14’ st trova un gran gol, che vale l’uno a uno: stop e tiro al volo alla destra dell’incolpevole Handanovic.

 

Di Natale 6 – Primo tempo in ombra. Poi, al 12’ st, scalda per primo i guanti ad Handanovic con un forte destro da posizione ravvicinata, sul quale il portierone nerazzurro si oppone. Dal 18’ st Thereau 7 – Il migliore. Entra in campo e dopo appena sette minuti decide la gara, gettandosi come un avvoltoio sul folle retropassaggio di Palacio che lo manda a tu per tu con Handanovic. Lui lo salta e appoggia in rete. Uno a due. Vi sembra poco? A noi no.

 

All. Stramaccioni 7 – Si prende una grande rivincita contro la sua ex squadra. Nel primo tempo l’Udinese soffre troppo, chiusa in difesa. Poi, nella ripresa, esce fuori alla grande, castigando l’Inter al minimo errore.

 

Arbitro: Gervasoni 6,5 – Buona direzione di gara, diciamo all’”inglese”, lasciando correre molto il gioco.

 

 

TABELLINO

 

INTER-UDINESE 1-2

 

Inter (4-3-1-2): Handanovic; Nagatomo, Ranocchia, Juan Jesus, Dodo’ (Dal 44’ st Bonazzoli); Guarin, Medel (Dal 44’ st D’Ambrosio), Kuzmanovic; Kovacic; Palacio, Icardi (Dal 21’ st Osvaldo).  All. Mancini

Udinese (3-5-2): Karnezis; Heurtaux, Danilo, Piris; Widmer, Badu, Guilherme, Allan (Dal 35’ st Pinzi), Pasquale; Fernandes, Di Natale (Dal 18’ st Thereau).  All. Stramaccioni

Arbitro: Andrea Gervasoni (sez. Mantova)

Marcatori: 44’ pt Icardi (I), 14’ st Fernandes (U), 25’ st Thereau (U)

Ammoniti: 3’ st Dodo’ (I), 40’ st Pinzi (U), 45’ st Bonazzoli (I)

Espulsi: -




Commenta con Facebook