• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Inter > Calciomercato Inter, Guarin più Botta: due sacrifici per arrivare all'attaccante

Calciomercato Inter, Guarin più Botta: due sacrifici per arrivare all'attaccante

Il centrocampista colombiano resta in uscita, mentre l'argentino potrebbe partire in prestito


Fredy Guarin (Getty Images)
Lorenzo Polimanti

19/08/2014 16:15

CALCIOMERCATO INTER GUARIN BOTTA ATTACCANTE / MILANO - Se è chiaro che il calciomercato Inter si muove su equilibri sottilissimi, costruito interamente su un gioco di incastri e calcoli al centesimo, è altrettanto lampante che, in attacco, i conti non ritornano. Il Mondiale ha restituito un Rodrigo Palacio acciaccato, che non parteciperà al doppio confronto con lo Stjarnan ai play-off di Europa League e rischia di saltare anche la prima di campionato contro il Torino, lasciando il tecnico Walter Mazzarri con tre pedine in avanti: Mauro Icardi, il nuovo arrivato Pablo Daniel Osvaldo e Ruben Botta. Ma ancora per poco. Perché quest'ultimo, infatti, è finito ormai nella lista dei partenti. In prestito, ovviamente. Non prende corpo dunque l'ipotesi Besiktas, che ha offerto 4,5 milioni di euro per l'ex Tigre e Silvestre, mentre le ipotesi italiane si scaldano, con Torino, Verona, Parma e, soprattutto, Chievo pronte a sfidarsi. Manca l'accordo, perché i nerazzurri chiedono un milione di euro per la cessione a titolo temporaneo, ma dopo l'incontro di ieri tra il presidente clivense Campedelli ed il Dt interista Piero Ausilio le parti sembrano vicine.

Un milione, da aggiungere ai contanti che i milanesi sperano di incassare dalla vendita di Fredy Guarin, cerchiato ed evidenziato più e più volte nell'elenco degli esuberi. Poche ore ed il suo futuro potrebbe essere deciso. Oggi, infatti, sbarca a Milano l'agente del colombiano, Marcelo Ferreyra: il vertice con Ausilio è già stato fissato per giovedì o venerdì. Dal summit si avranno indicazioni più certe sul futuro dell'ex Porto che, comunque, sembra scritto. Lo Zenit rimane in pressing alto, nonostante il giocatore, come vi avevamo anticipato in esclusiva, abbia fatto capire di preferire un club importante, come la Juventus che in caso di partenza di Vidal potrebbe riaprire le trattative. I sondaggi di Siviglia ed Amburgo, poi, non si sono ancora convertiti in un'offerta concreta, mentre per la pista Napoli bisognerà aspettare l'eventuale qualificazione ai gironi di Champions dei partenopei che potrebbero poi arrivare a mettere sul piatto i 14-15 milioni di euro chiesti dal presidente Erick Thohir.

Cifra importante, che permetterebbe ai nerazzurri di tornare nuovamente sul calciomercato per piazzare un ultimo, importante colpo in attacco. Con Cerci, nonostante il pressing di Milan e Atletico Madrid, inserito nella voce sogni insieme, ma più staccato per costi e difficoltà nella trattativa, a Lavezzi. Firmino, invece, il piano B che intriga, mentre Biabiany rimane l'operazione più economica, abbordabile e, al momento, vicina.




Commenta con Facebook