• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > News > Scontri Coppa Italia, avvocato Ciro Esposito smentisce provvedimento di arresto

Scontri Coppa Italia, avvocato Ciro Esposito smentisce provvedimento di arresto

Il legale ha assunto gratuitamente la difesa del tifoso ferito prima di Napoli-Fiorentina



06/05/2014 12:00

SCONTRI COPPA ITALIA AVVOCATO CIRO ESPOSITO / ROMA - Importante nota diffusa da Angelo Pisani, che con il penalista Sergio Pisani e con la Camera Penale di Napoli ha assunto gratuitamente la difesa di Ciro Esposito, il tifoso napoletano ferito gravemente negli scontri pre-gara di Coppa Italia. L'avvocato fa sapere che nessun provvedimento di arresto è stato notificato al suo assistito: "Ci auguriamo anzi – dichiara l’avvocato Pisani, presidente della Ottava Municipalità di Napoli di cui fa parte Scampia – che i due esponenti delle forze dell'ordine siano stati inviati a piantonare Ciro per tutelare la sua incolumità da eventuali, ulteriori attacchi". "Del resto - aggiunge l'avvocato – il giovane muove a stento le palpebre e versa tuttora in condizioni molto gravi. Non si comprende quindi in che modo potrebbero scattare esigenze cautelari connesse a pericolo di fuga o di reiterazione del reato". In ogni caso, "rispetteremo qualsiasi iniziativa della magistratura e tuteleremo Ciro Esposito, se sarà necessario, con tutte le indagini difensive previste dalla legge".

"Va apprezzata – conclude Pisani – l'iniziativa di due associazioni di tifosi della Roma e della Lazio, che hanno messo a disposizione dei familiari le strutture logistiche perché possano restare accanto al ragazzo in un momento così drammatico. Ora ci attendiamo perciò anche dal sindaco di Napoli Luigi de Magistris e dal presidente del Napoli Aurelio de Laurentiis un segnale di solidarietà. Sarebbe un bel gesto verso una famiglia di lavoratori onesti di Scampia e, soprattutto, nei confronti una madre che, pur così duramente provata, ha già perdonato l’aggressore di suo figlio. E questo sarebbe anche un modo per unirsi a noi nel 'tifo' più grande: quello per la vita di Ciro, perché possa superare e vincere la sua battaglia più difficile".

Clicca qui per seguire le ultime sulle condizioni del tifoso ferito

M.T.

 




Commenta con Facebook