• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Milan > Milan, Abbiati: "Nel derby può segnare anche Diego Lopez! Il mio futuro..."

Milan, Abbiati: "Nel derby può segnare anche Diego Lopez! Il mio futuro..."

Il portiere rossonero potrebbe appendere i guanti al chiodo a fine stagione


Christian Abbiati © Getty Images

20/11/2014 15:40

MILAN ABBIATI DERBY INZAGHI FUTURO / MILANELLO - Christian Abbiati si è espresso ai microfoni di 'Milan Channel' su tutti i temi relativi alle ultime news Milan. L'estremo difensore rossonero ha inevitabilmente aperto parlando del derby: "Da questa settimana sentiamo di più la pressione per la sfida con l'Inter. Spero che porti fortuna il primo derby da allenatore ad Inzaghi. Secondo me il gol più bello in questa partita lo segnò Shevchenko nel ritorno di Champions League. Per quanto riguarda domenica trovo che la squadra sia carica e pronta, sulla strada giusta anche se sicuramente lunga. Il gruppo è tranquillo e concentrato sul lavoro, con la mentalità che ci sta dando Inzaghi. Dimostreremo che il Milan c'è".

GOL - "Chi sblocca il derby? Magari potrebbe segnare di nuovo El Shaarawy. Andrebbe benissimo anche se dovesse segnare Diego Lopez!"

DA CARLO A PIPPO - "Indimenticabili gli anni del Milan di Ancelotti. Difficile rivedere una squadra così forte, ma Inzaghi è bravissimo a farci sentire tutti parte del gruppo".

FUTURO - Parentesi doverosa anche sul calciomercato, con la carriera da calciatore di Abbiati che sembra avviata alla conclusione, dopo aver sollevato tre Scudetti e una Champions League: "Vedremo a fine stagione se rimanere tra i preparatori dei portieri: parlerò col dottor Galliani e valuteremo".

CARRIERA E TIFOSI - "Ho avuto un rapporto splendido con la Nazionale, dove ero coperto da portieri di caratura internazionale quali Toldo, Peruzzi e Buffon, perciò ho preferito pensare più ai rossoneri e restare ad allenarmi con la squadra. Il rapporto coi tifosi, poi, è stato fantastico sin da subito: anche nei momenti difficili mi sono rimasti al fianco. Questo è un grande pubblico, che ha dimostrato di tenerci davvero tanto ai colori rossoneri".

M.T.




Commenta con Facebook