• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Primo Piano > Italia-Uruguay, Suarez attacca la FIFA: "Morso? Incidenti di gioco normali"

Italia-Uruguay, Suarez attacca la FIFA: "Morso? Incidenti di gioco normali"

L'attaccante uruguaiano passa al contrattacco dopo la decisione dell'organo mondiale di aprire un procedimento nei suoi confronti


Suarez (Getty Images)
Matteo Zappalà (twitter @MattZappa88)

25/06/2014 16:04

ITALIA-URUGUAY SUAREZ MORSO PROCEDIMENTO FIFA SQUALIFICA / NATAL (Brasile) - All'indomani della gara tra Italia e Uruguay, che ha qualificato la 'Celeste' agli ottavi di finale del Mondiale 2014, continua a tenere banco la vicenda relativa al morso di Luis Suarez ai danni di Giorgio Chiellini e le polemiche che ne sono seguite.

LE ACCUSE DI CHIELLINI - Ad iniziare il processo a Luis Suarez è la vittima del morso Giorgio Chiellini che, intervistato a fine partita, non ha nascosto il suo risentimento nei confronti dell'attaccante uruguaiano e della FIFA. "Suarez è furbo e la FIFA glielo permette, hanno bisogno di far giocare i campioni" le accuse del difensore azzurro.

TABAREZ E LUGANO - In difesa del 'Pistolero' Suarez si è schierato, invece, il ct dell'Uruguay Oscar Washington Tabarez, che ha minimizzato il gesto accanendosi in particolare sulla stampa inglese e sull'intenzione di ingigantire l'accaduto. Anche il leader della 'Celeste' Diego Lugano è stato dello stesso avviso incolpando addirittura Chiellini di una sceneggiata.

PROCEDIMENTO FIFA - Il morso di Suarez, in ogni caso, non è passato inosservato alla Fifa che, attraverso il proprio sito ufficiale, ha comunicato l'apertura di un'inchiesta in merito. L'attaccante uruguaiano potrebbe rischiare una lunga squalifica, ipotizzata, secondo fonti inglesi, in addirittura due anni di inattività.

LA REPLICA DI SUAREZ - Dopo l'annuncio della FIFA, è di pochi minuti fa la replica di Luis Suarez che, dal ritiro in Brasile dell'Uruguay, passa decisamente al contrattacco. "Ho saputo del procedimento avviato a mio carico - ha spiegato Suarez - dico solo che se ci mettiamo a indagare su qualsiasi cosa non so dove finiremo. Si tratta di incidenti di gioco normali, che dovrebbero rimanere sul rettangolo di gioco. Siamo giocatori e sappiamo che in campo accadono milioni di cose: non dobbiamo e non dovete prendere tutto così seriamente".




Commenta con Facebook