• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Roma > Roma-Bayern Monaco, De Rossi: "Arbitri italiani ed europei sullo stesso livello"

Roma-Bayern Monaco, De Rossi: "Arbitri italiani ed europei sullo stesso livello"

Il vice-capitano giallorosso interviene alla vigilia dell sfida di Champions League


De Rossi (Getty Images)

20/10/2014 13:25

DIRETTA ROMA BAYERN MONACO DE ROSSI/ ROMA - Il vice-capitano della Roma Daniele De Rossi, è intervenuto in conferenza stampa insieme al tecnico Rudi Garcia alla vigilia del match di Champions League contro il Bayern Monaco. "Sono convinto del fatto che possiamo passare il turno, lo vedo da come abbiamo giocato nelle prime due partite di Champions League - ha dichiarato De Rossi - Noi vogliamo passare il turno e possiamo farcela".

PRECEDENTE - "L'ambizione della Roma è cambiata per quello che abbiamo fatto l'anno scorso. La Roma che vinse contro il Bayern Monaco nel 2010 era diversa, giocavamo contro una squadra che aveva già passato il turno. Domani sarà una partita decisiva ma ce la possiamo giocare, siamo altrettanto forti se non di più".

EUROPA - "In Europa affronti squadre che se la giocano quasi sempre, mentre in Italia incontri formazioni più rinunciatarie. C'è sempre una grande atmosfera, io poi ho sempre avuto la senzazione che la Roma abbia sempre giocato bene in Europa, forse anche meglio che in campionato".

ARBITRI - "Se mi sento più tutelato a livello arbitrale in Italia o in Europa? Non saprei, si ha la sensazione che in Italia ci siano più errori. Quando ci lamentiamo degli arbitri italiani poi facciamo lo stesso anche con quelli stranieri. Il livello è quello, di errori ce ne sono anche in campo europeo, in Italia se ne parla di più".

AMBIZIONI -  "Non ho pensato alle ambizioni quando c'è stato da scegliere per me: all'epoca ho rifiutato club più grandi della Roma, questa è una cosa inequivocabile. Non sono rimasto qui per vincere la Champions League. A decidere sono stati i trent'anni di tifo per questa squadra. Non potrei essere più felice in nessuna altra società, questo è forse il mio miglior momento nella Roma".

S.F.

 




Commenta con Facebook