• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Dai campi > PAGELLE E TABELLINO DI PALERMO-INTER

PAGELLE E TABELLINO DI PALERMO-INTER

Vazquez regala il vantaggio ai rosanero, Kovacic salvagente nerazzurro


Kovacic (Getty Images)
Giorgio Elia

21/09/2014 22:45

PAGELLE E TABELLINO DI PALERMO-INTER / PALERMO - Allo stadio "Renzo Barbera" Palermo e Inter si dividono la posta in palio. con il match terminato con il punteggio di 1-1. Partita di cuore e sacrificio per la formazione di casa che trova il vantaggio in avvio, grazie a una caparbia iniziativa dell'argentino Vazquez. Un errore di Feddal nel finale del primo tempo apre la strada a Kovacic per il pareggio che evita la sconfitta agli uomini di Mazzarri
 
 
PALERMO
 
Sorrentino 7 - Non può nulla sulla rete da biliardo di Kovacic, facendosi trovare pronto nella ripresa su una conclusione di Guarin e vestendo i panni di Superman su Osvaldo allo scadere.
 
Andelkovic 6,5 - Fa correre lungo la schiena dei suoi tifosi un paio di brividi, ma riesce comunque a farsi perdonare con interventi decisi e con buona scelta di tempo. 
 
Terzi 6,5 - Riesce spesso a far valere la sua esperienza contro Osvaldo e Icardi, badando al sodo senza fronzoli. 
 
Feddal 5 - Sulla sua prova pesa come un macigno l'indecisione sul finale del primo tempo che permette a Kovacic di trovare il pari, in un momento della partita favorevole alla sua squadra e nel quale gli avversari non sembravano lo spunto giusto per ripristinare gli equilibri. 
 
Morganella 6 - Buona la sua predisposizione al sacrificio, un po' meno le scelte fatte con il pallone tra i piedi. 
 
Bolzoni 6,5 - Scende in campo con la voglia di dimostrare che la bocciatura in nerazzurro ai tempi di Mourinho era solo un incidente di percorso della sua carriera e ben figura, risultando leone indomabile a centrocampo limitando Kovacic e recuperando una quantità infinita di palloni. Dal 65's.t. Belotti 6 - Si muove molto il giovane attaccante del Palermo, tenendo alta la squadra e provando ad aprire varchi per i propri compagni. 
 
Rigoni 6,5 - Parte a cento all'ora inserendo le sue lunghe leve in ogni azione nel cuore del centrocampo intercettando un gran numero di suggerimenti, stroncando così la manovra avversaria. A volte non frena la sua irruenza, rimediando un cartellino giallo che ne limita inevitabilmente l'azione. 
 
Barreto 6 - Ha sul destro un pallone d'oro nel primo tempo per portare la sua squadra sul doppio vantaggio ma lo spreca peccando di coordinazione. facendosi apprezzare maggiormente per il suo senso della posizione e per il lavoro a schermo davanti alla difesa. 
 
Lazaar 6 - Buono il suo rientro sulla fascia mancina. Un debutto nella massima serie positivo, con una serie di suggerimenti interessanti con il suo mancino nell'area di rigore avversaria. Dal 74's.t. Daprelà s.v.
 
Vazquez 7 - In quel pallone sradicato dai piedi di Vidic c'è tutta la rabbia e la determinazione di chi vuole dimostrare che in serie A può tranquillamente ben figurare. L'argentino bissa la rete di Verona con il gol che rompe gli equilibri, confermando di esser lontano parente del timido giocatore visto nella prima esperienza nel nostro campionato. Rischia di far venire giù il Barbera nella ripresa in tre occasioni nel giro di due minuti, sfiorando la doppietta personale. Dal 84's.t. Quaison s.v.
 
Dybala  6,5 - Una serata da "Davide contro Golia" per il piccolo argentino rosanero, che battaglia contro gli statuari centrali nerazzurri senza colpo ferire. Sorregge il peso dell'attacco della squadra, dettando la profondità e sgusciando spesso alle spalle del diretto marcatore. Ancora una prova convincente per lui. 
 
Allenatore Iachini 7 - Paga la decisione di confermare il 3-5-2 giocando alla pari con i nerazzurri, ma con maggiore grinta e cattiveria agonistica. La sua squadra ha il merito di saper gestire le energie, con il pari che alla fine sta sicuramente stretto ai punti. Espulso per proteste nel finale. 
 
INTER
 
Handanovic 6 - Non può nulla sul gol di Vazquez, venendo assistito dalla traversa nella ripresa sempre su conclusione dell'argentino. 
 
Ranocchia 6 - Lavoro di ordinaria amministrazione in difesa, ma buona personalità mostrata nell'uscire spesso palla al piede dalla sua area di rigore, dando il via alla manovra della sua squadra. 
 
