• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Pagelle > PAGELLE E TABELLINO DI ATALANTA-NAPOLI

PAGELLE E TABELLINO DI ATALANTA-NAPOLI

Sportiello magnifico per i padroni di casa, fra le fila azzurre male gli spagnoli


Atalanta (Getty Images)
Antonio Papa (Twitter: @antoniopapapapa)

29/10/2014 22:59

ECCO LE PAGELLE DI ATALANTA-NAPOLI. 

ATALANTA

Sportiello 8 - Risponde presente ad una conclusione di Mertens nel primo tempo, che va vicinissimo al gol. I veri miracoli li fa però al 90', quando toglie un pallone impossibile dalla linea di porta a Mertens e poi respinge a Higuaìn il rigore del possibile ko. Favoloso.  

Benalouane 6 - Il suo schieramento da 'falso dos'  ha un'importanza tattica fondamentale nell'arginare la pericolosa coppia Ghoulam-Mertens. Molto più dura quando entra Insigne.

Stendardo 5,5 - Aderisce su Higuaìn come un geco su una parete, lo asfissia senza mai fargli vedere palla. Cede dopo 85 minuti. E' un attimo, ma è un attimo letale quando hai di fronte uno come l'argentino. Molto molto ingenuo anche sul rigore. 

Cherubin 6 - Il Napoli gioca praticamente ad una punta, lui non può far altro che piazzarsi al fianco di Stendardo a fare il buttafuori. Missione compiuta fino alla prodezza finale del Pipita.

Del Grosso 6 - Dalla sua parte giostra forse uno dei peggiori Callejòn della stagione, lui ringrazia e amministra le rare sortite dello spagnolo. (Dal 79' Drame sv)

Raimondi 7 - Le sue qualità da cursore non gli consentono certo di proporsi in avanti in modo devastante, eppure alla prima occasione sa far malissimo: affondo fantastico sulla destra e cross perfetto per il capoccione di Denis, che fa 1-0. (Dal 75' D'Alessandro sv)

Baselli 6,5 - Presenza costante e ottima capacità di verticalizzazione per il gioiellino bergamasco, che riesce a fare entrambe le fasi senza affanni. 

Cigarini 6 - Le spalle sono iper-coperte e in avanti le idee sono poche, la fonte del gioco non può essere che lui. Splendida la ripartenza per l'1-0, orchestrata naturalmente dal Ciga. Uno che a questo Napoli - che per anni lo ha tenuto parcheggiato a Bergamo - avrebbe fatto molto comodo. Evitabile il fallo di mano che gli costa l'espulsione finale, rovinando una gran gara. 

Migliaccio 6,5 - Colantuono lo piazza in mezzo al campo quando c'è da creare superiorità numerica, ottenendone sempre una gran risposta. Stasera non è da meno.

Moralez 5 - Obbrobri come il 'Frasquito' a fare legna sulla fascia ricordano gli anni '90 e l'integralismo di Sacchi. Il risultato, naturalmente, è quello che è, ma quanto gliene si può fare una colpa? (Dall'87' Carmona sv)

Denis 6,5 - Isolatissimo lì davanti, ha praticamente un pallone giocabile e lo sfrutta nel migliore dei modi. Avvia e chiude da manuale l'azione del gol, sbloccandosi dopo un momento complicato. Del resto si sapeva che il Napoli gli fa un certo effetto.  

All. Colantuono 6 - Primo tempo horror, non tanto dal punto di vista dell'efficacia quanto sul piano dell'estetica. Un 4-1-4-1 dedito tutto al contenimento, come se fosse l'Albinoleffe al Bernabeu col Real. La scelta però stava per pagare, visto il gol del vantaggio che resiste quasi fino a fine gara. Deve comunque salvarlo Sportiello da una punizione forse eccessiva ma non assurda, visto l'atteggiamento molto rinunciatario. 

 

NAPOLI 

Rafael 5,5 - Ancora una volta la porta inviolata è una chimera, fa paura soprattutto quando esce dai pali. Nel primo tempo una sortita "alla Superman", col pugno alzato, fa quasi urlare allo scandalo. 

Maggio 6 - Primo tempo di sovrapposizioni costanti ad un Callejòn un po' così, poi nella ripresa cala e si occupa di più di contenere.  

