• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Brasile 2014 > Italia, Sirigu: "Ecco cosa mi ha detto Buffon. Costa Rica? Non una sorpresa"

Italia, Sirigu: "Ecco cosa mi ha detto Buffon. Costa Rica? Non una sorpresa"

Il portiere della Nazionale ha parlato anche della scelta di andare al PSG


Sirigu (Getty Images)
Matteo Torre (Twitter: @torrelocchetta)

16/06/2014 18:30

ITALIA SIRIGU BUFFON COSTA RICA PSG / MANGARATIBA (Brasile) - Salvatore Sirigu, tra i protagonisti di Inghilterra-Italia 1-2, ha parlato in conferenza stampa dal ritiro di Casa Azzurri. Queste le sue dichiarazioni: "Ho vissuto con serenità la partita: l'emozione per la titolarità a sorpresa è scemata rapidamente mentre ero in campo. E' un orgoglio rappresentare in Nazionale la Sardegna. E pensare che da bambino facevo l'ala... presto mi sono accorto che il mio destino era segnato".

BUFFON - "Gigi mi ha dato l'in bocca al lupo, dicendomi di stare sereno. Mi ha fatto molto piacere che lui fosse contento che io giocassi. Mi ha dato serenità. Io il suo erede in Nazionale? Non penso al futuro, mi accontento di quanto mi sta capitando adesso. Speriamo che lui rientri a breve dall'infortunio: non sarà una mia buona partita a cambiare le gerarchie. Lui è il titolare".

PSG - "La mia scelta è stata dettata dall'andare a giocare in una squadra in crescita: in Italia c'è spazio per i talenti, ma le scelte di vita non devono essere sempre legate alla terra d'origine. Certo, andare all'estero ti cambia anche come persona. E giocare in Champions League ti dà modo di misurarti con quella dimensione per capire se tu ne sia all'altezza".

COSTA RICA - "Non sono sorpreso più di tanto: è una squadra difficile da affrontare, già in Champions Campbell mi ha impressionato. Sarà una sfida delicata per entrambe le Nazionali. Noi vogliamo vincere, loro sono pronti a soffrire e non si fermeranno all'exploit con l'Uruguay. Giocare alle 13? Il dispendio di energie fisiche è ampio; anche l'altra sera le condizioni climatiche rendevano difficile persino respirare. La preparazione atletica sarà fondamentale".

PORTIERI - "Vedo molto bene Neuer, che in più è un portiere completo. Courtois sta dimostrando a tutti di poter essere tra i primi al mondo, a parte Buffon. Io? Neanche so se rientro in Top Ten..."




Commenta con Facebook