Vidic 4,5 - Da matita blu il suo errore in avvio di partita, un eccesso di confidenza che permette a Vazquez di battere Handanovic per il vantaggio della sua squadra. Si vede poi annullato nel finale del primo tempo un gol, per un fuorigioco di Osvaldo che partecipa all'azione. 
 
Juan Jesus 5 - Vince fisicamente il duello con Dybala, lo perde quando l'argentino lo affronta palla al piede sfruttando la sua velocità. Rimedia un giallo proprio per atterramento del numero nove rosanero. Rischia un clamoroso autogol in avvio di ripresa. Dal 65's.t. Hernanes 5 - Non entra in partita, non rispondendo così alle aspettative del suo tecnico che sperava con lui di regalare nuove idee e fosforo alla manovra della squadra. 
 
D'Ambrosio 5 - Parte bene ma poi si perde venendo ben limitato da Lazaar e subendo anche le iniziative del marocchino. Dal 56's.t. Dodò 6 - Il cambio di Juan Jesus lo porta a dover giocare da terzo della linea difensiva, limitando così le sue doti offensive. 
 
Kovacic 6 - La marcatura di Bolzoni ne limita la libertà di azione, il numero dieci però ha il grande merito di farsi trovare al posto giusto nel momento giusto sfruttando l'errore di Feddal e regnando il pari ai suoi. Dal 79's.t. Palacio s.v.
 
Medel 5,5 - Pronti via manda alle stelle un buon pallone recapitatogli da Guarin sugli sviluppi di un calcio di punizione. ringhiando a tratti a vuoto in mezzo al campo. 
 
Guarin 5,5 - Riesce ad accendersi solo a tratti il colombiano, ma ha il merito di essere tra i più incisivi negli ultimi sedici metri. Suo il primo acuto nerazzurro della partita, con un bolide di destro che fa la barba al palo alla sinistra di Sorrentino. 
 
Icardi 5 - Inesistente nel primo tempo, l'argentino si fa notare nella ripresa per una rete annullata sugli sviluppi di un calcio di punizione e per un tiraccio che termina ampiamente largo alla sinistra di Sorrentino. 
 
Osvaldo 5 - Spettatore non pagante per tutto l'incontro, va vicino a divenire protagonista con il colpo di testa nel finale neutralizzato da un super Sorrentino.
 
Allenatore Mazzarri 5,5 - Dopo aver fatto scorpacciata di elogi per la solidità difensiva, la sua squadra parte con un errore grossolano che permette alla formazione di casa di passare in vantaggio, rischiando anche in altre occasioni con disimpegni "allegri". Trova il pari su errore di Feddalì, soffrendo l'aggressività e il cuore dei ragazzi di Iachini. 
 
Arbitro Valeri 6 - Buona la sua direzione di gara e dei suoi assistenti. Corretta la decisione di annullare la rete di Vidic sul finale del primo tempo, vista la posizione di fuorigioco di Osvaldo che prende parte attivamente all'azione. Grazia nella ripresa il già ammonito Juan Jesus, per un fallo su Dybala pronto a far ripartire la squadra. Mazzarri intuisce e poco dopo toglie il brasiliano a rischio secondo giallo. Nel finale proteste rosanero per un fallo fischiato a Belotti su Nagatomo, con la conclusione andata in rete dell'attaccante resa così nulla. Nell'occasione espulso per proteste il tecnico Iachini, ma la spinta del numero novantanove del Palermo sul giapponese sembra esserci. 
 
TABELLINO
 
PALERMO-INTER 1-1
 
PALERMO(3-5-2): Sorrentino, Andelkovic, Terzi, Feddal, Morganella, Bolzoni(Belotti 65's.t), Rigoni, Barreto, Lazaar(Daprelà 74's.t.), Vazquez(Quaison 84's.t.), Dybala. A disp: Ujkani, Vitiello, Pisano, Joao Silva, Makienok, Emerson, Ngoyi, Chochev, Bamba. All. Iachini.
 
INTER(3-5-2): Handanovic, Ranocchia, Vidic, Juan Jesus(Hernanes 65's.t.), D'Ambrosio(Dodò 56's.t.), Guarin, Medel, Kovacic(Palacio 79's.t., Nagatomo, Icardi, Osvaldo. A disp.: Carrizo, Jonathan, Andreolli, Campagnaro, Kuzmanovic, Obi, Mbaye, Khrin, M'Vila. All. Mazzarri.
 
Arbitro: Valeri
 
Marcatori: Vazquez(P) 3'p.t., Kovacic(I) 42'p.t., 
 
Ammoniti: Juan Jesus(I), Handanovic(I), Rigoni(P), MorganellaP), Ranocchia(I)



Commenta con Facebook