• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > News > L'Editoriale di Sugoni - Basta, Parolo e un altro Keita: la Lazio riparte, la Roma rifinisce

L'Editoriale di Sugoni - Basta, Parolo e un altro Keita: la Lazio riparte, la Roma rifinisce

Torna l'appuntamento con il nostro editorialista ed esperto di mercato di 'SkySport24'


Alessandro Sugoni
Alessandro Sugoni

05/06/2014 10:03

EDITORIALE SUGONI BASTA PAROLO KEITA MERCATO LAZIO E ROMA / MILANO - Nel giorno in cui arriva nella Capitale un altro Keita, decolla il mercato delle romane. Ma in maniera diversa. Perché la Roma per ora fa operazioni di rifinitura. Keita a costo zero è esattamente quello che aveva detto Sabatini: un Taddei – anche nel ruolo visto che era stato impiegato sempre più spesso anche in mezzo – con più esperienza internazionale. Il mercato quello vero per ora è solo nelle intenzioni. Con due esterni come obiettivi. Quello difensivo e quello offensivo. Cerci è un’idea che intriga, ma difficilissima da far diventare realtà. Dembelé piace, ed è nato proprio come esterno d’attacco. Poi ha modificato il suo modo di giocare. Ecco perché piaceva di più nell’ottica di un’eventuale partenza di Pjanic. Operazione comunque complicata, almeno quanto riuscire a trattenere Benatia. I 61 provocatori milioni di euro di valutazione sparati dal ds giallorosso, hanno fatto calare il silenzio sul “caso”, ma lo hanno tutt’altro che chiuso. L’offerta di aumento per la Roma è sempre valida. L’offerta per il giocatore sempre bassa. Se ne riparlerà, magari quando un’offerta concreta arriverà sul serio. Sul serio fa Claudio Lotito. In attesa di incontrare Reja (si va verso un addio che sembra sempre più certo), intanto ha cominciato quella ricostruzione invocata proprio dall’allenatore. Djordjevic a costo zero è un vice-Klose perfetto. Il riscatto di Candreva (anche se poi bisognerà resistere ad eventuali assalti di squadre tipo Psg se non dovesse arrivare ad Hazard), Basta (che arriverà proprio nell’ambito di quella operazione) e Parolo, affari pesanti. Nessuna squadra in questa fase del mercato è così avanti. E dei tentativi sono stati fatti anche per due difensori: Astori e De Vrij, che sarebbero ideali per sostituire i partenti Biava e Dias. Dopo l’inserimento del Keita biancoceleste dalla Primavera poi, quest’anno aspettiamocene almeno un altro: Tounkara o magari l’ormai celebre Minala. Insomma l’allenatore, si troverà la squadra quasi fatta. Le prossime quarantotto ore saranno decisive anche per la panchina. Se l’incontro tra Lotito e Reja porterà effettivamente all’addio, sarà corsa a due: con Pioli che oggi sembra leggermente davanti a Simone Inzaghi.




Commenta con Facebook