• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Football Killed Tancredi > ITALIA-CROAZIA: LE PAGELLE DI TANCREDI PALMERI

ITALIA-CROAZIA: LE PAGELLE DI TANCREDI PALMERI

I giudizi espressi dal protagonista della nostra rubrica 'Football Killed Tancredi'


Marchisio (Getty Images)
dall'inviato Tancredi Palmeri (@tancredipalmeri

16/11/2014 23:35

ITALIA CROAZIA PAGELLE TANCREDI PALMERI / MILANO - Pareggio tra Italia e Croazia a 'San Siro': il nostro inviato Tancredi Palmeri dà giudizi ai protagonisti in campo. 

ITALIA

Buffon 5: ok solo un errore, ma costa il pareggio.

Darmian 5.5: un po' tenero in marcatura, ma del resto non è il suo mestiere.

Ranocchia 5.5: salva sulla linea, ma stava mandando una partita discreta in vacca negli ultimi minuti.

Chiellini 6.5: gladiatorio in anticipi e marcature, al massimo bisogna giusto imporgli una tassa ogni 3 lanci lunghi.

Marchisio 4.5: inghiottito nel Primo Tempo, troppo lontano da De Rossi, ha una reazione minima sul finale, ma è tra i responsabili dello sfacelo di centrocampo.

Candreva 5.5: il gol è giusto lo segni lui perché è tra i più attivi, ma poi si sgasa troppo presto.

De Rossi 5: a suo favore depone il fatto che lo lascino spesso da solo in palleggio, anche se lui è lento nel giocarla.

Pasqual 5: tra quelli che non reggono il baricentro, finché non si infortuna.

(dal 27') Soriano 5: qualche buon recupero ma anche lui si associa al disastro in mezzo.

Immobile 4.5: mai pericoloso, poche volte utile, davvero indietro rispetto a ciò che dovrebbe dare.

(dal 52') El Shaarawy 5: sicuramente infame il ruolo di esterno di un 4-5-1 in cui viene impiegato, però lui è molto meno tonico del solito.

Zaza 5: perde un sacco di palloni, però comunque riesce in qualche sponda di qualità.

(dal 62') Pellè 5.5: più lucido nel giocare i palloni, potrebbe anche spingere di più.

Allenatore Conte 4: la sua peggiore partita in carriera tra Bari, Siena, Juventus e Italia. L'Italia ha giocato chiusa quasi nella sua trequarti, e niente è valso dare qualche ritoccatina sul modulo. Anche perché chiudere con il 4-5-1 è stato vergognoso.


CROAZIA

Subasic 6.5: buona personalità, ma l'assurdo è che abbia avuto poche occasioni per mettersi in mostra.

Srna 7: onnipresente, incredibile come migliori invecchiando.

Corluka 6.5: un armadio gettato addosso a chiunque gli capiti a tiro.

Vida 6.5: il meno blasonato ma regge benissimo il colpo.

Pranjic 6.5: vince il duello in fascia, forse potrebbe farsi vedere su più.

Brozovic 6.5: si porta a casa il centrocampo di San Siro.

(dall'82') Badelj sv

Modric 6.5: se stiamo commentando un pareggio, solo un pareggio, per la Croazia, lo dobbiamo forse alla sua uscita per infortunio.

(dal 27') Kovacic 6: magari meno illuminante del solito, ma comunque padrone del gioco.

Perisic 7: De Laurentiis avrà masticato amaro, perché stasera la sua quotazione si è alzata.

Rakitic 6.5: buon giro palla, forse a volte potrebbe essere più celere.

Olic 7: mezzo voto in più a nonno Olic perché dannarsi in pressing così ancora alla sua età è da far vedere e rivedere a certi giovani attaccanti che sappiamo noi.

(dal 68') Kramaric sv

Mandzukic 7: mette talmente paura quando c'è da conquistare il pallone che alla fine non ci va nessuno a staccare su di lui. Concretissimo.

Allenatore. Kovac 7.5: pazzesco venire a Milano a mangiare in testa alla Nazionale allenata da un ct da calcio offensivo come Conte. Pressing alto, continuo, compatto, calma e gesso a centrocampo e un baricentro che soffoca le velleità azzurre.

Arbitro. Kuipers 7: qualche sbavatura nel finale ma nessun errore sostanziale e soprattutto il polso nel gestire le sospensioni.
 




Commenta con Facebook