• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Pagelle > PAGELLE E TABELLINO DI PARMA-INTER

PAGELLE E TABELLINO DI PARMA-INTER

De Ceglie si veste da bomber, Lodi inventa. Male Obi nell'Inter


Kovacic in azione (Getty Images)
Andrea Della Sala

01/11/2014 22:45

ECCO LE PAGELLE DI PARMA-INTER

PARMA

Mirante 6 - Mai nessuna parata decisiva, attento ma mai operativo.

Costa 6 – Mette in campo tanta corsa, ma anche tanto cuore. Vuole aiutare il Parma a uscire da questo brutto momento e fa vedere tutta la sua grinta. Aggredisce sempre l’avversario.

Felipe 6 – Gara molto attenta. Non rischia praticamente nulla, esce per infortunio. Dal 52’ Santacroce 6 - Nessun pericolo. Concetrato come tutto il resto del reparto arretrato.

Lucarelli 5,5 - A volte troppo irruento. Già ammonito, rischia qualcosa di troppo.

Rispoli 6 – Ha corsa e riesce bene a distendersi, raggiungendo spesso il fondo. Bella la pennellata per De Ceglie che deve solo buttarla dentro. Nel finale va vicino al gol.

Acquah 6 -Ottime chiusure, dalla sua parte Kovacic non trova molto spazio. Non dà respiro al centrocampo nerazzurro, meno bene quando si tratta di costruire. Fatica quando ha il pallone tra i piedi.

Lodi 6,5 - Raddoppia ed è il primo ad andare ad aggredire il portatore di palla avversario. Dà sempre fastidio alla manovra dell’Inter e quando il Parma ha palla, viene a prendersi palla cercando di mandare i compagni in porta.

Mauri 5,5 – Troppo spesso fuori dal match. Cerca qualche inserimento, ma non riesce a trovare gli spazi per rendersi pericoloso.

De Ceglie 7 - Alla prima sortita offensiva, si fa trovare sul secondo palo e fa gol. Obi non è un esterno di ruolo e lui se ne approfitta. Cerca di rimanere alto e di recuperare palla per poi andare al traversone. Trova anche la doppietta, trafiggendo Handanovic da due passi. Dal 90’ Gobbi s.v.

Cassano 6 - Primo tempo di sacrifico, ripiega spesso e si sforza di fare anche la fase difensiva. Prova qualche giocata delle sue, ma non è ispiratissimo.

Coda 6 – Si fa male dopo soli 18’, inciampa mentre porta palla e Donadoni è costretto al cambio. Dal 18’ Ghezzal 5,5 – Non riesce a rendersi pericoloso, dovrebbe far valere meglio la sua velocità

All. Donadoni 6,5 – Il Parma dimostra tutta la voglia di rimettersi in carreggiata e di vincere. Il gruppo è dalla sua parte, anche quando la squadra soffre non rischia più di tanto.

 

INTER

Handanovic 6 - Poteva forse uscire sul traversone di Rispoli da cui nasce il gol di De Ceglie. Per il resto controlla bene, senza mai andare in difficoltà.

Ranocchia 6 – Parte come al solito sul centro-destra e offre la consueta partita di grande solidità. Svetta sui palloni alti. Nel secondo tempo scivola a destra in un insolito ruolo da terzino destro.

Vidic 6 – Prova ad arrivare sul traversone di Rispoli, ma la palla passa. Guida la difesa, senza nessuna sbavatura.

Juan Jesus 6,5 – Gioca sempre e non sembra mai stanco. E’ puntuale nelle chiusure, tocca a lui impostare quando la palla è in difesa.

Obi 5 - Si fa anticipare da De Ceglie in occasione del gol. Bene quando deve attaccare il secondo palo, ha due buone occasioni gettandosi sui cross proveniente dalla fascia opposta. Pare, però, sempre a disagio da laterale. Dal 51’ Hernanes 6 – Entra e l’Inter comincia a premere sull’acceleratore, dal suo ingresso i nerazzurri sembrano avere una marcia in più.

Kuzmanovic 6 - Non un gran primo tempo, anche se spesso fa quello che non dovrebbe fare, cercando di impostare il gioco. Cresce nella seconda frazione, andando anche più volte alla conclusione. Dal 73’ Bonazzoli 5,5 – entra nel momento peggiore.

Medel 5,5 – Si comincia a sentire la stanchezza, dovrebbe rifiatare ma l’Inter è a corto di uomini. Non ha la solita lucidità e sbaglia qualche appoggio di troppo. Nel secondo tempo cala anche in fase di interdizione. Dal 89’ Camara s.v.

Kovacic 6 - Si perde in dribbling spesso inutili, cresce molto nella ripresa, cercando di attaccare di più la porta verticalizzando per gli attaccanti. Colpisce anche un palo che poteva essere il pareggio.  

Dodò 6 - Blanda la sua marcatura su Rispoli, gli lascia prendere la mira e crossare sull’azione del gol. Molto meglio quando deve attaccare, arriva quasi sempre al cross, cercando gli inserimenti sul secondo palo.

Palacio 5- Continua il momento no, si muove tanto, ma quando si tratta di buttarla dentro si divora un altro gol importante.

Icardi 5,5 – Non ha tante palle giocabili, ma rimane troppo spesso fermo in area. Si muove di più nella ripresa cercando di allargarsi a destra, ma non trova il guizzo per trafiggere Mirante.

All. Mazzarri 5 – La squadra sbaglia completamente l’approccio alla gara, lasciandosi un po’ travolgere dal Parma. Migliora le cose nel secondo tempo, cambiando modulo e qualche pedina, mail gol non arriva.

Arbitro: Rizzoli di Bologna 6: Gestisce bene una gara maschia mostrando spesso i cartellini, Nessuna situazione dubbia.

 

TABELLINO

PARMA-INTER 2-0

PARMA (3-5-2): Mirante; Costa, Felipe (52’ Santacroce), Lucarelli; Rispoli, Acquah, Lodi, Mauri, De Ceglie (90’ Gobbi); Cassano, Coda (18’ Ghezzal).
A disposizione: Iacobucci, Coric, Mendes, Ristovski, Palladino, Gobbi, Mariga, Sarr, Jeraldino, Lucas. Allenatore: Donadoni.  

INTER (3-5-2): Handanovic; Ranocchia, Vidic, Juan Jesus; Obi (51’ Hernanes), Kuzmanovic (73’ Bonazzoli), Medel (89’Camara), Kovacic, Dodò; Palacio, Icardi.
A disposizione: Carrizo, Berni, Andreolli, Mbaye, Gnoukouri, Puscas, Krhin, Donkor. Allenatore: Mazzarri. 

Arbitro: Nicola Rizzoli della sezione di Bologna

Marcatori: 5’ De Ceglie (P), 76’ De Ceglie (P)

Ammoniti: 12’ Costa (P), 18’ Lucarelli (P), 70’ Mirante (P), 85’ Dodò

Espulsi




Commenta con Facebook