Albiol 4,5 - Il suo momento difficile è certificato dall'azione del gol: perde Denis e gli lascia fare la sponda per Raimondi, salta in maniera imbarazzante consentendo al Tanque di schiacciare in rete. Disarmante, davvero.

Koulibaly 5,5 - Anche lui non è esente da colpe sul gol di Denis, si ritrova praticamente a marcare una porzione di area di rigore dove c'era solo lui. Non quanto Albiol, comunque.  

Ghoulam 5,5 - Anche lui inizia benissimo, poi il calo preoccupante nella ripresa, che gli lascia scoperto il fianco quando Raimondi affonda per il vantaggio atalantino. 

David Lopez 5,5 - Il sovraffollamento a centrocampo non gli giova. Molti meno i palloni recuperati, pochissimi quelli impostati bene, pressato com'era dai mediani avversari. (Dal 75' Jorginho sv)

Inler 5 - Anche lui si ritrova schiacciato dai centrocampisti avversari, sbaglia più passaggi del solito e - come sempre, in questi casi - non riesce a fare la differenza. 

Callejòn 4,5 - A volte se vestisse di verde probabilmente ce lo dimenticheremmo per decine e decine di minuti. Poi sbuca dal nulla e sa farti malissimo. Si sa, è questo il suo gioco. Ma oggi non gli riesce mai, e quando succede riesce a fallire un gol come quello lì, a zero centimetri dalla linea. Una zavorra, e non solo per quell'episodio.

Hamsik 5,5 - Partenza incoraggiante e un'intera frazione di gioco che lascia intravedere gli stessi miglioramenti mostrati contro il Verona. Cede di schianto nella ripresa, perdendo continuamente palloni preziosi, uno dei quali dà il via al gol atalantino. (Dal 64' Insigne 6,5 - Il suo ingresso dà un po' di brillantezza alla squadra, ci prova anche con una bella conclusione dal limite che sfiora il palo. Poi l'assist a Higuaìn per l'1-1 e altri ottimi spunti).

Mertens 6,5 - Iperattività e una pericolosità costante nei pressi di Sportiello, in particolare un gran numero sulla destra che manda a margheritine Del Grosso. Nella ripresa un missile da 25 metri sfiora il palo a portiere battuto. Sicuramente il più positivo dei suoi .

Higuaìn 6 - Chiuso nella morsa dei centrali nerazzurri, vive un'ora e mezza da incubo, quasi senza toccare palla. Poi gli arriva il servizio giusto, sul piede, si gira in un fazzoletto e castiga Sportiello. Peccato per il rigore sbagliato, sarebbe stato la ciliegina sulla torta. 

All. Benìtez 6 - Anche oggi un Napoli attivissimo in avanti, propositivo e sempre pronto a cercare il gol, pur con scarsa fortuna. Poi il disastro difensivo, l'ennesimo, che complica le cose. Il finale è thrilling, con un pizzico di fortuna in più sarebbe stato anche lieto. 

 

Arbitro Damato 6,5 - Distribuisce molti cartellini in una gara nervosissima, uno dei quali è il rosso a Cigarini per fallo di mano difficile da vedere. Giusto anche il rigore. 

 

TABELLINO

ATALANTA-NAPOLI 1-1

ATALANTA (4-5-1): Sportiello; Benalouane, Stendardo, Cherubin, Del Grosso (dal 79’ Dramè); Raimondi (dal 75’ D’Alessandro), Baselli, Cigarini, Migliaccio, Moralez (dallì86’ Carmona); Denis.
A disposizione: Frezzolini, Scaloni, Bellini, Biava, Molina, Zappacosta, Spinazzola, Bianchi, Boakye. All.: Colantuono.

NAPOLI (4-2-3-1): Rafael; Maggio, Albiol, Koulibaly, Ghoulam (dall’89’ Zapata); Inler, David Lopez (dal 75’ Jorginho); Callejon, Hamsik (dal 64’ Insigne), Mertens; Higuain.
A disposizione: Andujar, Colombo, Henrique, Britos, Mesto, Radosevic, De Guzman. All.: Benitez.

Arbitro: Damato

Marcatori: 59’ Denis, 85’ Higuain

Note: al 91' Sportiello ha parato un rigore ad Higuaìn 

Ammoniti: Benalouane, Ghoulam, Cigarini, Raimondi, Mertens, Stendardo

Espulsi: 83’ Cigarini




Commenta con Facebook