• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Italia > FIGC, rimodulata la discriminazione territoriale: ecco cosa cambia

FIGC, rimodulata la discriminazione territoriale: ecco cosa cambia

Modifiche della responsabilità oggettiva delle società per i cori in curva


Il documento del Consiglio FIGC (Calciomercato.it)
dall'inviato Andrea Corti

18/08/2014 17:05

FIGC DISCRIMINAZIONE TERRITORIALE CONSIGLIO FEDERALE / ROMA - Importante decisione nel Consiglio federale odierno, il primo di Carlo Tavecchio come Presidente. Il documento emerso dalla riunione attesta che è stata rimodulata, sulle orme delle norme UEFA, la norma circa la discriminazione territoriale. E' stata tolta dall'art. 11 comma 1 e reinserita nell'art. 12  (prevenzione di fatti violenti) comma 3 nell'ambito di un alveo di varie ipotesi "l'offesa, denigrazione o insulto per motivi di origine territoriale" come causa di responsabilità oggettiva delle società. La responsabilità oggettiva dunque resta, ma in maniera rimodulata e 'ammorbidita' rispetto alla stagione scorsa.

Carlo Tavecchio ha spiegato ai cronisti presenti: ""Abbiamo attuato questo passaggio per evitare provvedimenti drastici immediati, come la chiusura delle curve".

M.T.

 




Commenta con Facebook